Una Sera sempre più trash. Barbara D’urso sprofonda in prima serata

By on gennaio 17, 2011
Foto Rissa Bonanno Pennacchi seconda puntata Sta sera che sera

Ok, si può fare di tutto per cercare di salvare un programma che già alla partenza è con un piede nell’acqua. Dopo la prima disastrosa puntata, di cui abbiamo trattato più volte su questo blog, ieri si è consumato il secondo atto della domenica sera targata Barbara D’urso. Il pubblico ha sentenziato: solo 2.168.000 telespettatori e l’ 11,53% di share, ancora più giu della scorsa settimana e ora la chiusura è molto più vicina. I cambiamenti del programma attuati da Mario Giordano e la sua testata News Mediaset, non hanno di certo migliorato la situazione e ieri il programma ha toccato il fondo, arrivando ad un punto di non ritorno e al quale non ci sono scuse. La puntata è stata aperta con un operaio della Fiat proveniente direttamente da Mirafiori e fin qui niente di male. In realtà la discesa nell’abisso del trash è iniziata quando la nostra Barbarona Nazionale ha iniziato a trattare e a celebrare il 150° anniversario dell’ unita d’Italia. Ospiti di questo momento televisivo grandi firme della letteratura italiana: Chiara Gamberale, Fulvio Abbate, Mauro Corona, il celebre vignettista Giorgio Forattini e il premio Strega Antonio Pennacchi. Insieme a loro ospiti per il sud l’ex sindaco Clemente Mastella e per il nord il sindaco Gianluca Bonanno. Fin qui niente di male e questa prima parte potrebbe far sperare a qualcosa di nuovo. In realtà il programma ha trattato il tema mettendo in scena i classici stereotipi del Nord Vs Sud, creando un antagonismo fin dall’inizio, alla ricerca di un’imminente rissa. E due ospiti hanno accontentato gli autori: il premio Strega si è rivolto così verso il sindaco Bonanno: “Lei crede che abbiano chiamato cinque intellettuali per stare a sentire solo un somaro?“. Il sindaco è subito scattato dalla sua sedia e si è avviato verso lo scrittore con l’intento di aggredirlo. Subito è intervenuta  la conduttrice con il suo solito fare a cercare di fermare una rissa che era prevedibile arrivasse, visto che la si è cercata fin dall’inizio. Alla fine tutto si è concluso con una stretta di mano, ma resta l’amarezza di vedere dei grandi scrittori essere coinvolti in dei momenti televisivi così bassi. Il momento talk dedicato all’educazione sessuale è tipico di Lucignolo, ecco quindi l’attrice di film per adulti Fiamma Monti.. E potevano mancare delle ragazze semi nude? La risposta è naturalmente no ed ecco quindi la sfilata in lingerie. Questo è il resoconto di un’altra puntata da dimenticare, Barbara è scesa nell’olimpo del trash, ancora peggio di quel che si era fatto con un reality di alcuni anni fa, si è andati di male in peggio.

About Matteo Pagano

Nato a Casarano (Lecce) nel 1990, è il più giovane tra i Redattori. Frequenta nel Salento la Facoltà di Scienze della Comunicazione, si definisce socievole, ironico e simpatico. Non ha peli sulla lingua, non sopporta l'ipocrisia, ama scrivere ed ascoltare musica. La sua passione è esplosa al Liceo quando gestiva un giornalino di classe. Ha collaborato con giornali online di universitari e il suo rapporto con la tv è di amore-odio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *