La scienza del sabato sera: Alex Zanardi in “E se domani”

By on novembre 3, 2010

Sabato sera, fuori piove e fa freddo, dopo una bella e soprattutto buona cena, mi butto sul letto e accendo la tanto amata tv. Lo zapping è d’obbligo, anche se so già che avrei trovato su Raiuno, dopo la sospensione per bassi ascolti del game “I soliti ignoti”, l’ennesima replica di “Don Matteo” e su Canale 5 l’inevitabile e imbattibile “C’è posta per te”, con una De Filippi di rosso vestita. Su Raitre a mia insaputa trovo Alex Zanardi alla conduzione di un nuovo programma, in uno studio moderno ed essenziale. Pc alla mano, capisco che si tratta di “E se domani”, trasmissione di approfondimento scientifico, dove alcuni dei temi della serata sono: l’ecologia, il cibo del futuro, la sessualità maschile, la conquista di Marte e la vita a impatto zero. Argomenti che possono sembrare noiosi, ma in questo programma se ne parla con il contributo di filmati ben fatti, semplici da seguire, con un’ottima grafica.

In studio a rispondere alle domande scorgo ospiti preparati, non prolissi e piacevoli da ascoltare. Il tutto coordinato dal pilota automobilistico che il 15 settembre 2001 fu vittima di un tragico incidente sul circuito del Lausitzring che gli costò l’amputazione di entrambe le gambe. Quella di Zanardi è una conduzione sorridente, pone domande dirette e semplici, a suo agio in una “gara” ben diversa da quelle a cui è abituato. Tra gli ospiti la brava conduttrice Paola Maugeri, convinta ambientalista, qui in veste di sperimentatrice della vita a impatto zero. In questi palinsesti stantii e ripetitivi “E se domani” è un programma nuovo e ben riuscito, collocato in un giorno che non gli rende giustizia.

Ha comunque conquistato il 6,63% di share. Forse poco direte voi, ma non dimenticatevi che siamo su Raitre e che dall’altra parte c’è l’invincibile Maria. Quindi se di sabato preferite stare a casa e non volete sentire un pubblico che urla “apri la busta, apri la busta”, Alex Zanardi e la sua scienza sono una valida alternativa. Siete d’accordo?

About Nicola Zamperetti

Nato a Valdagno (VI) nel 1978, da un decennio lavora nel mondo dello spettacolo come performer teatrale e attore. Ha partecipato a molti programmi come "Sarabanda" "Domenica In" "Carramba che fortuna"... Scopre l'amore per il teatro, soprattutto per i Musical (Grease,Il Ritratto di Dorian Gray e A Chorus line) e per le Fiction (La Ladra, Il Peccato e la Vergogna e Donna detective). E' cresciuto guardando la tv e si definisce figlio del tubo catodico. Promette di essere ironico, tagliente e cinico nei suoi Articoli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *