Guerra in Libia: Nomination ed eliminazione diretta.

By on marzo 23, 2011

Quello che stiamo vivendo da più di qualche giorno, con le anteprime di qualche mese fa, è forse il Reality più importate e senza copioni pre-approvati, che sia mai andato in onda sui palinsesti televisivi: La Guerra in Libia. Persino i TeleGiornali quotidiani, nazionali, regionali, provinciali, ne parlano; la stampa ha ogni giorno il suo articolo di prima pagina e di minuto in minuto, il web ci fornisce le ultime news. I protagonisti della produzione di queste ore sono Muammar Gheddafi per la Libia, Barack Obama per gli USA, Nicolas Sarkozy per la Francia e la NATO come forza collettiva. La situazione preoccupa tutti loro, ma pure tutti noi, per questo non saranno necessari la gravidanza della Marcuzzi, l’ebbrezza di Battaglia o la presunta omossessualità del modello brasiliano pseudo-famoso dell’ Isola dei Famosi, per ottenere il picco d’ascolti. Quello che crea audience e suspence, sono le mosse più o meno celate dei nostri protagonisti. Ma cosa sta accadendo?

Guerra in Libia foto

Quello che ha caratterizzato il day-time di oggi, è stato il passo indietro della Francia che ha accettato la NATO al comando delle operazioni militari e il consenso di Obama, che non ha dubbi  sul suo motto “Yes, I can!”. Ma Gheddafi & Family non demordono, ora che non possono più colpire i rivoluzionari tramite gli attacchi aerei, a causa dell’efficienza della “No Flyzone”, (per effetto della quale ogni minimo tentativo delle truppe libiche di prendere il volo, viene distrutto e abbattuto, come mosche sul parabrezza in autostrada), Gheddafi in divisa fotoil nostro leader libico, amante dei cavalli berberi e circondato dalle amazzoni, si è armato via terra, dove sta mietendo stragi sia sui rivoltosi che sui civili, nell’impotenza degli alleati. Ora Misurata è stravolta, poichè, proprio a causa della sua alta densità abitativa, l’attacco NATO viene considerato troppo rischioso, determinandone la sua impossibilità, dal momento che coinvolgerebbe troppe vite civili.

Questa volta purtroppo non sarà possibile aprire e chiudere il televoto per risolvere la situazione, il giudizio insindacabile del pubblico  sovrano, non ha la stessa forza determinante che noi conosciamo. Le Nomination sono ben note, ma per quel che riguarda l’eliminazione diretta, per ora coinvolge soltanto rivoluzionari e civili. Nonostante le strategie del team degli “autori”, che manovra e tenta di salvare la situazione, la realtà è questa!

About PierPaolo

Nel 2010 si avventura nella Redazione "Iene" di Mediaset. Tra il Giugno 2010 e l’Aprile 2009 collabora a diversi eventi con scopo benefico per “La città della Speranza” e per i bambini della Costa d’Avorio. Partecipa alla Giuria della manifestazione nazionale di “Miss Italia 2008”. Nel 2007 si laurea in Giurisprudenza e dal 2002 sfila come Modello per le scuderie di alcuni marchi dell’Alta Moda Milanese. Gli anni a precedere lo vedono impegnato come atleta in numerosi sport. Ironia, sagacia e curiosità lo contraddistinguono.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *