Quando la D’Urso non c’è la Cuccarini balla

By on gennaio 3, 2011
Giletti Cuccarini e Grey, i conduttori di Domenica In

Ci siamo lasciati alle spalle un altro anno, ma le cose non sono cambiate, insomma il solito tran tran è ripreso a pieno ritmo: il caso  di Yara, la bambina scomparsa, ad esempio, è tornato a riempire il nostro pomeriggio televisivo, anche Lorena-fapiùascoltilasignoraingiallo-Bianchetti si è dedicata al suddetto fatto di cronaca. Ma ieri la battaglia giornaliera dello share è stata vinta interamente da Mamma Rai. Infatti dallo spazio di Giletti, all’intramontabile “Biancaneve e i sette nani”  il servizio pubblico ha avuto la meglio. Lorella Cuccarini, con la sua “Domenica In… onda“, si è portata a casa nella prima parte il 18% di share di media e il 20% nella seconda. Insomma, ieri la Cucca è stata finalmente la regina della Domenica, peccato che Barbara-acapodannomihannoguardatasoloiparenti-D’Urso non c’era. Un vittoria facile, quasi scontata quella di Lorella, che rispetto all’inizio della stagione, canta di più e per creare un pò di movimento, in un programma forse troppo ingessato, ha inserito un chorus composto da ragazzi di una scuola di ballo. Ospiti Paola e Chiara, con il loro singolo “Milleluci“, Marcella Bella, con cui la padrona di casa duetta e con il tocco fin troppo riconoscibile, di Luca Tommasini, la cantante è sparita sotto ad un cilindro di stoffa bianca.

Ma tra una canzone e un’intervista, il caso umano aleggia e imperversa come il profumo di lenticchie dell’ultimo dell’anno. Eh si, perchè ieri Lorella ha parlato in vari momenti di pellegrinaggi,  luoghi sacri e di persone che hanno trovato la fede dopo una vita di eccessi. Tutto perfetto, ben confezionato, ben condotto (perchè se fossimo a scuola lei sarebbe la prima della classe, ma evidentemente non basta) ma soporifero, dopo che proprio lei aveva aperto la trasmissione dicendo che sarebbe stata una puntata di festa…

Non metto in dubbio le scelte, le devozioni e chi si appoggia alla fede, ma di domenica uno vorrebbe distrarsi, sorridere e non annoiarsi davanti alla Tv. Da una parte Domenica Cinque con il suo Festival del trash, dall’altra una Cuccarini che prova a rilanciarsi con l’immagine della brava mamma di famiglia, ma una via di mezzo non c’è? O bianco o nero, mai un contenitore, come dovrebbe essere quello domenicale, dedicato a tutti, fatto per le famiglie. Invece in questa stagione abbiamo (per citare alcune delle protagoniste dei film Disney, unici successi del periodo festivo) La strega cattiva e la Fatina buona, la D’Urso e  la Cuccarini (nella foto ad inizio articolo). Possiamo solamente aspettare l’arrivo di Federica Panicucci al timone della domenica di Canale 5, cosa combinerà? Apporterà grossi cambiamenti? Delle novità? Secondo voi?

Simona Ventura conduttrice di "Quelli che il calcio"

L’alternativa, da dieci lunghi anni, resta Simona Ventura con “Quelli che il calcio“, che con alti e bassi mantiene comunque una media del 11% di share. Anche se ormai sia Sky, ma soprattutto il digitale terrestre (visto che è gratuito) attirano sempre più pubblico, offrendo film, serie italiane e non, programmi alternativi, che in certi casi risolvono la serata, un esempio?Così parlò Bellavista“, pellicola del 1984, in onda adesso su Rai Movie, che ci (mi) salva dall’ormai consumatoGrande Fratello“.

About Nicola Zamperetti

Nato a Valdagno (VI) nel 1978, da un decennio lavora nel mondo dello spettacolo come performer teatrale e attore. Ha partecipato a molti programmi come "Sarabanda" "Domenica In" "Carramba che fortuna"... Scopre l'amore per il teatro, soprattutto per i Musical (Grease,Il Ritratto di Dorian Gray e A Chorus line) e per le Fiction (La Ladra, Il Peccato e la Vergogna e Donna detective). E' cresciuto guardando la tv e si definisce figlio del tubo catodico. Promette di essere ironico, tagliente e cinico nei suoi Articoli.

2 Comments

  1. Pingback: Cuccarini-Barale: basta poco per fare la differenza | Lanostratv.it

  2. lina

    marzo 25, 2011 at 18:58

    a me piace di più lorella,la domenica della d,urso non la guardavo ,adesso invece che c,e la panicucci,che anche mi piace e un po una lotta per me,ritornando a lorella la sua domenica in, non e affatto ingessata,come ho letto da qualcuno,la trovo appropiata invece,ben condotta propio come una signora conduttrice qual,è anche lei qualche anno fa faceva la domenica urlata con columbro era divertente ebbe un notevole successo,ma non era trash come la d,urso quindi brava lorella!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *