Caterina Balivo batte tutte le Del Noce Angel’s

By on febbraio 13, 2011

L’ex direzione Rai, di Fabrizio Del Noce si era contraddistinta per le novità che era riuscito a portare all’azienda, in quanto a nuovi volti da piccolo schermo. Per alcuni è stato un merito, per altri un demerito. I favorevoli alla causa, gli attribuiscono la capacità di essere riuscito a lanciare nuovi volti, in una televisione, sempre più scarna di idee e affollata puntualmente da personaggi che si consumano, facendo un programma dietro l’altro, senza soste (un pò quello che diceva Gerry Scotti quando parlava di sovraesposizione mediatica , riferendosi a se stesso). I più critici gli contestavano, il fatto di avere portato, nella tv pubblica, sostanzialmente nuove veline. Le promosse conduttrici, soprannonimate “Del Noce Angel’s“, non a caso sono tutte donne. Ormai è storia che Caterina Balivo, Elisa Isoardi, Veronica Maya, Eleonora Daniele e Miriam Leone (ultima donzella fortunata prima dell’addio di Del Noce alla direzione di Raiuno) debbano dire grazie al loro pigmalione. Andatosene via Del Noce, come è proseguita la carriera di queste ragazze baciate inizialmente dalla dea fortuna? Chi avrà avuto i meriti di proseguire una carriera in tv? Secondo il sottoscritto, la scelta di Del Noce si era orientata su volti femminili un pò tutti uguali e non facilmente riconoscibili dallo spettatore. Per carità, una buona dizione. Per carità, un fisico longilineo e un sorriso smagliante. Per il resto, conduttrici invisibili senza il pugno fermo della De Filippi, senza il carisma di Antonella Clerici e senza l’autorevolezza di Milly Carlucci. In una parola, impersonali.

All’esordio delle donzelle, una fra tutte catalizzò la mia attenzione. La meno perfetta. La più sporca televisivamente parlando, ma la più credibile. Per il sottoscritto (ne avevo parlato molto tempo addietro) , Caterina Balivo, aveva capito tutto e ce l’avrebbe fatta a farsi notare. Sarebbe stata perfetta a sporcarsi le mani a “La prova del cuoco” al posto della invisibile Isoardi che faceva bene il compitino, ma che non aveva dalla sua l’innata simpatia di Antonellina e dei suo riccioli d’oro. La Balivo sarebbe stata sprecata ad “Uno Mattina” perchè lì ci sta bene Eleonora Daniele che non deve mostrare grande personalità nella conduzione del contenitore. Non sarebbe richiesto dal copione.

Così, come la stessa Balivo, sarebbe stata sprecata a “Verdetto finale” dove Veronica Maya fa altrettanto bene il suo compitino, portando a casa la pagnotta.  Senza brillare. Senza essere ricordata. Con un programma di basso costo e senza particolari contenuti, Caterina Balivo, piano piano, era riuscita a catalizzare l’attenzione su di sè, avendo un suo pubblico. Caterina Balivo Raiuno fotoFesta Italiana è riconoscibile perchè c’è Caterina Balivo. Per molti, antipatica come poche. Per altri, semplicemente meno perfetta nella conduzione rispetto alle sue colleghe. La realtà dei fatti era che Caterina aveva dalla sua un grande potenziale e nel contenitore pomeridiano di Raiuno sarebbe cresciuta molto. Tanto da arrivare a fare concorrenza a “Uomini & Donne“. Tanto da essere l’unica a mettere in seria difficoltà un programma come “Amici” con la conduzione di “Dimmi la verità” e la sua occasione in Prime time. Caterina dovrà ancora lavorare su questo percorso intrapreso con successo e farsi le ossa ancora un pò nel day time, prima di arrivare ad essere uno dei volti di punta. Un volto commerciale, un prodotto vendibile. Non a caso, la notizia che la Balivo sarebbe passata alla concorrenza. A Mediaset, forse, per condurre proprio “Mattino 5” al posto di Federica Panicucci.

Intanto, chi pensava  ad una fine della conduttrice napoletana, dopo l’addio a Festa italiana (per fare spazio  al programma Se a casa di Paola), si è dovuto veramente ricredere. Lo slittamento dalla rete ammiraglia a Raidue in “Pomeriggio sul 2” ha ancora più giovato alla Balivo che è in un certo senso più vicina al target di pubblico della seconda rete Rai. Quello che è certo è che la Balivo te la ricordi, delle altre, invece, ti ricordi il programma e non chi lo conduce. Almeno a detta del sottoscritto.

About Giuseppe Marco

Autore, redattore, giornalista. In una parola "un creativo" della televisione. Si laurea in Scienze della Comunicazione. Al lavoro di analista tv, affianca la frequentazione del Master per autori tv e ha modo di studiare con E. Menduni e C. Freccero. Firma come autore due edizioni dell’Annuario della televisione e in seguito arriva l’esperienza con “Moltomedia”, il laboratorio creativo di Mediaset. Il suo “format crossmediale” viene selezionato dal team Mediaset come uno dei progetti vincitori e inizia il suo percorso di lavoro come autore, che porterà alla realizzazione di un prototipo del progetto. Attualmente lavora in trasmissioni televisive delle reti Mediaset.

10 Comments

  1. Paco

    febbraio 15, 2011 at 18:46

    L’errore che fece Del Noce non fu tanto puntare su volti giovani e freschi(esclusivamente femminili,a ben vedere nessun nuovo maschietto è stato lanciato negli ultimi anni,Ossini a parte,in minima parte e subito silurato dall’unico programma in prima serata che gli era stato promesso,Stasera mi butto).L’errore fu quello di affidare a queste donzelle tutto,di tutto e di più.Dai programmi quotidiani alle prime serate,dagli speciali ed eventi ai numeri zero,dagli appuntamenti festivi tipo Natale,Carnevale e Pasqua alla sagra dell’uva.Lasciando tutti gli altri seduti in panchina e/o togliendo programmi a questo o a quello.Si è un po’ troppo esagerato nei loro confronti,considerando anche la loro poca esperienza.Quindi fece sussultare la notizia che due di loro(Maya e Isoardi)fossero accreditate come co-conduttici di un Sanremo o che la Domenica in venisse affidata ad una Balivo.La Isoardi alla Prova del Cuoco fu una mossa scorretta verso la storica conduttrice non tanto perchè insostituibile,ma in quanto il programma le fu tolto “approfittando” della sua pausa parto,scippo di cui la Clerici venne a conoscenza solo attraverso i giornali.Detto questo,credo che come dici giustamente tu,nessuna di quete riesce a spiccare in quanto ad originalità e bravura.La Isoardi ha una dizione pessima,la Daniele e la Maya sono “gelide”.La Leone è l’unica che sta facendo la sua gavetta in modo dignitoso e con buona padronanza del mezzo televisivo.
    Infine la Balivo…a me non piace molto ma riconosco che sta migliorando;riconosco anche che toglierle la sua Festa con gli ascolti dignitosi che faceva non è stata una mossa felice.Tuttavia mi auguro che non passi a canale5,poi per cosa….Mattino5 non sarebbe forse un tornare alle origini,visto che tra i suoi primi lavori troviamo Unomattina?Spero che questo passaggio,al di là di meri motivi economici,non nasca dal desiderio di ripicca verso un’azienda che quest’anno l’ha un po’ declassata.Il problema principale di queste nuove leve è che mancano dell’umiltà di riconoscere i propri limiti e di essere ancora delle principianti rispetto a tante altre colleghe.Con la presunzione non si va lontano,di certo non si arriva alle simpatie e al cuore degli spettatori.

  2. Giuseppe Marco

    febbraio 15, 2011 at 19:11

    @Paco:Condivido il tuo ragionamento lucido e riflessivo. Credo che la Balivo sia più adatta ad una tv commerciale come volto e questo apssaggio gioverebbe alla sua crescita artistica, in evoluzione. La Leone è più brava delle altre, ma la trovo poco caratteristica.

  3. anna

    febbraio 16, 2011 at 18:51

    concordo con il primo post, per me vanno bene tutte tranne una, la isoardi quest’ultima è falsa e cattiva.

    • Jacob

      giugno 9, 2011 at 23:39

      La Isoardi non è cattiva : lei ha lavorato bene alla prova del cuoco e quindi è stata premiata .

  4. francesca

    marzo 7, 2011 at 19:41

    Cosa ti ha fatto la Isoardi di tanto cattivo.. cara Anna non sara mica tanta invidia….

  5. gagive2009

    marzo 10, 2011 at 18:33

    Caro Giuseppe, a me la Balivo non sembra così brava, è superficiale ed utilizza un linguaggio poverissimo, mai un aggettivo originale ma utilizza frasi fatte e rifatte. Miriam Leone è la più giovanee acerba tra le nuove leve ma a mio parere è una ragazza che utilizza sempre un linguaggio appropiriato e forbito, ha un proprio bagaglio culturale da utilizare quando è necessario, non è mai volgare non è esibizionista e non sbaglia mai i tempi televisivi non mi pare cosa da poco.

  6. Giuseppe Marco

    marzo 10, 2011 at 20:18

    @gagive: Se leggi bene il pezzo io non dico che la Balivo è la più perfetta (“Festa Italiana è riconoscibile perchè c’è Caterina Balivo. Per molti, antipatica come poche. Per altri, semplicemente meno perfetta nella conduzione rispetto alle sue colleghe”). Penso che sia la più RICONOSCIBILE dal punto di vista televisivo!

  7. gagive2009

    marzo 17, 2011 at 21:09

    la Balivo te la ricordi perchè è da sei anni che te la ritrovi tutti i santi giorni ed alla stessa ora in Tv.

  8. Giuseppe Marco

    marzo 17, 2011 at 21:16

    @gagive:in tv ci stanno da anni pure le altre. maya a verdetto finale. daniele a uno mattina. isoardi prima alla prova del cuoco e ora a linea verde.

  9. Jacob

    giugno 9, 2011 at 23:36

    Caterina è sicuramente brava e simpatica ,ma anche Elisa ISoardi non è da meno. Entrambe sono ,in modi diversi, simpatiche . In ogni caso penso che nessuna di queste “Del noce angels” sian impersona. Ognuna è ,a proprio modo, particolare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *