Uomini e Donne rinasce con la versione Over e con “L’amore non ha età”. Boom di ascolti al pomeriggio

By on novembre 16, 2010

Parlare male di “Uomini & Donne”, il programma pomeridiano di Canale 5 condotto da Maria De Filippi, è come sparare sulla croce rossa. Tutti lo criticano e poi tutti lo guardano, visti i sorprendenti risultati di ascolto riscossi in questa stagione, grazie alle novità che sono state apportate a livello di format. La trasmissione, nata nel lontano 1996 come talk pomeridiano improntato sulle storie familiari, ha poi trovato il suo successo grazie alla formula dei troni, arrivando persino a coniare un termine da dizionario: (dopo quello di veline, ndr) “tronista“. Il programma ha fatto boom grazie all’amore “scoppiato” davanti alle telecamere tra Costantino Vitagliano e Alessandra Pierelli, tanto da coniare, sociologicamente parlando, il termine “reality soap“. In sostanza, “Uomini & Donne” non è altro che una rappresentazione il più verosimile possibile di una soap opera, e la sua collocazione a cavallo tra le “vere soap” della rete (Beautiful prima e Centovetrine dopo) non è casuale.Col passare del tempo, la formula dei troni ha risentito di veridicità e tutti i partecipanti al programma (tronisti e corteggiatori) erano chiaramente più interessati alla visibilità mediatica che alla reale ricerca di un amore. Maria De Filippi, che cerca di improntare i suoi programmi sempre sull’effetto “veridicità”, non ci sta e, per impedire l’effetto “business” nel suo talk dei sentimenti, decide di mettere uno stop alle serate e, secondo regolamento, chi parteciperà al programma dovrà rinunciare alla possibilità di “essere ospite a pagamento nelle discoteche d’Italia“. Nonostante questo grande veto, l’effetto dell’amore in televisione che traspare finzione da ogni dove non si placa e la De Filippi pensa bene di trovare un antidoto, ripristinando una generazione che all’amore vero ci ha sempre creduto, quella della terza età.

Ne verrà fuori una versione Over di “Uomini & Donne” e la formula del programma in questo caso sarà più soft. Vediamo sfilare così negli studi di Cinecittà signori e signore di una certa età, single o vedovi, divorziati o separati, tutti con un unico desiderio: “innamorarsi ancora“. La formula è un grande successo e riesce a risollevare le sorti di un programma che stava prendendo una brutta piega. La De Filippi non abbandona però i consueti troni (pur rinunciando al trono rosa perchè è da sempre quello che ha riscosso un minore consenso di pubblico) e ne innova la formula dal punto di vista autorale, portando in televisione la versione “L’amore non ha età”. Un’altra formula di successo. Il programma si aprirà con un filmato che mostra gli amori famosi tra uomini più giovani e donne più avanti con gli anni, un pò come è successo a lei stessa, che poi ha sposato il buon Maurizio Costanzo.

Giovani tronisti siedono così nei tradizionali troni, ma le novità riguarderanno le corteggiatrici che per l’occasione saranno divise per fasce d’età: le ventenni e le quarantenni. Ne verrà fuori un confronto generazionale molto acceso che decreterà una nuova formula di successo. Adattamenti autorali che il pubblico ha apprezzato e che hanno di fatto portato alla ribalta un format che nella sua formula stantia e ripetitiva aveva stancato, perchè era sempre molto difficile andare alla ricerca di tronisti che avevano realmente voglia di innamorarsi e che, invece, sempre più spesso abbandonavano il programma, dopo la visibilità ottenuta. Intanto il format più longevo della tv italiana ha da un pezzo conosciuto fortuna anche in Spagna, dove va in onda proponendo abbastanza fedelmente la formula iniziale dei troni rosa e blu. Chissà se anche in terra iberica verranno portate le novità “Uomini & Donne Over” e “L’amore non ha età” che tanto successo hanno riscosso in questa stagione. Ancora una volta la De Filippi ha giocato d’anticipo, sapendo intuire cosa piace al suo tanto amato pubblico e sapendo fornire una ulteriore chiave di critica ai suoi altrettanto fidi detrattori del programma.

About Giuseppe Marco

Autore, redattore, giornalista. In una parola "un creativo" della televisione. Si laurea in Scienze della Comunicazione. Al lavoro di analista tv, affianca la frequentazione del Master per autori tv e ha modo di studiare con E. Menduni e C. Freccero. Firma come autore due edizioni dell’Annuario della televisione e in seguito arriva l’esperienza con “Moltomedia”, il laboratorio creativo di Mediaset. Il suo “format crossmediale” viene selezionato dal team Mediaset come uno dei progetti vincitori e inizia il suo percorso di lavoro come autore, che porterà alla realizzazione di un prototipo del progetto. Attualmente lavora in trasmissioni televisive delle reti Mediaset.

5 Comments

  1. rosanna

    novembre 17, 2010 at 19:17

    l’amore nn ha età è divertentissimo…ci voleva proprio un programma così!

    • Giuseppe Marco

      novembre 17, 2010 at 19:24

      @Rosanna:Mi trovi perfettamente d’accordo. Non a caso è riuscito a donare leggerezza ad un programma che stava cominciando a risentire di veridicità e la cui formula stava per stancare il pubblico.

      • rosanna

        novembre 17, 2010 at 19:45

        infatti…e hanno fatto bene ad eliminare il trono rosa dove c’erano solo ragazze “inadeguate”,a parte Ramona e l’altra ragazza ke aveva scelto Emiliano di cui (mi scuso)nn ricordo il nome…

  2. Pingback: L’isola dei famosi sfida il Grande Fratello. Due reality allo stesso giorno (per la prima volta) | Lanostratv.it

  3. Pingback: Giulia Montanarini e Teresanna Pugliese. A Uomini e donne arrivano la principessa e Cenerentola | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *