Cara Tv, ti scrivo…

By on dicembre 21, 2010

Cara Tv,

tu che ci governi ormai da più di 50 anni, per questo Natale portaci qualcosa di nuovo. Non pretendiamo una rivoluzione, i reality ci sono, e ce li teniamo, ma ci basterebbe qualche programma che non sia la fotocopia di qualcos’altro. Speriamo che i bambini per queste feste ritornino a cantare sotto l’Albero per parenti e amici e non in Tv, in quei programmi dove imitano i grandi. Se puoi, cara Tv, in questi giorni evita di mandare in onda le solite repliche dei film che ormai sappiamo a memoria. Fa che in queste settimane i protagonisti dei tuoi programmi non litighino, non alzino la voce, almeno per rispetto del Santo Natale, che non succeda nulla di grave, così da poter evitare l’ennesimo, macabro, plastico di Vespa. Speravo che quest’anno ci proponessi almeno delle pubblicità nuove, invece i protagonisti sono sempre questi bambini dai riccioli d’oro che mangiano panettoni come se non ci fosse un domani.

natale

In questi giorni ci sarà la Carlucci a tenerci compagnia, ci stai tartassando con i promo, con il suo nuovo (si fa per dire) programma, un talent, fatto da ragazzi che cantano (avanguardia pura), speriamo non sembri la Sagra degli improvvisati, altrimenti il tacchino chi lo digerisce. Mia amata Tv, speravo che per qualche giorno mandassi Barbara D’Urso in vacanza dai suoi figli, invece no, ce la riproponi, come gli avanzi del Natale a Santo Stefano e, per stare sereni, il Capodanno ci consigli di passarlo con lei…Grazie davvero. Per farci arrivare preparati, ci stai già imbottendo di Sanremo, Morandi dalla Cuccarini, che come sempre ci ricorda che la protagonista del Festival sarà la musica (dì la verità, intendeva la sua?)…speriamo che almeno le presentazioni dei cantanti in gara non le canti. Cara Tv, speriamo che per queste Feste, Belen se ne resti un po’ casa, a riposarsi, magari un raffreddore, due linee di febbre (vengono a tutti, a lei no?) altrimenti corriamo il rischio che le fai leggere il discorso di fine anno del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

raffaella carrà

Posso esprimere un desiderio mia amata Tv? Fai presentare un programma alla Carrà? Lo so, sono antico, superato, ma vorrei riassaporare ancora per un istante il gusto della Tv fatta bene; non pretendo un Varietà (mi rendo conto che ormai ha una certa età…arrivarci così!), quello che vuoi tu, tanto Raffaella è talmente brava che potrebbe leggere anche l’elenco del telefono…resta e resterà la migliore. Cara Tv, ti auguro Buon Natale dal profondo del cuore perché, anche se ti critico e ti vorrei diversa, ti accetto per quello che sei…lo ammetto, senza di te non so stare!

About Nicola Zamperetti

Nato a Valdagno (VI) nel 1978, da un decennio lavora nel mondo dello spettacolo come performer teatrale e attore. Ha partecipato a molti programmi come "Sarabanda" "Domenica In" "Carramba che fortuna"... Scopre l'amore per il teatro, soprattutto per i Musical (Grease,Il Ritratto di Dorian Gray e A Chorus line) e per le Fiction (La Ladra, Il Peccato e la Vergogna e Donna detective). E' cresciuto guardando la tv e si definisce figlio del tubo catodico. Promette di essere ironico, tagliente e cinico nei suoi Articoli.

6 Comments

  1. Taty Rossi

    dicembre 21, 2010 at 12:22

    Grande Nicola!
    Ti prego, però, scrivi alla nostra amata Tv, di non privarci di “Riccioli D’oro” e “Fantaghirò” in questi giorni di feste. Che Natale sarebbe senza? 😉

    • Nicola Zamperetti

      dicembre 21, 2010 at 15:12

      Grazie Taty! Speriamo veramente! La Martinez con quel caschetto non so se la reggerei ancora! Senza sarebbe un Natale migliore:-)

      • salvatore napoli

        gennaio 6, 2012 at 02:21

        Caro Nicola c’e’ poco da fare mal governati ovunque…grandi direttori rai avedo il culto dell’arte tv hanno affidato carta bianca alla piu’ grande donna di spettacolo di tutti i tempi, dimostrando di arrivare sempre ben oltre le aspettative dando alla tv italiana lustro e guadagni. Poi arrivo l’italia del tarocco e in rai, quindi, arrivo’ Del noce con la sua bancarella di noci piccole di poco conto, quattro nuove belloccie a riempire i palinsesti ridicole a volte nel cimentarsi ad intervestare personalità dello spettacolo molto piu’ grandi di loro “conduttrici”, mai il mito Carrà e anche per questo è unica. In ogni caso il sopra citato cambio’ un po il perrcosso “carrieristico” della Carrà, a volte quando si dice il potere nelle mani sbagliate…a parte le bellocce da lui portate c’erano e ci sono in pompa magna le impiegate tv, evidente protette, vedi Carlucci con i suoi ripoprosti balli di qua e di là e la riccia Clerici tra le “pignate” della sua cucina tv e idee di programmi rubati alla Raffa nazionale….Da li il tarocco ha preso piede e artisti del calibro Carrà ci vengono negati ! E proprio lo sprofondo di un’italia che brillava a partire dalla tv, quando gli psicologi di mezzo mondo correvano in italia per studiare il fenomeno Carrà ! Caro Nicola buon anno a te e che chi si trova ai posti di “comando” si rendesse conto che ci vergognamo di quest’italia tarocca fatta di manovre sulle nostre tasche e nella nostra tv! Anche senza uno sho targato Raffa ti ricordo, come disse la grande Littizzetto: solo la Carrà e per sempre…io aggiungo : ora piu’ che mai, menomale che registravo i suoi programmi !!!

  2. Luca

    dicembre 21, 2010 at 15:35

    ahahaha complimenti Nicola, sono d’accordissimo con te! Evviva la Raffa!

  3. Pingback: Senso della vita: Tv di Idoli o Ideali? | Lanostratv.it

  4. salvatore napoli

    gennaio 6, 2012 at 02:25

    Visto quanti errori di battitura, tutti gli accenti mancati le w non messe è evidente che il tarocco pervade in me 😉 sorry

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *