Glee, inno agli sfigati (ma non per tutti)

By on marzo 29, 2011
glee

text-align: justify”>gleeTre settimane di pausa (riprenderà a fine Aprile in contemporanea sui canali Fox di Sky) per il telefilm canterino Glee che continua a moltiplicare i suoi fans. In America l’inedito presentato nell’ ultima puntata (la 16 della seconda serie) è svettato in pochi giorni alla sesta posizione dei singoli più scaricati. Dopo tante cover di successo, è arrivato il momento per i protagonisti del serial di cantare canzoni scritte appositamente per loro ed espandere i propri orizzonti. E il testo della canzone “Loser like me”, che tradotto significa “Perdente come me”, sintetizza alla perfezione la filosofia di Glee e il suo incoraggiare le minoranze e le diversità. Un vero è proprio inno agli sfigati che in questa canzone, possono trovare le parole del loro riscatto: “Tutto il fango che continui a buttare/ Non è così difficile da sopportare/  Perché so che un giorno/ Urlerai il mio nome/ E io guarderò da un’altra parte/ …Perché io posso essere una superstar/Ci rivedremo quando mi laverai la macchina”. Insomma, il successo di Glee sembra in continua ascesa e la lista di star che dovrebbero prendere parte allo show si fa sempre più numerosa. Dopo Britney Spears e Gwyneth Paltrow, è attesa Anne Hathaway e già si parla di un futuro cameo di Jennifer Lopez e lady Gaga. Eppure c’è qualche voce fuori dal coro. Qualcuno a cui non solo non piace Glee ma ha addirittura negato agli autori il permesso di utilizzare le sue canzoni.

I Kings of Leon non hanno rilasciato i diritti dei loro testi, i Foo Fighters hanno declinato l’offerta di partecipare allo show, dichiarando che non era roba per loro e scatenando l’ira dell’autore Ryan Murphy. Poi Damon Alban , voce e cratore dei Gorillaz, ha rincarato la dose, giudicando le cover fatte dai ragazzi di Glee “brutte copie delle originali”. Infine, l’ex chitarrista dei Guns’n Roses ha dichiarato che Glee è peggio di Grease e Grease era pessimo”. Rimanendo in tema, lo stesso John Travolta, eccelso protagonista di Grease, ha rifiutato un cameo con la motivazione che i musical hanno bisogno di lunghi periodi di prove che un prodotto televisivo non può garantire. E’ proprio il caso di dire che non tutti amano Glee e il suo modo di rileggere le canzoni in chiave musical ma il creatore della serie Ryan Murphy, non è uno a cui piacciono le critiche ed è sempre pronto a contrattaccare:    “Andate a fxxxxxo, Kings of Leon e voi tutti. Sono degli sxxxxxi egocentrici, non vedono il quadro generale. Non vedono che un bambino di sette anni potrebbe vedere un ragazzo vicino alla sua età cantare una loro canzone, potrebbe piacergli e decidere di iscriversi ad un glee club o imparare a suonare uno strumento. E’ come dire ‘Ok, odiate l’educazione musicale’. Potete prendervi gioco di Glee quanto volete, ma quello che vuole davvero fare è avvicinare i bambini alla musica”.

E in Italia? Gli ascolti non splendono né su Sky, né su Italia1 ma Glee raccoglie comunque molti fans soprattutto tra i giovanissimi, a giudicare dai numerosi siti internet dedicati al serial. Infatti, è un rumors di questi ultimi giorni, l’idea in rai di farne una versione italiana con a capo Gianni Morandi nelle vesti di professore di canto. Con tutto il rispetto per Gianni ma dopo aver visto Mogli a pezzi (rifacimento di Desperathe housewives) e l’ultimo Non smettere di sognare, tremo al solo pensiero. Lasciando da parte il patriottismo,  copiare dagli americani è una battaglia persa in partenza.

Clicca sotto per vedere la performance di “Loser like me”Glee, loser like me

About Giordano Bassetti

Nato a Napoli nel 1982 è Laureato al DAMS di Roma. Nel 1995 ha intrapreso la carriera di attore ed è entrato a far parte della nota compagnia teatrale di Carlo Buccirosso. Nel 2008 ha diretto il cortometraggio dal titolo "Chissà come si divertivano"; nel 2009 "Il secchione" e nel 2010 "San Valentino". Ama scrivere ed ha pubblicato nel 2007 il libro "Queer tv".

One Comment

  1. Jr Hennigan

    aprile 21, 2011 at 23:11

    Amo questo spettacolo così tanto!! Gio ottima recensione!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *