Will&Kate peggio di Belen!

By on dicembre 21, 2010

Il futuro Re al trono William d’Inghilterra Principe di Galles e la storica fidanzatina borghese Cathrine Elizabeth Middleton detta Kate, nelle ultime settimane hanno letteralmente monopolizzato i nostri telegiornali, uno fra tutti  “Studio Aperto“. Prima non li sentivamo nominare così di frequente, se non tutte le volte che si fiutava nell’aria di Londra il tanto atteso matrimonio o quando qualche atteggiamento di Kate, secondo i giornalisti britannici, ricordava l’indimenticata Lady DìTuttavia, da quando la coppiettina inglese ha annunciato le nozze, fissate per il prossimo 29 aprile, apriti cielo: non c’è edizione di “Studio Aperto” che non tratti l’argomento! Tutto è cominciato in un tranquillo lodge in Kenya, quando il figlio di Carlo e Diana ha fatto la proposta di matrimonio a Kate, regalandole un anello in oro bianco con un zaffiro ovale circondato da 14 diamanti come pegno d’amore. Il grande clamore non è stato per la proposta in sè, sebbene i tabloid non aspettassero altro per sbatterlo in prima pagina. A far tanto discutere è stato l’anello: l’anello più chiacchierato di tutti i tempi, e non per il valore economico a contrario di quanto si possa pensare, ma per quello affettivo poichè apparteneva alla tanto compianta Principessa del Popolo.

L’anello, che era stato donato a Lady Diana dal Principe Carlo per la stessa occasione, William lo avrebbe messo al dito della fortunata mogliettina durante il recente viaggio in Africa dicendole “Questo è un modo per rendere mia mamma partecipe di questa giornata“. Questo ci emoziona parecchio, ma l’ufficializzazione del coronamento del sogno era solo l’inizio. Il tg di Italia1 ci ha raccontato anche dei corsi intensivi di etichetta, protocollo reale e di bon ton che la povera Kate è costretta a seguire per cercare di essere all’altezza del titolo di principessa. La casa reale, preoccupata per lo stress e le pressioni a cui la debole Kate sarà sottoposta, ha deciso di imporle un sostegno psicologico, per evitare che la depressione che colpì Diana pochi mesi dopo il matrimonio con Carlo, colpisca anche lei.

Argomenti che il notiziario di Giovanni Toti tratta con grande importanza, con tutto il rispetto per la Middleton, chiaramente. Se pensavamo che i sudditi di Queen Elizabeth II vedessero la fidanzatina d’Inghilterra come la nuova Principessa del Popolo, ci sbagliavamo perchè, sempre secondo la redazione di Toti, gli inglesi non la riterrebbe degna del titolo, tanto da soprannominarla “the commoner“. Colpa della Middleton sarebbe di non essere una sangue blu, in quanto discendente da una famiglia di operai e minatori. Ma lo sapevamo anche noi, fedeli sudditi di Re Silvio I, che Kate è figlia di due ex assistenti di volo, della compagnia “British Airways“, arricchiti aprendo un servizio di vendita per corrispondenza di articoli per feste. Povera Kate, che colpa ne avrà lei se i suoi genitori sono solo dei semplici borghesi senza una goccia di nobiltà nelle vene?

L’ultima news da Londra la rivela il sito del “Daily Express” che avrebbe disseminato il panico a Buckingham Palace: secondo il tabloid britannico, anche gli anarchici del mondo attenderebbero con ansia le nozze del secolo ma non per congratularsi con i futuri sposi. Il loro obiettivo sarebbe di far naufrugare il matrimonio: un gruppo di anarchici avrebbe minacciato il principe e la fidanzata, attraverso un sito, con frasi inequivocabili “Il matrimonio reale segnerà la fine del capitalismo” e ancora  “Le monarchie sono morte, quella britannica è soltanto un giochetto da Euro Disney”, tanto che “Scotland Yard” non ha sottovalutato le intimidazioni ed è in stato di allerta. Stranamente il Tg di Italia1 non ha ancora parlato dell’inconveniente capitato al cantante Michael Bublè, nonostante abbia a che fare direttamente con i futuri sovrani. Lo sfortunato musicista canadese, autore di grandi successi come “Home” e “Save the last dance for me“, ha dovuto anticipare la data delle nozze con la splendida modella argentina Luisana Lopilato perchè coincideva con quelle di Will&Kate. Sebbene pronunceranno il loro fatidico a Vancouver, Michael Bublè e la fidanzata hanno preferito rinunciare al 29 aprile 2011 per non contendersi i riflettori internazionali con i futuri reali d’Inghilterra.

Si è parlato tanto anche dei costi del matrimonio del secolo, dei diritti tv, dei soldi dei sudditi, degli invitati, dei non invitati, della prima uscita ufficiale dei fidanzatini a scopo benefico, dell’intimo che indosserà Kate la prima notte di nozze… Bastaaa, chiedo una tregua, non se ne può più, quasi peggio di Belen (si fa per dire!). Non sono ancora sposati e già ci hanno stancato, ci facevano tanta simpatia e adesso ce li stanno facendo odiare. Vero è che “Studio Aperto” vive di questi topic ultra-leggeri ma, come dicono gli anglofoni, we have had enough!

About Taty Rossi

Nata a Milano sotto il segno dei Pesci, ha origini eritree, una pelle color cannella e si definisce "un'amante della parola". Ha studiato recitazione e conduzione televisiva presso il Centro Teatro Attivo di Milano poiché teatro, cinema e televisione sono le sue più grandi passioni. Oggi cura i servizi esterni del programma "Live In Style" in onda ogni venerdì alle 18.15 su 7Gold.

One Comment

  1. Pingback: William, Kate, la loro progenie e gli abiti da sposa | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *