Daniele Battaglia all’Isola dei Famosi: una Marionetta al limite del comico

By on marzo 6, 2011

Isola mia cara Isola. Ottava edizione, nuovo inviato. Simona Ventura ha sempre scelto personalmente i conduttori che hanno ricoperto questo ruolo: tutti durati una stagione, a parte Caputi (meritatamente). Il fortunato di quest’anno è il vincitore dell’Isola 7, adottato artisticamente dalla conduttrice già a Quelli che il calcio. Sto parlando ovviamente di Daniele Battaglia (nella foto sopra). Classe ’81, cantante, autore, conduttore radiofonico ma soprattutto suo padre è Dodi Battaglia, eh si, l’ennesimo figlio dei Pooh. Ma il problema non è questo. Il problema è la sua conduzione: nei lanci, sembra una marionetta, infatti giustifica tutto ciò che dice con le mani e muove le braccia in continuazione. Daniele pare la caricatura del conduttore, con un tono di voce impostato e monocorde. Battaglia però non suscita antipatia, anzi strappa risate (almeno a me), da l’impressione di eseguire correttamente quello che gli è stato detto dagli autori,  perdendo così di naturalezza e spontaneità.

Daniele Battaglia inviato in Honduras

Questa edizione, dal punto di vista degli ascolti, è ormai alla deriva. Anche mercoledì sera ha raggiunto un minimo storico, il 12% di share di media. Valore molto basso, quindi anche gli spostamenti strategici di programmazione evidentemente non sono serviti.

Il pubblico si è stancato? La fame e la natura incontaminata non incuriosiscono più? Un cast debole? E’ sicuramente l’edizione delle donne, infatti gli uomini sono defilati, silenziosi, in più con il televoto nella terza puntata, il gruppo ha perso un personaggio sicuramente forte e di rottura, Luca Di Risio. Le uniche due che danno un pò di ritmo sono la Brigliadori e la neo arrivata Nina Moric.

E in studio? Beh Alba Parietti da l’impressione di non saper cosa dire, poco interpellata dalla conduttrice, che sembra preferire una Vladimir simpatica e diretta. Simona Simona… che brutta stagione questa…

About Nicola Zamperetti

Nato a Valdagno (VI) nel 1978, da un decennio lavora nel mondo dello spettacolo come performer teatrale e attore. Ha partecipato a molti programmi come "Sarabanda" "Domenica In" "Carramba che fortuna"... Scopre l'amore per il teatro, soprattutto per i Musical (Grease,Il Ritratto di Dorian Gray e A Chorus line) e per le Fiction (La Ladra, Il Peccato e la Vergogna e Donna detective). E' cresciuto guardando la tv e si definisce figlio del tubo catodico. Promette di essere ironico, tagliente e cinico nei suoi Articoli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *