Sorelle Fontana 1 – Amici e GF11 0

By on marzo 1, 2011
Le_sorelle_Fontana

La miniserie in 2 puntate edita e trasmessa da Rai ha dato del gran filo da torcere a due grandi colossal del palinsesto Mediaset: Amici e Grande Fratello 11, ma ciò non dovrebbe stupire visto che di sartoria si è trattato e il “filo” sa ben essere utilizzato! “Atelier Fontana, le sorelle della moda” è stato un vero successo che Rai Uno ha incamerato, sfoderando la produzione, incurante della concorrenza. Micol, Zoe e Giovanna, interpretate da Federica De Cola, Alessandra Mastronardi e Anna Valle hanno fatto breccia nel cuore delle Italiane e degli Italiani. Qual è stata l’arma vincete? La storia? L’interpretazione? Il significato? La vicenda delle intrepide e temerarie tre sorelle di campagna, che sfidano la capitale, è ben nota. Il successo dell’atelier Fontana, come emblema del made in Italy, ha ottenuto il consenso della maggioranza degli spettatori. Ma perché tutto ciò?

Anna in Giovanna Fontana FotoForse perché si assapora l’idea che si stava meglio, quando si stava peggio? O forse l’opportunità di ottenere il successo grazie alla determinazione, il sacrificio e l’intraprendenza di chi non è nessuno, consola in questi tempi, dove tutto sembra prestabilito e semplice frutto di compromesso? L’avventura delle sorelle Fontana rappresenta la grinta del popolo Italiano e ammette quella labile ma forte speranza che se si vuole, è possibile cambiare, nonostante le situazioni, spesso non sempre favorevoli. La fiction in costume piace, ma questa non rievoca passati ottocenteschi o epiche imprese, ha coinvolto un passato molto vicino e che più di qualcuno ha vissuto. Probabilmente proprio questo carattere di appartenenza ha premiato la miniserie in queste due ultime serate.

Atelier Fontana RaiUnoMicol Fontana risponde così ad una domanda, che le venne fatta in relazione alle loro preferenze sartoriali: “Non eravamo affezionate ad un particolare tessuto. Nel corso della nostra lunga attività, abbiamo tagliato e cucito una miriade di stoffe ugualmente belle, interessanti, pensate per un determinato modello, certamente tutte con prerogativa di preziosità, esclusività e duttilità per interpretare le creazioni che avevamo in mente ed adattarsi anche al corpo delle clienti che vestivamo.” Insomma non conta quello che hai per le mani, quanto piuttosto l’abilità che sta nel come riesci a sfruttarlo, per realizzare quelli che sono i tuoi obiettivi.

Alla luce di questo, forse, il talento che noi ammiriamo e di cui andiamo in cerca non è solo da riscoprire in quello che saremo, nè in quello che siamo stati, ma soprattutto in quello che siamo!

About PierPaolo

Nel 2010 si avventura nella Redazione "Iene" di Mediaset. Tra il Giugno 2010 e l’Aprile 2009 collabora a diversi eventi con scopo benefico per “La città della Speranza” e per i bambini della Costa d’Avorio. Partecipa alla Giuria della manifestazione nazionale di “Miss Italia 2008”. Nel 2007 si laurea in Giurisprudenza e dal 2002 sfila come Modello per le scuderie di alcuni marchi dell’Alta Moda Milanese. Gli anni a precedere lo vedono impegnato come atleta in numerosi sport. Ironia, sagacia e curiosità lo contraddistinguono.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *