Il Festival di Sanremo deve essere CHIUSO!

By on febbraio 13, 2011

Costantino Della Gherardesca autore, conduttore radiofonico, opinionista di MTV e giornalista, ma soprattutto esperto di musica, attacca, senza mezzi termini, il 61° Festival della Canzone Italiana. In realtà sembra che non dica nulla di nuovo, anzi, tutti lo abbiamo pensato, pure qualcuno ha osato sussurralo e Costantino lo sta urlando a gran voce ai quattro venti: il Festival di Sanremo deve essere chiuso! Così a prima lettura potrebbe sembrare l’ennesima polemica, che come tutte le polemiche invece, fa solo parlare un po’ di più dell’evento. Già il nostro Blog ha dato spazio ai vari mormorii sulle presunte litigate Rodriguez  – Canalis, sulle presunte maternità, sullo sciopero del sesso, a mo’ di Lisistrata, per la sfortuna del povero e “incompreso” Corona, di Gianni invece, poco si dice, ma forse è quello che condurrà il programma. Ora pure Costantino ci mette il naso; forse per richiamarsi un po’ di attenzione o forse perché ha ragione?

Della Gherardesca Sanremo 2011Tutto è cominciato con la creazione del sito: www.sanremochiuso.com , in cui lo stesso link, non lascia tante interpretazione. Poi ha comprato spazi pubblicitari in radio, dove con voce perentoria e determinata proclama una petizione, affinchè la TV di Stato si decida a sopprimere questo teatrino, che tutto fa, tranne che presentarci buona musica. Alla luce di ciò, però, per la Rai non è la prima  petizione, già Feltri ci aveva provato per abolire il Canone, ma  nonostante l’enorme adesione, il Canone l’abbiamo pagato pure quest’anno. Quale sarà quindi, il destino del Festival sanremese?Festival della Canzone Italiana logo

L’accusa è per tutti: si parte dalle enormi somme di denaro investiste per una prodotto che genera più polemiche che artisti, agli esperti musicali,  che sono sempre i soliti, ovviamente italiani e non internazionali, ma soprattutto non in grado di un giudizio imparziale e pertinente alla professionalità delle proposte dei cantanti, ma semplicemente un compromesso sorto dalla collusione che questi “giornalisti” hanno con le case discografiche. Tutto ciò è ben descritto nel suo  sito con espressioni molto più variopinte ed esplicite, ma probabilmente  non a vanvera.

Tuttavia secondo voi, veramente il Festival di Sanremo è: “un evento televisivo che non ha nulla che vedere con la musica e tutto a che vedere con una valanga di soldi che si spartisce un branco di incompetenti in barba alla presunta funzione di servizio pubblico della televisione di stato …” ?

A Costantino la sua opinione e a Voi, la vostra scelta: il Festival della Canzone Italiana lo guarderete alla TV o no?

About PierPaolo

Nel 2010 si avventura nella Redazione "Iene" di Mediaset. Tra il Giugno 2010 e l’Aprile 2009 collabora a diversi eventi con scopo benefico per “La città della Speranza” e per i bambini della Costa d’Avorio. Partecipa alla Giuria della manifestazione nazionale di “Miss Italia 2008”. Nel 2007 si laurea in Giurisprudenza e dal 2002 sfila come Modello per le scuderie di alcuni marchi dell’Alta Moda Milanese. Gli anni a precedere lo vedono impegnato come atleta in numerosi sport. Ironia, sagacia e curiosità lo contraddistinguono.

18 Comments

  1. fabio

    febbraio 13, 2011 at 19:05

    vorrei gentiolmente chidere il festival di san remo soldi buttati e nessuno lo guarda
    grazie

    • PierPaolo

      febbraio 13, 2011 at 19:30

      “Così è, se vi pare”, citando Pirandello! Tuttavia molti, sul Festival della canzone Italiana, ancora ci scrivono. Caro Fabio, la tua riflessione è azzeccata, a conferma di ciò, basti pensare ai picchi d’auditel, che ormai si ottengono soltanto con le ospitate degli artisti internazionali! 😉

  2. stefano monzani

    febbraio 13, 2011 at 23:31

    sono un musicista e come tale mi sento offeso nel essere giudicato tale dai fruitori del giro di do maggiore! ora basta essere usato per dare alito alle case discografiche che danno solo alito agli assergni che circolano al festival invece che dare forza alla vera creativita’! ( VERO MORGAN?a ma e’ vero tu sei un drogato perche hai coraggio di dirlo ma poi nessuno dice tutta la coca che gira e si tira nei camerini tu sei un vero creativo ma la gente micca lo capisce!) ora io nn voglio nemmeno sapere chi gareggia chi vince e chi paga di piu per arrivare! nel 2001 ho creduto alla forza dell’innovazione che mi avevano voluto far vedere e sentire ma poi………..solo cacca! CHIUDETE QUEL GIRO VIZIOSO CHE E’ SANREMO.forse si dara’ piu spazio a chi merita! mi dispiace per gianni morandi ma purtroppo anche lui si e’ piegato! PECCATO

    • PierPaolo

      febbraio 14, 2011 at 11:55

      Ciao Stefano, da come scrivi hai affrontato più di qualche apocalisse.
      Tuttavia senza dubbio hai del carisma e non lasciarti abbattere od offerdere da chi non ha alcun pulpito per farlo!
      Sicuramente conosci quelle che sono le regole del gioco, per ciò non piegarti, fatti forza del tuo talento e magari quando meno te l’aspetti, le cose accadono. Dopo tutto meglio sorprendersi per un’inaspettata buona notizia, che deludersi per una speranza infranta. In bocca al lupo e tienici aggiornati 🙂

  3. Alessio

    febbraio 14, 2011 at 14:40

    E’ un programma a dir poco giurassico;che fatica ad andare avanti;soliti conduttori;solite facce;soliti cantanti triti e ritriti,ospitate inutili e strapagate con i soldi del canone sborsati dai contribuenti;questo e’ san remo oggi.
    Mettere un bel documentario o un buon film no e’?

    • PierPaolo

      febbraio 14, 2011 at 14:51

      Potrebbe essere una buona proposta per Spielberg con “Sanremo Park”! Tuttavia credo che le alternative in Rai ad oggi non siano molto avanguardistiche, se non nelle Fiction, sebbene anch’esse in costume. Per la proposta “buon film”, invece, non ho il ricordo di quando, in Rai sia stata trasmessa una prima visione decente! Speriamo di… Ritornare al Futuro! 😉

  4. ozne-rock

    febbraio 14, 2011 at 15:20

    chiudetelo per sempre grazie

    • PierPaolo

      febbraio 14, 2011 at 17:20

      Come si suol dire: nulla è per sempre! 🙂

  5. Marco

    febbraio 14, 2011 at 16:49

    Il Festival della NON CANZONE…… Spegnete RAI 1!!!!!! Ora con Costanzo in RAI ci ritroverememo piu’ che mai sotto le pal…. tutti questi mezzi cantanti provenienti da casa De Filippi !!!!! E BASTA DAI !!!!!!!!!

    • PierPaolo

      febbraio 14, 2011 at 17:18

      Bene Marco: noi non ci pieghiamo, nè tantomeno ci spezziamo, dopo queste preziose considerazioni e soprattutto per la salvaguardia della specie di chi ancora ha talento e cerca la meritata visibilità, ma non rientra nei diversi e fortunati entourage, cercheremo di trovare il giusto interuttore e premeremo su “OFF”! Speriamo sia la volta buona 😉

  6. PierPaolo

    febbraio 14, 2011 at 17:15

    Bene, noi non ci pieghiamo, nè tantomeno ci spezziamo, dopo le vostre preziose considerazioni e soprattutto per la salvaguardia della specie di chi ancora ha talento e cerca la meritata visibilità, ma non rientra nei diversi e fortunati entourage, cercheremo di trovare il giusto interuttore e premeremo su “OFF”! Speriamo sia la volta buona 😉

  7. Aldo Bonincontro

    febbraio 14, 2011 at 22:55

    Ciao Costantino! Sono perfettamente d’ accordo con te e approvo questo sasso che hai gettato nello stagno imputridito del Festival di San…Scemo.
    Ho sempre pensato che questo patetico carrozzone, in cui la RAI butta molto del canone che NOI paghiamo, rappresenti il peggio della musica italiana: canzoni e cantanti mediocri, conformisti, “di regime”, che replicano all’ infinito una musica leggera da accademia, tale e quale da 60 anni.
    Ora basta!
    A me le mummie piacciono al Museo Egizio, non quando cantano!!!!

  8. livio

    febbraio 15, 2011 at 22:01

    a parte le canzoni, che fino ad ora sono al minimo storico, al SigMORANDI che ormai ha l’età dei datteri nessuno ha detto che le mani in tasca non si debbono mettere in pubblico

    • PierPaolo

      febbraio 20, 2011 at 10:24

      Signori si nasce o quanto meno si prova ad essere tali… ma non tutti ci riescono 😉

  9. serena

    febbraio 20, 2011 at 10:04

    chiudiamo tutto haaaaa

  10. serena

    febbraio 20, 2011 at 10:04

    chiudiamo anche la santanche

    • PierPaolo

      febbraio 20, 2011 at 10:25

      Per quest’anno siamo sopravvisuti… vedremo cosa ci riserva il futuro! 🙂

      • serena

        febbraio 20, 2011 at 13:05

        chiudiamo i docenti al guinzaglio di silvio

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *