Ambra ad Annozero: quello che Sanremo ha offuscato

By on febbraio 20, 2011

La settimana che sta giungendo al termine è stata completamente invasa da Sanremo. Le reti rai, i giornali, internet si sono dedicati al Festival a tutto tondo. Io per primo mi sono focalizzato sull’evento mediatico dell’anno, tralasciando altri programmi, come ad esempio Annozero. La puntata di giovedì 17 febbraio, nonostante il circo Sanremese, ha totalizzato una media di share del 14,13%. L’argomento trattato, nemmeno a dirlo,  è stato il caso Ruby e tra gli ospiti di Santoro c’era Ambra Angiolini. Il suo intervento merita attenzione nonostante siano passati alcuni giorni. Su questo sito abbiamo più volte parlato di lei, ricordando i suoi trascorsi televisivi e il suo presente di attrice affermata, sia al cinema che a teatro. Ma Ambra in questi anni di carriera, sfruttando la sua popolarità e l’influenza che ha sui giovani e sui media, si è schierata molto spesso a favore di cause da lei molto sentite. Infatti è stata anche madrina del Gay Pride del 2002, partecipando come volontaria alle iniziative del Circolo Mario Mieli. Stavolta Ambra ha spiegato, in 5 minuti strepitosi, qual’è la sua posizione, le sue preoccupazioni per quanto riguarda il Rubygate.L’Angiolini si sfoga, si permette di parlare perchè il suo nome non è mai stato fatto in queste intercettazioni. L’attrice è nauseata dal fatto che si parla sempre e solo di Berlusconi, ma soprattutto che ormai tutto è riconducibile a lui, per fare televisione, per una carriera politica, attraverso i festini di Arcore. Spiega che questo è un meccanismo, un sistema che fa ammalare la società.

Per questo motivo molte persone sono scese in piazza. Troppo facile dire sono scese contro Berlusconi, sono scese perchè questa roba qua non deve capitare a mia figlia per esempio, non deve succedere che questo entri nella nostra cultura, c’è un senso civico, c’è ancora della gente che pensa che sia necessario lavorare (…) donne che non possono avere figli perchè altrimenti i posti di lavoro vengono messi a rischio, queste sono le cose che in piazza volevamo chiedere, non era Se non ora quando, è Adesso quindi? Cosa succede? Dopo le prostitute dopo Lele Mora  cosa succede di noi? Questo è il risultato di Berlusconi ovunque (…) non c’è più destra o sinistra, è un ossessione…

Ambra Angiolini oltre al Rubygate dice anche che in Tv si passa troppo facilmente da argomenti leggeri alla cronaca nera, che ormai ha invaso qualsiasi programma e canale. L’attrice dimostra di avere un’opinione ben definita e di saperla esprimere chiaramente. Da apprezzare questo suo intervento ad Annozero, perchè nonostante avesse già sdoganato negli anni la sua immagine da Lolita televisiva, ha confermato di essere una di quelle donne che in Tv ce l’hanno fatta per il cervello piuttosto che per altro.

About Nicola Zamperetti

Nato a Valdagno (VI) nel 1978, da un decennio lavora nel mondo dello spettacolo come performer teatrale e attore. Ha partecipato a molti programmi come "Sarabanda" "Domenica In" "Carramba che fortuna"... Scopre l'amore per il teatro, soprattutto per i Musical (Grease,Il Ritratto di Dorian Gray e A Chorus line) e per le Fiction (La Ladra, Il Peccato e la Vergogna e Donna detective). E' cresciuto guardando la tv e si definisce figlio del tubo catodico. Promette di essere ironico, tagliente e cinico nei suoi Articoli.

One Comment

  1. Pingback: 8 Marzo Festa delle Donne mercificate dalla TV | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *