La 7 offre posti di lavoro a tempo indeterminato in diretta tv! E’ giusto?

By on dicembre 19, 2010
la7

La televisione ha riunito persone che non si vedevano da una vita (Carramba che sorpresa), ha raccontato storie di vita difficili e tormentate (C’è posta per te), ha fatto ritrovare amori finiti (Stranamore). E’ stata anche una tv più impegnata (appellata spesso come “tv utile“) quando si è messa alla ricerca di persone scomparse (Chi l’ha visto?), quando ha dato consigli accompagnando mano mano la casalinga e insegnandole a cucinare in diretta tv (La prova del cuoco) o anche parlando nello specifico del trattamento di alcune malattie, dando consigli diretti grazie alla presenza di un medico generale in studio (Elisir). La tv sembra aver superato ogni confine. Ne sta per sciogliere, forse, l’ultimo, uno invalicabile che ancora non aveva avuto il coraggio di affrontare. Il tema è quello delicatissimo del lavoro. La rete che se ne occuperà è La 7. Il titolo del programma che tanto farà discutere è “Il contratto-Gente di talento” e alla conduzione ci sarà una ex iena, Sabrina Nobile.

Il format prevede di dare la possibilità a 8 persone di potere conseguire in diretta televisiva un contratto di lavoro a tempo indeterminato che, di questi tempi e in epoca di crisi, fa gola a tutti. Il programma prevede la presenza di alcune figure legate al mondo del lavoro come una coach motivatrice, una filosofa del lavoro e un head hunter che sarà dalla parte delle Aziende che offriranno il posto di lavoro. I primi posti in palio riguarderanno il mestiere dell’ottico, del designer e dell’animatore turistico.  La trasmissione proposta da La 7 (in partenza a Febbraio 2011) fa leva su una delicata questione che riguarda da vicino soprattutto il mondo dei giovani, sempre più spesso precari e disoccupati.

E’ facile oggi trovare studenti brillanti con tanto di laurea che sono costretti a svolgere un lavoro non qualificato e non riescono a svolgere la professione per cui hanno studiato tanto tempo. In Italia è una pratica sempre più diffusa che carica di frustrazioni le nuove generazioni. Un tema serio, delicato, con importanti risvolti psicologici e sociali. E’ il caso veramente di affrontarlo in Televisione? Il punto di domanda maggiore riguarda il compromesso che si frappone tra candidato e Azienda. Perchè un aspirante lavoratore dovrebbe andare in televisione per potere contattare l’Azienda per cui vuole lavorare?

Non basta inviare un curriculum vitae, essere contattati direttamente dall’Azienda e andare a svolgere un colloquio? No! Sono rari i casi ormai in cui si viene contattati, dopo avere mandato un cv! Per potere ottenere un posto di lavoro (e per altro attenzione, a tempo indeterminato!) il conto da pagare sarà quello di mostrarsi alle telecamere, di svolgere il colloquio in diretta tv e di ascoltarne l’esito (che nella realtà di tutti i giorni nemmeno viene dato) davanti a milioni di spettatori. Per me l’idea del programma è bocciata sulla carta. Certi argomenti sono troppo importanti e delicati per farne una trasmissione televisiva. Scommetto però che, visto il premio in palio dagli studi del programma, per parteciparvi ci sarà la fila…

About Giuseppe Marco

Autore, redattore, giornalista. In una parola "un creativo" della televisione. Si laurea in Scienze della Comunicazione. Al lavoro di analista tv, affianca la frequentazione del Master per autori tv e ha modo di studiare con E. Menduni e C. Freccero. Firma come autore due edizioni dell’Annuario della televisione e in seguito arriva l’esperienza con “Moltomedia”, il laboratorio creativo di Mediaset. Il suo “format crossmediale” viene selezionato dal team Mediaset come uno dei progetti vincitori e inizia il suo percorso di lavoro come autore, che porterà alla realizzazione di un prototipo del progetto. Attualmente lavora in trasmissioni televisive delle reti Mediaset.

One Comment

  1. Pingback: Sabrina Nobile vuole offrire un contratto di lavoro su La 7. Flop per la prima! | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *