Il giallo vince. Dopo Sarah Scazzi è Yara la nuova “eroina” in tv

By on dicembre 3, 2010

L’informazione in televisione in questa stagione non si può di certo dire che abbia disinteressato i telespettatori. Se i programmi di intrattenimento hanno conosciuto una evidente flessione, tutte quelle trasmissioni dominate dalla vicenda mediatica hanno potuto godere del vasto e crescente interesse del pubblico. Sarah Scazzi è stata “tristemente” l’eroina acchiappa-audience degli ultimi mesi e la vicenda e le sue possibili risoluzioni sono state risolte in dibattiti tv, spesso molto accesi. Quando l’attenzione verso la Scazzi stava dando i primi segni di cedimento, ecco subentrare, per il re dei media, un altro caso di cronaca, avente sempre come protagonista una adolescente, la piccola Yara Gambirasio. Questa volta il giallo ha un’altra storia.Se il perno centrale della vicenda Scazzi era quella di riuscire a decifrare chi avesse commesso l’omicidio della piccola Sara, in questo caso non si hanno tracce di Yara e per ora è stata registrata soltanto la sua scomparsa. Secondo il racconto riportato, l’adolescente sarebbe uscita dalla palestra e poi da quel momento nessuno avrebbe avuto più notizie di lei. La tv, anche in questo caso, non perde tempo e diventa tutta un “impegno” a scoprire la verità e si interroga, insieme al suo pubblico, su quale possa essere stato il destino di Yara.

Il piccolo schermo, a volte, tende ad esagerare sulla spettacolarizzazione di vicende di questo tipo e, proprio grazie alla potenza del mezzo, tutti sanno chi è Sarah Scazzi. Tutti sono interessati a conoscere chi è stato il colpevole, attraverso i dettagli raccontati dalla piccola-grande lente del video. Ora tutti sapranno chi è Yara Gambirasio, la nuova protagonista dei contenitori pomeridiani, di interi speciali a lei dedicati. Sicuri che ancora una volta la tv si impegnerà (per il bene del suo pubblico e per il bene dell’audience, ndr) a farci conoscere, approfondire, a fare ipotesi, dedicare interi momenti di talk alla “nuova eroina del 2010”: Yara.

Saranno i numeri di share a decretare quanto se ne parlerà veramente. Se il punto di riferimento da cui partire è la vicenda di Sarah Scazzi, allora vorrà dire che ne sentiremo parlare ancora per molto tempo…

About Giuseppe Marco

Autore, redattore, giornalista. In una parola "un creativo" della televisione. Si laurea in Scienze della Comunicazione. Al lavoro di analista tv, affianca la frequentazione del Master per autori tv e ha modo di studiare con E. Menduni e C. Freccero. Firma come autore due edizioni dell’Annuario della televisione e in seguito arriva l’esperienza con “Moltomedia”, il laboratorio creativo di Mediaset. Il suo “format crossmediale” viene selezionato dal team Mediaset come uno dei progetti vincitori e inizia il suo percorso di lavoro come autore, che porterà alla realizzazione di un prototipo del progetto. Attualmente lavora in trasmissioni televisive delle reti Mediaset.

2 Comments

  1. lostina

    dicembre 5, 2010 at 00:12

    Non credo che sarà un sara scazzi bis, è solo una persona scomparsa come tante. In comune hanno solo che sono givani

    • Giuseppe Marco

      dicembre 5, 2010 at 13:46

      @lostina:l’andazzo sembra essere quello. Bisognerà vedere come si evolverà questa vicenda e quanto effettivamente farà da calamita sul pubblico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *