“I Cesaroni”, la fiction di punta di Mediaset crolla. Solo il 15,63% di share

By on dicembre 8, 2010

Chi l’avrebbe mai detto che a cedere in questa tentennante stagione sarebbe stata anche la fiction tv più di successo degli ultimi anni, “I Cesaroni“?  Proposta come una novità nella prima serie su Canale 5, ha introdotto il concetto di “famiglia allargata” come motore principale della sceneggiatura e circoscritto a un quartiere romano l’ambientazione da cui prendono le mosse le vicende della famiglia Cesaroni. Il mitico e intramontabile quartiere della Garbatella che, grazie alla fiction, ha avuto una eco mediatica ancora maggiore. Il trionfo della romanità e del provincialismo in senso stretto, condito da una comicità che ha da sempre caratterizzato i personaggi di questa serie. Principali protagonisti sono Giulio nei panni di Claudio Amendola e Lucia, interpretata dalla brava Elena Sofia Ricci. Un cast ricco con attori come Max Tortora, Antonello Fassari e giovani protagonisti, lanciati proprio dalla fiction, come Alessandra Mastronardi e Matteo Branciamore. Il successo non si fa attendere ed il pubblico premia con ottimi risultati di ascolto la fiction che ha il merito di avere introdotto (nel bene e nel male) un “nuovo linguaggio”, spesso però troppo colorito e a tratti – dai critici – ritenuto volgare. Le polemiche fanno parte dei giochi. Vengono subito prodotte le successive due serie che si concentrano questa volta principalmente sulla storia d’amore tra Marco (Matteo Branciamore) e Eva (Alessandra Mastronardi) appassionando milioni di telespettatori e accendendo il popolo del web con tanti fans club loro dedicati.

Si scatena anche il merchandising dedicato alla popolare serie e Matteo Branciamore si propone anche come cantautore, interpretando diverse canzoni che di fatto poi entrano a fare parte di una compilation. Con la quarta stagione, Lucia interpretata da Elena Sofia Ricci lascia la serie e molti protagonisti entrano a far parte del cast tra cui Barbara Tabita. Il successo si eclissa e ridimensiona in modo incredibile tanto da raggiungere risultati di ascolto molto al di sotto della media di share prevista per l’ammiraglia Mediaset. Da dimenticare il risultato riportato ieri dai Cesaroni che totalizzano soltanto il 15,63% di share con 4.150.000 telespettatori e vengono superati persino da Rai3 con “Ballarò” che ha un riscontro del 16,27% di share.

Per non parlare del grande successo riportato da Raiuno con la prima tv di “Cenerentola” che ha visto l’attenzione di ben 7.168.000 telespettatori con uno share del 26,58%. Gli Italiani non smettono mai di sognare, ma è certo che la comicità portata in televisione dai “Cesaroni” ha ormai fatto il suo tempo. C’è da dire che la fiction negli anni passati è stata anche compromessa dalle troppe repliche mandate in onda nel periodo estivo che hanno reso saturo il prodotto, oltre che dall’abbinamento nella messa in onda con “Un ciclone in famiglia“, che aveva conosciuto una notevole crisi di ascolti. Per Claudio Amendola, tra l’insuccesso della serie tv e il flop della prima da conduttore in Let’s Dance, non è proprio il suo periodo migliore.

About Giuseppe Marco

Autore, redattore, giornalista. In una parola "un creativo" della televisione. Si laurea in Scienze della Comunicazione. Al lavoro di analista tv, affianca la frequentazione del Master per autori tv e ha modo di studiare con E. Menduni e C. Freccero. Firma come autore due edizioni dell’Annuario della televisione e in seguito arriva l’esperienza con “Moltomedia”, il laboratorio creativo di Mediaset. Il suo “format crossmediale” viene selezionato dal team Mediaset come uno dei progetti vincitori e inizia il suo percorso di lavoro come autore, che porterà alla realizzazione di un prototipo del progetto. Attualmente lavora in trasmissioni televisive delle reti Mediaset.

One Comment

  1. Pingback: Maria De Filippi uccisa da Let’s dance e Martina Stavolo | Lanostratv.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *