Tra i format bocciati spunta un interrogativo. Perchè Claudio Lippi non condurrà “I love Italy”?

By on marzo 13, 2011
Claudio Lippi

Qualche mese fa, la Rai ha sperimentato puntate pilote di nuovi programmi, da Adamo ed Eva condotto da Fabrizio Frizzi, a Perfetti Innamorati con l’inedita coppia formata da Marco Liorni e Georgia Luzi, fino ad arrivare a I love Italy” che ha portato al ritorno di Claudio Lippi, lontano dal piccolo schermo da molti anni. La promessa era:il programma con più successo in termini di ascolti sarebbe stato proposto. Pur apprezzabile l’idea di proporre ai telespettatori nuovi prodotti da testare, c’è da dire che di certo, questi non hanno brillato in originalità e non sono stati altro che un adattamento (anche fatto abbastanza male, a detta del sottoscritto) di una televisione che si ricicla, senza innovare veramente. Il pubblico ha clamorosamente bocciato quasi tutte le proposte che gli sono state presentate e ha, in realtà, prontamente intuito che si trattava di programmi vecchi vestiti da nuovi (semplicemente perchè avevano un titolo diverso?). L’unico show, uscito dignitosamente da questo ventaglio di proposte, è proprio l’esperimento andato in onda su Raidue dal titolo “I love italy“, condotto da Claudio Lippi. Esattamente come successe a Eleonora Daniele e al fortunato “Ciak si canta”  in quella calda estate in cui la Rai provava a sperimentare nuovi prodotti, questa volta, Claudio Lippi, avrebbe avuto il vento dalla sua parte. Un giusto e meritato premio per il conduttore che, dopo avere lasciato il contenitore domenicale Mediaset condotto a quel tempo da Paola Perego, non riuscì più ad ottenere i suoi spazi e passava di trasmissione in trasmissione, soltanto in qualità di ospite. Arrivata la conferma, per Claudio Lippi, però, arriverà un ulteriore colpo di grazia. Il format, come promesso da mamma Rai, sarà riproposto, ma alla conduzione non verrà più confermato Lippi, nonostante gli ascolti siano stati sostanzialmente dalla sua parte.

Segno che il pubblico avrebbe apprezzato il ritorno del conduttore, oltre che l’idea del nuovo progetto. La scusante per non avere riconfermato Lippi sarebbe da ricercare a quanto pare in una sorta di svecchiamento del prodotto e quindi, in questo caso, il conduttore non rientrerebbe nella nuova idea di progetto che dovrebbe sposarsi con la filosofia della seconda rete Rai. ossini i love italy rai fotoSarà il promettente Massimiliano Ossini (perchè c’è da sottolinearlo che è uno dei conduttori giovani più bravi, data anche la carenza di volti maschili nel piccolo schermo) a prendere lo scettro di “I love Italy“. Così, dopo la conduzione di “Linea Verde” (ora nelle mani di Elisa Isoardi) e di “Cose dell’altro Geo” su Raitre, arriverà per Ossini una promozione in Prime time. Claudio Lippi non manca di replicare e giustamente (senza nulla togliere a Ossini, sia chiaro) visto che non è bastato a quanto pare avere il beneplacito del pubblico per potere ritornare con prepotenza in tv!

D’accordo che si parla di “svecchiamento” e visto che si tratta della seconda rete Rai, come motivazione potrebbe essere attendibile. Una domanda, però, mi sorge spontanea. Se si vuole operare una strategia di svecchiamento della rete, perchè, allora si porta su Raidue, Maurizio Costanzo? Evidentemente, le strategie, si applicano, a seconda delle occorrenze!

About Giuseppe Marco

Autore, redattore, giornalista. In una parola "un creativo" della televisione. Si laurea in Scienze della Comunicazione. Al lavoro di analista tv, affianca la frequentazione del Master per autori tv e ha modo di studiare con E. Menduni e C. Freccero. Firma come autore due edizioni dell’Annuario della televisione e in seguito arriva l’esperienza con “Moltomedia”, il laboratorio creativo di Mediaset. Il suo “format crossmediale” viene selezionato dal team Mediaset come uno dei progetti vincitori e inizia il suo percorso di lavoro come autore, che porterà alla realizzazione di un prototipo del progetto. Attualmente lavora in trasmissioni televisive delle reti Mediaset.

One Comment

  1. anna

    marzo 19, 2011 at 07:03

    scelta azzeccata

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *