Non è la rai special. Ambra Angiolini e il successo di tutta una vita. Anche nel privato

By on gennaio 14, 2011
ambra copertina

Nuovo appuntamento con la rubrica “Non è la rai special“, dedicata a ripercorre le geste delle ex ragazze più famose del piccolo schermo e capire come è proseguita la loro vita professionale, una volta spente le luci della ribalta. Dopo Antonella Elia, Sabrina Impacciatore e Laura Migliacci, ora è la volta della più popolare delle ragazze di “Non è la rai“, vista ultimamente nella fiction di Raiuno, “Eroi per caso” che ha avuto un buon successo di pubblico. Al centro della rubrica, oggi c’è Ambra Angiolini, l’autentica star del programma di Boncompagni. Timida, quasi impacciata e con tanta paura della telecamera. Era questa la piccola Ambra al suo debutto ai tempi di “Bulli & Pupe“. Sembrava lontana anni luce da questo mondo e il suo debutto (con la voce di una vocalist) con il brano “Poster” ha fatto storia. Ambra Angiolini entra a fare parte del programma alla seconda edizione, quella condotta da Bonolis ed in quel momento il diabolico Boncompagni stava già pensando di abolire la figura del conduttore e dare in mano il programma alle ragazze. Serviva una nuova conduttrice. Sarebbe stata la prima conduttrice minorenne ad avere sulle spalle un intero programma in diretta di due ore. Il regista scelse alcune delle ragazze su cui puntare per testare le loro capacità e soprattutto il gradimento del pubblico. Ogni ragazza prescelta avrebbe così avuto uno spazio in cui presentare un gioco (tra le prescelte, oltre ad Ambra, figuravano Roberta Ghinazzi, Francesca Gollini, Mary Patti, Alessia Merz, Miriana Trevisan, Ilaria Galassi in coppia con Roberta Carrano) dove interagire col pubblico da casa, attraverso una telefonata. Ambra Angiolini conduceva il famigerato gioco dello zainetto che ai tempi spopolò tra i fans del programma.

L’idea del gioco era semplice. I telespettatori di Non è la rai dovevano indovinare quali oggetti appartenenti ad Ambra erano contenuti nello zainetto. Ambra Angiolini Non è la RaiA soli quindici anni, Ambra così debuttò in diretta così presentandosi: “Sono Ambra. Ho 15 anni e che Dio me la mandi buona giocherò con voi“. Non appena si accendeva la lucina della telecamera, la timidezza della Angiolini spariva e fin dal suo esordio si rivelò la ragazzina sfrontata che poi sarebbe esplosa nel programma. Il ruolo dell’antipatica di turno e della presuntuosetta riusciva benissimo ad Ambra. Nacque il caso. Ambra era su tutti i giornali. Tutti parlavano di lei. Era nata una piccola grande star. Non era tutto rose e fiori per la quindicenne che si portò dietro, al contrario, un mare di polemiche.

Creò non poche discussioni, lo schierarsi della ragazzina più famosa della tv, nel corso della campagna elettorale nel 1994 quando parlò apertamente a favore di Silvio Berlusconi. Ambra, fu inoltre la prima adolescente ad intervistare in televisione politici e intellettuali e a smuovere anche un esercito di femministe che un giorno di registrazione del programma si presentarono davanti agli studi del Palatino per protestare contro il modello di donna che faceva conoscere il programma. Ambra era diventata la regina dello show. Ambra Angiolini T'appartengoNon solo presentatrice e intrattenitrice. Boncompagni la trasformò anche in una cantante. Ambra cantò con la sua voce e venne lanciato il suo primo disco: “T’appartengo“.

Il brano divenne un tormentone e fu un grande successo, non solo italiano. La Angiolini portò in breve tempo le sue canzoni, anche in Spagna e in Cile. Ai suoi concerti c’era il tutto esaurito. Era diventata a tutti gli effetti un fenomeno di costume, tanto da vincere il Telegatto come personaggio femminile rivelazione dell’anno. Chiusi i battenti del programma, i più maligni pensavano che la stella di Ambra si sarebbe presto offuscata. Sbagliato! Arriva la proposta di una signora della televisione, Fatma Ruffini che la vuole come conduttrice del nuovo programma di Italia 1, quello che avrebbe presto il posto di “Non è la rai“. I nuovi pomeriggi saranno all’insegna di “Generazione X“, un programma dal taglio giovanilistico con un buon sapore di musica. Un discreto successo. Certo non i fasti di “Non è la rai“.

Di pari passo alla carriera di conduttrice, Ambra coltiva anche quella di cantante e di attrice. Arriva “Angiolini” e “Tu sei” (uno dei brani del cd, ndr.)  è la sigla di “Generazione X”. Ambra si fermerà a quattro dischi (il terzo è “Ritmo vitale” e l’ultimo, quello di minor successo, è “Incanto“) per poi decidere di dire basta alla carriera di cantante. Le mire di attrice per la Angiolini cominciano in bellezza con un ruolo da protagonista per un film tv, “Favola“. (“per i collezionisti del genere è una vera chicca “trash”) Emblematica la frase che Ambra pronunciava nel film: “Che figo, altro che Take That“. ambra sanremoLa carriera di conduttrice continuerà con programmi come “Super”, “Non dimenticate lo spazzolino da denti” e la grande occasione di Ambra sarà sicuramente quella della conduzione (accanto a Pippo Baudo) del “Dopofestival di Sanremo“.

Ambra Angiolini può definirsi a tutti gli effetti un personaggio a tutto tondo e con successo si è dedicata alla radio e al teatro, per poi scegliere definitivamente la strada da seguire, fare l’attrice. ambra angiolini saturno controRiuscirà pienamente nell’intento confermandosi un’attrice di talento e facendosi notare in particolare per la sua interpretazione nel film “Saturno contro” di Opzeteck. Poi arrivano tra i tanti titoli cinematografici, “Bianco e Nero” diretta da Cristina Comencini e “Immaturi” di Paolo Genovese. In questo ultimo anno, Ambra Angiolini è molto impegnata anche in televisione nel fronte fiction. Su Italia 1 sarà tra i protagonisti della sit-com “All stars“, accanto a Fabio De Luigi e nei giorni scorsi ha recitato nella fiction “Eroi per caso” accanto a Flavio Insinna (la fiction ha riscosso un buon successo battendo la prima puntata di “Amici”).

Oltre ad essere stata la regina di Non è la rai e il sogno di migliaia di adolescenti, Ambra Angiolini resta una delle presenze più riuscite create da Boncompagni, nonchè un’attrice di indiscusso successo. Ambra ha il tempo di dedicarsi anche alla sua vita privata, nonostante i molteplici impegni professionali. ambra angiolini e francesco rengaTutti sanno che è ormai da molti anni la compagna del cantante Francesco Renga e ha avuto tempo anche di avere due figli, Iolanda e Leonardo. Un vero esempio di professionista tv, compagna modello e  giovane mamma. Come chiudere perfettamente il cerchio.

About Giuseppe Marco

Autore, redattore, giornalista. In una parola "un creativo" della televisione. Si laurea in Scienze della Comunicazione. Al lavoro di analista tv, affianca la frequentazione del Master per autori tv e ha modo di studiare con E. Menduni e C. Freccero. Firma come autore due edizioni dell’Annuario della televisione e in seguito arriva l’esperienza con “Moltomedia”, il laboratorio creativo di Mediaset. Il suo “format crossmediale” viene selezionato dal team Mediaset come uno dei progetti vincitori e inizia il suo percorso di lavoro come autore, che porterà alla realizzazione di un prototipo del progetto. Attualmente lavora in trasmissioni televisive delle reti Mediaset.

3 Comments

  1. Pingback: I momenti cult della Tv: quel genio di Boncompagni | Lanostratv.it

  2. Pingback: Ambra ad Annozero: quello che Sanremo ha offuscato | LaNostraTv

  3. Pingback: Ambra Angiolini tradisce Francesco Renga: scoop è caso politico tra Libero, Chi e Il Fatto Quotidiano | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *