Teleintervistando Michela Andreozzi

By on novembre 25, 2010

Teleintervistiamo oggi Michela Andreozzi, attrice a tutto tondo, di cinema, tv e teatro. Una carriera lunga e completa, iniziata in Televisione con il pigmalione Gianni Boncompagni, poi dal 1996 al 2002 fa parte del mitico duo comico Gretel&Gretel con Francesca Zanni. Prosegue la sua carriera da attrice partecipando a programmi come “Assolo“, “Due sul divano” e “Suonare stella“. Michela negli anni si occupa molto della sua amata radio, prima con “www punto G” per Rds e dal 2009, in coppia con Federica Gentile, conduce con grande successo “Brave ragazze” su Radio2. Le sue partecipazioni a fiction e film per la tv sono numerosissime, ricordiamo “Via Zanardi 33“, “Un posto al sole“, “Don Matteo“, “Crociera Vianello“, e “Terapia d’urgenza“. Michela è protagonista nei telefilm “La squadra”, “7 vite”, “Distretto di polizia9 e 10. In teatro, con grande successo sia di pubblico e di critica, recita, ad esempio, in L’inquilina del piano di sopra” e “Doppiacoppia”, ma è anche una premiata autrice e regista di numerosi spettacoli, tra i quali ricordiamo il toccanteRosaspina”, “Sesso chimico” e “La Festa”. Sul grande schermo invece, l’abbiamo vista nel cast del fortunatissimoBasilicata coast to coast”. L’intervista in esclusiva nazionale per “Lanostratv.it” è stata realizzata tra una pausa e l’altra delle prove di “A letto dopo Carosello”, attualmente in scena al Teatro sette di Roma.Michela, ci racconti quali sono stati gli esordi in Televisione?

Ho iniziato in Rai a “Domenica In” con Gianni Boncompagni, tra gli anni ’80 e ’90, anche se non dovrei dirlo altrimenti si capisce quanti anni ho; con Gianni ho lavorato per 9 anni, dietro e davanti alle telecamere, lui mi ha insegnato i trucchi di questo mestiere.

Per due stagioni sei stata protagonista di “Sette Vite” (ispirato al format spagnolo “7 vidas”), sit-com andata in onda su Rai2 dal 2007 al 2009, dove recitavi con il pubblico in studio, come è andata questa esperienza?

Molto bene, in questi casi puoi mettere a servizio della Televisione quello che hai imparato a teatro e usare l’energia che il pubblico ti trasmette.

Nel 2008 hai partecipato a “Crociera Vianello” (Canale5), c’è un aneddoto o qualcosa di particolare che ricordi di Sandra e Raimondo?

Beh, erano straordinari, Sandra chiedeva sempre di Raimondo chiamandolo “Momi”, “Dov’è Momi? Dov’è Momi?”, una tenerezza pazzesca. Poi Raimondo, un grande uomo, in la con gli anni, ne aveva più di 80,  sul set non chiedeva o pretendeva nulla, aspettava che gli portassero l’acqua o la sedia, molto diverso dai personaggi televisivi di oggi, che si credono arrivati e fanno richieste assurde sul set. Lavorare con loro è stata una grande lezione di professionalità.

Cosa c’è di troppo in Tv oggi?

C’è troppa volgarità, troppa pornografia “filosofica”, è dato tutto per scontato. Ora sono in scena con “A letto dopo Carosello”, attraverso il quale racconto la televisione degli anni ’70, quella della generazione pre-tecnologica, dove chi faceva televisione  era come noi, ma meglio, oggi invece, quelli che stanno in Tv sono peggio di noi, mostrano i lati più brutti, c’è troppa sovraesposizione.

Se ti venisse data la possibilità di scelta, cosa vorresti condurre?

Niente, sono un’attrice, la conduzione è un altro mestiere. Se proprio dovessi scegliere, farei un programma di educazione sessuale, magari in un canale satellitare, perché c’è confusione, superficialità, la gente cerca il punto G al supermercato; le ragazzine di oggi entrano nel mondo della sessualità senza preparazione, convinte di conoscere già tutto e si perdono il meglio, cioè la scoperta.

Per la Televisione stai preparando qualcosa? Dove ti potremmo vedere?

Ho appena finito di girare la fiction “Il Commissario Manara”, in onda su Rai1 da Febbraio 2011.

Ringraziamo Michela Andreozzi per questa intervista, in bocca al lupo per “A letto dopo Carosello” e tutti i suoi progetti futuri.

About Nicola Zamperetti

Nato a Valdagno (VI) nel 1978, da un decennio lavora nel mondo dello spettacolo come performer teatrale e attore. Ha partecipato a molti programmi come "Sarabanda" "Domenica In" "Carramba che fortuna"... Scopre l'amore per il teatro, soprattutto per i Musical (Grease,Il Ritratto di Dorian Gray e A Chorus line) e per le Fiction (La Ladra, Il Peccato e la Vergogna e Donna detective). E' cresciuto guardando la tv e si definisce figlio del tubo catodico. Promette di essere ironico, tagliente e cinico nei suoi Articoli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *