Mistery Story: Voglio fare il politico!

By on dicembre 17, 2010

Chi dei nostri cari lettori non ha affrontato almeno un Casting? Chi non ha mai pensato alla partecipazione ad un Reality? Puntando su “se stessi” col Grande Fratello, o almeno così dicono; sfruttando “il proprio talento” con X Factor o Amici o Italia’s got Talent; cercando di “superare i propri limiti” con l’Isola dei Famosi o con La Talpa. Chi più ne ha, più ne metta. Chi non ha mai desiderato la “visibilità” superando quella del Papa, come afferma Belen Rodriguez? In realtà, se avete affrontato anche solo uno dei Casting per puntare a queste produzioni, avete sbagliato strada, se il vostro obbiettivo era la visibilità, perché oggi la si ottiene solo entrando in politica o fingendosi politici. Non occorrono grandi doti, talenti innati o raccomandazioni, basta la faccia tosta e negare l’evidenza. Ovviamente, però, se non vi interessano i soldi, il prestigio, il potere e se non vi interessa avere sempre ragione, allora fate la professione per la quale state studiando seriamente. Non ci sarà mai termine allo stupirsi, un esempio è stata l’”Apologia di reato” di giovedì sera alla puntata di Annozero di Michele Santoro. Gli attori in scena: Ignazio La Russa, un Giovane anonimo studente di Scienze Politiche e, tra i due, il domatore-conduttore-giornalista Michele Santoro. protesteLa mela della discordia: martedì 14 dicembre, scenario di molti teatri, la fiducia alla camera e al senato; le rivolte in piazza; pubblicazione dell’album di inediti di Michael Jackson e non dimentichiamo la Principessa Elena di Spagna che sfoggia una borsa di Chanel in lana bouclèe.

Ma dopo tutti questi inaspettati eventi, non poteva mancare lo zampino di Rai Due con Annozero e il diplomatico Santoro che, vantandosi di non avere l’immunità parlamentare, si compiace di assumersi le proprie responsabilità. O meglio decanta l’ardire di tanto coraggio perché alle spalle ci sono milioni di telespettatori: farebbe lo stesso se fosse solo? Il teatrino dell’ultima puntata ha visto protagonisti il Ministro della Difesa l’On. Ignazio La Russa e un giovane universitario che, sprezzante dell’autorità che aveva di fronte, ma forte del popolo che aveva le spalle, si è inerpicato in un’interessante apologia a difesa delle sommosse di questi “giovani e indifesi, nonché sfrattati e bistrattati” fanciulli, e credete davvero che siano tali?

Il Ministro sicuramente no, anzi non ha tollerato facilmente le frecciate avvelenate finchè la sua labile pazienza ha ceduto e, sbottando, ha minacciando di andarsene. Tuttavia, volendo fare l’avvocato del diavolo, le ombre a volte vengono dipinte più nere di quel che sono. La polizia non è innocente, ma neppure i rivoltosi sono dei santi e soprattutto non è possibile fare di “tutta l’erba un fascio”. Un ottimo esempio è stato fornito l’altra sera dove lo studente di Scienze Politiche, con angelico viso, proprio tanto sprovveduto non è apparso, anche se apprezzabile è stato l’osare apparire a volto scoperto e non immerso in sciarpe e passamontagna, che invece sottolineano animi vili e forse solo riottosi (cfr. Ivan Bogdanov, 29 anni, Serbia, tifoso di calcio), ma in realtà non è sembrato altro del merlo che urla al corvo: <<Che nero che sei!>>.

Ignazio La Russa AnnozeroNonostante ciò, l’ Onorevole, non è rimasto inerme e, perse le staffe, non ha risparmiato il “vigliacco” al giovane interlocutore e lì la bagarre ha avuto la sua apoteosi alla faccia dell’apologia di reato. Tuttavia a parte i politici, gli universitari, i rivoltosi, le Forze dell’ordine, i merli e i corvi, noi pubblico, telespettatori, giovani, anziani, uomini e donne, siamo solo questo?

About PierPaolo

Nel 2010 si avventura nella Redazione "Iene" di Mediaset. Tra il Giugno 2010 e l’Aprile 2009 collabora a diversi eventi con scopo benefico per “La città della Speranza” e per i bambini della Costa d’Avorio. Partecipa alla Giuria della manifestazione nazionale di “Miss Italia 2008”. Nel 2007 si laurea in Giurisprudenza e dal 2002 sfila come Modello per le scuderie di alcuni marchi dell’Alta Moda Milanese. Gli anni a precedere lo vedono impegnato come atleta in numerosi sport. Ironia, sagacia e curiosità lo contraddistinguono.

One Comment

  1. Pingback: C’era una volta la televisione… | Lanostratv.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *