Ecco Ciao Darwin in salsa cinese

By on dicembre 27, 2010
Logo Ciao Darwin 6

Ni hao Darwin“: si chiamerà così un nuovo programma d’intrattenimento che è da poco approdato nelle tv cinesi. Si tratta della trasposizione in salsa cinese del format tutto italiano “Ciao Darwin, ideato da Paolo Bonolis e Stefano Magnaghi. E’ Liaoning Tv, una delle  più popolari in Cina, a trasmettere il programma. Il conduttore del programma è Mister Guo, uno dei presentatori più popolari del mondo dello spettacolo cinese e il programma è rimasto identico all’originale: quindi spazio a Madre Natura, prove di intelligenza, di forza fisica, di coraggio e spazio anche ai cilindroni per la prova finale. “Qualche differenza con l’originale c’è-spiega Paolo Bonolis-ed è nella gestione del pudore, in Cina ne hanno un forte senso e quindi sono più buoni e meno sfacciati di noi.” Infatti la Madre Natura made in China sarà completamente vestita. Il conduttore ha poi aggiunto: “Anche se il programma è considerato sfacciato e spregiudicato per la tv cinese“. Di ritorno da Pechino, dove ha assistito alla prima puntata, il popolare conduttore si è mostrato particolarmente soddisfatto: “Riuscire a vendere qualcosa ai cinesi non è roba di tutti i giorni“. Anche Stefano Magnaghi, consulente editoriale di Mediaset, è particolarmente felice per essere riuscito a vendere il format: “Per noi quello cinese è un mercato immenso. Loro hanno una velocità pazzesca nel realizzare un progetto, ma hanno bisogno della nostra creatività. D’altra parte lì l’entertainment ha appena cinque anni“. E ora possiamo aspettarci che Ciao Darwin possa ritornare in onda anche in Italia, la sesta edizione ha fatto registrare numeri da record arrivando addirittura al 32% di share.

About Matteo Pagano

Nato a Casarano (Lecce) nel 1990, è il più giovane tra i Redattori. Frequenta nel Salento la Facoltà di Scienze della Comunicazione, si definisce socievole, ironico e simpatico. Non ha peli sulla lingua, non sopporta l'ipocrisia, ama scrivere ed ascoltare musica. La sua passione è esplosa al Liceo quando gestiva un giornalino di classe. Ha collaborato con giornali online di universitari e il suo rapporto con la tv è di amore-odio.

One Comment

  1. Xin

    gennaio 20, 2011 at 10:53

    Il made in China vince sempre….

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *