Garko ha trovato il suo rivale da fiction. E’ Rodrigo, il divo di “Terra ribelle”

By on dicembre 7, 2010

Il piccolo schermo è popolato di fiction televisive di grande o minore successo. E’ difficile spesso riuscire a interpretare quelli che sono i gusti del pubblico e non è scontato che le storie d’amore vincano a tutti i costi. Molto spesso non basta neanche una sceneggiatura dignitosa o interpretazioni magistrali per fare alzare il termometro dell’Auditel.  Ci sono volti che a dirla tutta sono diventati una garanzia di successo e il più delle volte valgono molto di più di una trama avvincente o una recitazione impeccabile. Gabriel Garko, per esempio, è diventato il volto simbolo delle fiction Mediaset e ad ogni suo passaggio televisivo il pubblico risponde all’appello, premiandolo negli ascolti. L’attore è diventato un vero sex symbol ed è richiestissimo perchè gli ascolti pagano. Ci sono persino conduttori che sarebbero disposti a spostare persino giorno di programmazione della propria trasmissione, pur di non scontrarsi contro una fiction con protagonista l’aitante attore. La prima a rispondere all’appello è Antonella Clerici che, da ben due stagioni, soffre della concorrenza delle fiction interpretate da Garko. Lo scorso anno, a causa di una forte controprogrammazione legata a una fiction di Canale 5 interpretata dall’attore, è arrivata, persino a chiudere i battenti, dopo poche puntate del suo programma Tutti pazzi per la tele“.

In questa nuova stagione, la fiction “Il peccato e la vergogna” con Garko e Manuela Arcuri e poi “Caldo criminale(questa volta l’attore si accompagnerà a Sabrina Ferilli) hanno dato filo da torcere  a “Ti lascio una canzone” che è decisamente calato negli ascolti, pur mantenendo una soddisfacente media di share. Il pubblico (in prevalenza quello femminile, ndr) non riesce proprio a resistere alle passionali scene di sesso che imperversano in tutte le fiction con protagonista Garko che viene mostrato in tutta la sua possente fisicità. L’attore sembra non avere rivali e nemmeno Raoul Bova riesce ormai a contrastare il suo ruolo di sex symbol.

C’è tempo per cambiare idea. Ad essere riuscita a creare un “nuovo uomo immagine” e un promettente volto da fiction è stata la regista Cinzia Th Torrini (per intenderci colei che lanciò il fenomeno “Elisa di Rivombrosa“) con un prodotto nuovo di zecca, andato in onda con straordinario successo su Raiuno, dal titolo “Terra ribelle“. La fiction, oltre ad avere riportato ascolti record, è stata come tutti i prodotti fortunati,  anche foriera di grandi polemiche, a causa delle scene di sesso mandate in onda giudicate troppo esplicite per l’orario di programmazione. Nota di rilievo che il pubblico femminile non si è fatto sfuggire è stata proprio la presenza di un nuovo attore che ha interpretato il ruolo di Andrea nella fiction “Terra ribelle“.

La Torrini ha pensato bene di andare oltre l’Italia per cercare il protagonista di questa nuova fiction e ha scelto un attore argentino, Rodrigo Guirao Diaz. Come Garko, anche lui biondo, occhi chiari, fisico scultoreo e da subito protagonista di scene osè nella fiction “acchiappa-ascolti” della stagione. Sembra essersi imposto in televisione un nuovo tipo di bellezza maschile, il ritorno del principe azzurro che fa soccombere il mito dell’uomo mediterraneo, moro e con gli occhi scuri. Si mette in evidenza una bellezza maschile più femminea che viene preferita a quella dell’uomo rude di un tempo.

Un dato di fatto è che da oggi Gabriel Garko ha un nuovo rivale sul campo che risponde al nome di Rodrigo Guirao Diaz. Fiction Mediaset contro Rai. I due attori ora sono pronti per un “faccia a faccia” a colpi di fiction..

About Giuseppe Marco

Autore, redattore, giornalista. In una parola "un creativo" della televisione. Si laurea in Scienze della Comunicazione. Al lavoro di analista tv, affianca la frequentazione del Master per autori tv e ha modo di studiare con E. Menduni e C. Freccero. Firma come autore due edizioni dell’Annuario della televisione e in seguito arriva l’esperienza con “Moltomedia”, il laboratorio creativo di Mediaset. Il suo “format crossmediale” viene selezionato dal team Mediaset come uno dei progetti vincitori e inizia il suo percorso di lavoro come autore, che porterà alla realizzazione di un prototipo del progetto. Attualmente lavora in trasmissioni televisive delle reti Mediaset.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *