Il nuovo quiz di Papi “trasforma” gli ascolti di Italia 1. Ricci minacciato?

By on novembre 12, 2010

text-align: center;”>

In televisione si ragiona per “fasce orarie” e se si è sempre data grande importanza (sia in termini di investimenti pubblicitari che per quel che riguarda le risorse televisive) alla pregiata fascia del Prime time, oggi l’attenzione e lo stesso interesse degli inserzionisti sembra estendersi anche su altri fronti. Non a caso la fascia dell’Access Prime time riveste un’importanza strategica nel palinsesto; sarà la presenza più che ventennale di “Striscia la notizia” su Canale 5, quella su Raiuno di “Affari tuoi” prima e di “I soliti ignoti” ora, sta di fatto che l’attenzione del telespettatore è sempre più alta. Un problema reale lo ha sempre avuto Italia 1 che, pur sforzandosi di proporre in quella fascia oraria un’alternativa alle due proposte di successo delle altre reti, non è mai riuscita a decollare del tutto.

Sono lontani gli anni 90′ e i tempi del successo del Karaoke di Fiorello che faceva “volare gli ascolti” della rete giovane di Mediaset. La fossilizzazione di un genere come quello del quiz show non ha fatto tanto bene alla rete che ha accumulato nel corso degli anni una serie di flop come “Il colore dei soldi“, tanto per citarne uno dei tanti. C’è da sottolineare, però, la bravura di Enrico Papi nel cimentarsi in quiz dove la sua personalità, mista a un pò di “cattiveria”, fanno la differenza e la “gnocca di turno” (in questo caso sempre e comunque Raffaella Fico, ndr) non hanno fatto la differenza nel riuscire a catturare qualche spettatore in più. Non ci stupisce se in pieno periodo di garanzia abbiamo assistito alla messa in onda delle repliche di “Il mercante in fiera” con Pino Insegno (che contemporaneamente, invece, su Raiuno era in diretta col programma “Reazione a catena“) che si sono fermate ad un misero 4% di share, trovando persino in La 7 un valido competitor.

Tocca ad un nuovo quiz show questa volta confrontarsi col pubblico e se Enrico Papi e Raffaella Fico sono riconfermati dalla rete per il nuovo appuntamento televisivo, a fare il suo ingresso è Katia Follesa, la simpaticissima comica del duo “Katia & Valeria”. Il nuovo programma si chiama “Trasformat” e questa volta non si tratta di un’idea acquistata all’estero e prodotta da Endemol, ma di un’idea originale che il conduttore Papi avrebbe avuto mentre giocava con sua figlia.

Un gioco semplice ma efficace. Riconoscere il volto di un personaggio famoso che viene deformato abilmente attraverso l’ausilio del computer. Gli indizi saranno l’aiuto concreto che i concorrenti avranno nel cercare di indovinare l’identità nascosta. L’idea ha subito conquistato il pubblico, tanto che già nelle prime puntate del quiz show il programma oscilla tra l’8% e il 10% di share, risultati invidiabili, considerando che la rete in precedenti esperimenti aveva percentuali di ascolto molto al di sotto delle aspettative.

Un rischio c’è. Se la media di ascolto di “Trasformat” continuerà ad essere quella dei primi giorni di programmazione e se si creerà una fidelizzazione del telespettatore, il problema potrebbe riguardare da vicino un mostro sacro della televisione, Antonio Ricci, che si è sempre preoccupato che da “altri fronti” Mediaset in quella fascia oraria non desse molto fastidio alla sua “Striscia la notizia”.

“Trasformat” è un format italiano. Che sia l’inizio di una nuova direzione e che finalmente ci si renda conto che gli autori italiani hanno buone idee e non c’è bisogno di acquistare sempre format chiavi in mano? Chissà..

About Giuseppe Marco

Autore, redattore, giornalista. In una parola "un creativo" della televisione. Si laurea in Scienze della Comunicazione. Al lavoro di analista tv, affianca la frequentazione del Master per autori tv e ha modo di studiare con E. Menduni e C. Freccero. Firma come autore due edizioni dell’Annuario della televisione e in seguito arriva l’esperienza con “Moltomedia”, il laboratorio creativo di Mediaset. Il suo “format crossmediale” viene selezionato dal team Mediaset come uno dei progetti vincitori e inizia il suo percorso di lavoro come autore, che porterà alla realizzazione di un prototipo del progetto. Attualmente lavora in trasmissioni televisive delle reti Mediaset.

3 Comments

  1. Pingback: Pacchi e identità nascoste sono la mossa sbagliata di mamma Rai contro il regno di Maria! | Lanostratv.it

  2. Pingback: La Fico va all’isola. La Cipriani le ruba il posto a “Trasformat” | Lanostratv.it

  3. Pingback: “Trasformat” premiato come format più originale | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *