Non è la rai special. Sabrina Impacciatore, da “secchiona” nello show di Boncompagni ad attrice

By on dicembre 27, 2010
ok16

Torna con la sua seconda puntata la rubrica dedicata alle ex ragazze di “Non è la Rai”, il programma cult degli anni ’90, ancora amatissimo nonostante siano passati quasi 20 anni dalla sua conclusione. Dopo Antonella Elia, oggi andiamo a ripercorrere i trascorsi di un’altra delle protagoniste dello show di Boncompagni, Sabrina Impacciatore, oggi anche lei una splendida quarantenne. La carriera della Impacciatore è segnata da una presenza costante, quella del regista Gianni Boncompagni che la fa esordire nella sua “Domenica In” per poi arruolarla successivamente in “Non è la Rai“. Il ruolo di Sabrina all’interno del programma sarà diverso dal solito. Non sarà una delle tante ragazze di “Non è la Rai” che ballano a ritmo di Please don’t go. Non indosserà abitini colorati e non parteciperà alle sfilate. La Impacciatore avrà uno spazio tutto suo all’interno della trasmissione. L’angolo della posta. Ironia, intelligenza, simpatia saranno la chiave di lettura più giusta per inquadrare la Impacciatore all’interno di “Non è la Rai“. Nell’angolo della posta, Sabrina intervisterà alcune ragazze del programma e soprattutto giocherà su se stessa, ricoprendo con grande bravura il ruolo della sfigata di turno alla ricerca di un ragazzo da conoscere. Sabrina sarà la donna che non sa camminare, che non sa conquistare un uomo, l’unica ragazza di Non è la Rai che non riceverà un cespuglio di rose rosse e che cercherà di apprendere le nozioni di portamento grazie ai consigli di Mary Patti, una delle ragazze del programma che più si distingueva per eleganza e stile.

Sabrina sarà una macchietta vivente e questa innata simpatia e sua capacità di immedesimarsi in ogni ruolo la porteranno lontano. La faranno diventare la brava attrice di oggi. sabrina impacciatore fotoSabrina per non essere da meno ad ogni ragazza di “Non è la Rai” che si rispetti, proverà anche lei ad esibirsi in canzonette. In un modo tutto suo, senza interpretare canzoni di altri. La Impacciatore scriverà di suo pugno alcune canzoni che poi interpreterà in “Non è la Rai“. Per gli affezionati del programma resterà sempre impressa una canzone inedita, cantata dalla Impacciatore, dal titolo “Nè donna, nè bambina”  (in cui per la prima volta rinuncerà al look da secchiona con occhiali da vista, per indossare un giubbotto di pelle all’ultimo grido e per cercare di fare la “figa”) che segnerà l’esordio di Sabrina come “ragazza di Non è la Rai” impegnata anche nelle esibizioni canore, un must del programma.

Il testo della canzone è molto significativo e rappresentava un pò il personaggio da lei interpretato nel programma, così recitando: Dai 20 ai 25 la vita è molto strana. Sei come una perlina se si rompe una collana. La prima cellulite si fa un pò più vedere. Ti levi il maglioncino per coprirti un pò il sedere. Se poi cerchi un ragazzo e non ne trovi uno ti vien la paranoia che non becchi più nessuno“. Il personaggio comico, negli anni a seguire, Sabrina se lo porterà dietro in molti programmi televisivi a cui ha partecipato, cominciando proprio da “Macao“, sempre sotto l’egidia di Boncompagni. Poi verranno “Mai dire Grande Fratello” dove interpreterà con grande bravura alcuni personaggi del reality omonimo e sarà Lara Croft in “Ciro presenta Visitors“. Il sogno di Sabrina resta però la recitazione e soprattutto il cinema. E se domani, L’ultimo bacio, N (io e Napoleone), Signorina Effe, Baciami ancora,  Manuale d’amore, Concorrenza sleale, La passione di Cristo, sono soltanto alcuni titoli che hanno visto la Impacciatore interprete sul grande schermo.

Sabrina, nel frattempo, non ha abbandonato la conduzione televisiva partecipando a “La valigia dei sogni” su LA 7 dove si occupava di presentare proprio i film che venivano trasmessi durante la serata. Non ultima la partecipazione come conduttrice al Concerto del Primo Maggio. La Impacciatore si dedicherà anche alla fiction tv e viene scelta come protagonista di “Due mamme di troppo“.

sabrina Impacciatore domenica inLa seconda edizione della serie, purtroppo, è stata assai sfortunata (nonostante mi sento di dire che il prodotto nel suo insieme era fatto bene e poteva essere adatto alla famiglia, ndr) e per un ascolto clamorosamente basso per la rete ammiraglia Mediaset viene immediatamente soppressa, senza possibilità di appello. E’ recente una dichiarazione della Impacciatore che lamentava di non essere riuscita ancora ad aver avuto la grande occasione professionale che si aspettava e quello che rimpiange maggiormente è l’avere perso un ruolo importantissimo in un film, rubatole all’ultimo momento niente poco di meno che  dall’attrice Penelope Cruz. Siamo sicuri che le occasioni alla Impacciatore non mancheranno. Quando il biglietto da visita è “talento”, è solo questione di tempo!

About Giuseppe Marco

Autore, redattore, giornalista. In una parola "un creativo" della televisione. Si laurea in Scienze della Comunicazione. Al lavoro di analista tv, affianca la frequentazione del Master per autori tv e ha modo di studiare con E. Menduni e C. Freccero. Firma come autore due edizioni dell’Annuario della televisione e in seguito arriva l’esperienza con “Moltomedia”, il laboratorio creativo di Mediaset. Il suo “format crossmediale” viene selezionato dal team Mediaset come uno dei progetti vincitori e inizia il suo percorso di lavoro come autore, che porterà alla realizzazione di un prototipo del progetto. Attualmente lavora in trasmissioni televisive delle reti Mediaset.

One Comment

  1. Pingback: Non è la rai special. Ambra Angiolini e il successo di tutta una vita. Anche nel privato | Lanostratv.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *