Franco Califano dalla D’Urso ritratta: “Mai chiesto soldi”

By on novembre 14, 2010

text-align: justify”>Non si fa mai in tempo a stare tranquilli di Domenica pomeriggio che arriva l’ennesima esclusiva targata Barbara D’Urso. Nel suo (ormai cult della domenica trash) Domenica Cinque ospita il personaggio più chiaccherato del momento: Franco Califano.

Il cantautore 72enne è costretto alla reclusione domestica per via di un incidente che gli è costato tre vertebre rotte. In stato di depressione, si ritiene preoccupato per la sua salute, il suo futuro artistico e per eventuali lavori annullati. Dichiara al Corriere Della Sera: “Vivo in affitto e non sono più autosufficiente. Non ho nulla di intestato; nè la casa nè qualsiasi cosa che possa sostenermi in futuro”. Si dice che abbia fatto ricorso allo Stato e chiesto il sussidio previsto dalla legge Bacchelli (assegno vitalizio a quei cittadini che si sono distinti nel mondo della cultura, dell’arte, dello spettacolo e dello sport, che versano in situazioni d’indigenza).

Dalla D’Urso, oggi in collegamento video, il Signor Califano prima scherza con la conduttrice, poi diventa il solito burbero infuriato e in un modo patetico, programmato e da santificazione televisiva,  smentisce tutto, ritratta dichiarazioni, interviste e si professa assolutamente ignaro di questa situazione spiacevole. Colpevolizza i suoi amici di essersi preoccupati per lui, per il suo momento non troppo piacevole (a 72 anni è normale qualche caduta domestica, ndr) e per essersi informati della richiesta di sussidio, senza il suo permesso e firma alcuna.

Della serie: ho fatto una figuraccia, percepisco una pensione di 1.600 euro/mese, ho tutta l’Italia contro, non scrivo più una canzone da anni, sto invecchiando, i media non parlano di me, le donne non mi considerano, la mia carriera è in declino, diamoci una botta di vita, proviamo a rubare un po’ di soldi allo Stato e, visto che non me li danno, mi conviene scusarmi con i Connazionali prima che si alzi un polverone (ndr).

Dopo il processo mediatico da parte dei giornalisti, che lo accusano giustamente di incoerenza; siamo pronti a chiudere, per fortuna, l’ennesimo caso di costume della settimana. Evitando di riportarvi qualsiasi tipo di commento dei pareri sentiti in questi giorni sulla vicenda, sul suo sperperare di soldi, sulla sua vita lussuosa e il suo coraggio di dichiararsi povero ect… vi lascio con una domanda lecita:

Secondo voi Franco Califano merita soldi dallo Stato?

About Fabrizio

Nato a Milano nel 1986, fin da giovane ha palesato il suo grande amore per lo Spettacolo. Ha frequentato un'Accademia di Musical e dopo il Diploma, ha intrapreso la carriera di attore in Teatro e in Tv, per poi dedicarsi al Musical come Performer. Attualmente è regista di Sketch-Parody sul web. Si definisce serio, brillante e determinato; accetta ogni sfida come fosse l'ultima. Scrivere è la sua nuova sfida!

2 Comments

  1. rosanna

    novembre 24, 2010 at 11:38

    tanto di cappello al Califano Artista ma al Califano uomo gli direi “ma mi faccia il piacere!” alla Totò……!

  2. Fabrizio Mallimaci

    novembre 25, 2010 at 12:50

    Simpaticcima citazione!! 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *