Brignano: tanto successo senza fare reality. Ora, il sequel di “Ex”

By on aprile 27, 2011
foto-enrico-brignano-niente-di-personale

text-align: center;”>Enrico Brigano Niente di personale LA7 Foto

Un’altra bella intervista di Antonello Piroso, ieri sera su La7. Un’altra intervista “rilassata”, sincera e a cuore aperto. Ci riferiamo a quella fatta a Enrico Brignano (vedi foto), volto celebre della tv, del cinema e del teatro italiano, protagonista ieri della penultima puntata di Niente di Personale, andata in onda come sempre alle 21:10 circa. Si è trattato di una conversazione per tracciare il bilancio di fine stagione, una stagione molto fortunata e gratificante per il popolare attore romano che esordisce subito dicendo – “onestamente dalla vita non mi aspettavo tanto successo. La mia è una bella vita di cui devo essere contento”– riprendendo commosso quanto aveva già detto pochi giorni prima a Paolo Bonolis a “Il senso della Vita” su Canale 5.

Un bell’atto di modestia (rarissimo nella tv di oggi), in un intervista molto simile ad una confessione. “Per chi come me viene dalle borgate romane” – dice Brignano“è normale aspettarsi un futuro da operaio o carrozziere (per carità, guadagnano tanto anche loro! ndr), un futuro senza molte pretese che ti faccia stare tranquillo. Invece a me è toccato fare l’attore e onestamente non mi sarei aspettato tanto successo”. Cita le sue origini e fa continui riferimenti all’amata famiglia. “Mio padre aveva una frutteria avviata e probabilmente il mio destino era in quella bottega invece poi iniziai testardamente a fare i primi provini e ora son qui”. All’epoca ricorda l’attore a Piroso, non c’erano reality o talent show. “Dove hai fatto il tuo primo provino?” gli chiede allora il presentatore, e lui ridendo “Lo feci a Tandem nel lontanissimo 1985 con un giovanissimo Fabrizio Frizzi. All’epoca avevo come pezzo forte alcune classiche imitazioni dei vari Pertini, Andreotti e Fanfani. Il primo provino fu un disastro così come le successive apparizioni in tv, schiacciato dai tempi televisivi e dai testi di certi autori”. “Poi per fortuna” – continua sempre Brignano – “son riuscito a ritagliarmi gli spazi giusti per la mia comicità che non è isolata a poche rapide battute”.

E’ proprio così. La comicità di Brignano è di quelle vecchio stampo (che in questo caso è un assoluto complimento). Nasce dal racconto entusiastico e partecipato di una situazione specifica, di un episodio di vita quotidiana, di una marachella, richiamata sempre dalla vita di borgata, dalla sua infanzia e adolescenza. I risultati in ogni caso, ed è questo ciò che conta, gli stanno dando ragione: 6000 paganti a sera ai suoi spettacoli; ottimo inizio per il suo ultimo film “Faccio un salto all’Avana” e apprezzamento univoco della critica.

“Oggi, molti produttori cinematografici e televisivi, cercano già il personaggio famoso e un po’ stereotipato magari appena venuto fuori da un reality, da inserire per un film che poi lascia spesso il tempo che trova. Il mestiere e la gavetta sono un’altra cosa e danno per fortuna altre certezze e garanzie”. Così chiosa Brignano che raccogliendo i frutti di tanta passione e lavoro, si prepara ai prossimi impegni: il sequel di “Ex” di Vanzina e chissà, un figlio, “magari già maggiorenne così mi evito i fastidi di un bebè”. Auguri!

About Sabino Ferrucci

2 Comments

  1. Pingback: Enrico Brignano, l’ispettore Forti torna nella seconda serie tv “Fratelli Detective” | LaNostraTv

  2. Pingback: Luca Argentero, Ilary Blasi ed Enrico Brignano a ‘Le Iene’? | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *