Chiambretti Night: Mazzarri fa tremare i tifosi del Napoli

By on aprile 9, 2011
Chiambretti Night Canale5 Piero Chiambretti

Walter Mazzarri potrebbe non sedere ancora sulla panchina del Napoli. È quello che ha fatto capire il tecnico intervenendo al “Chiambretti Night”, programma di Canale 5. Da diverse settimane, oramai, l’ex allenatore della Sampdoria e della Reggina viene accostato alla Juventus. E lui non ha smentito. Anzi, ha fatto capire che l’ipotesi è in piedi. Anche se, per ovvie ragioni, non parlerà di addio prima che la stagione in corso si concluda.

“Con l’attuale direttore generale bianconero Marotta ci sono state discussioni ai tempi della Sampdoria perché non era abituato ad allenatori che giocano con difesa a tre – ha detto Mazzarri. – Ora però sa benissimo cosa vuole Mazzarri se dovessimo ritrovarci insieme, ma questo non vuol dire che andrò alla Juventus”. Tradotto: non è sicuro al 100% che andrò alla Juve e se anche fosse non posso dirlo ora.

Non cita la parola “scudetto”, Mazzarri, ma è chiaro che quello è il chiodo fisso dei napoletani. Nel capoluogo campano, con Cavani e Lavezzi, sembra di essere tornati ai tempi di Maradona e Careca. Gli azzurri sono secondi in classifica a soli 3 punti dal Milan quando mancano ancora 7 partite alle fine. Sognare è assolutamente lecito, specie per una città che negli ultimi anni ha avuto a che fare con una realtà sociale molto deprimente.

“Faccio spesso gli scongiuri – ha detto Mazzarri a Piero Chiambretti. – Stiamo andando oltre ogni prospettiva, ci sono ancora 21 punti in palio e può succedere di tutto, cercheremo di andare più in alto possibile. Faremo corsa su di noi e alla fine tireremo le somme. Quando ci sono annate così imprevedibili vuol dire che tutte le componenti hanno funzionato al meglio, non solo l’allenatore. Quando le cose vanno bene tutti si danno meriti. Ma quando le cose vanno male – ha aggiunto Walter Mazzarri – un allenatore può solo contare sul suo staff”.

Il tecnico del Napoli ha la fama di essere l’antipatico per eccellenza. Anche perché ormai Mourinho è in Spagna. Ma Mazzarri non si rimprovera nulla, anzi si scaglia contro l’ipocrisia che regna nel mondo del calcio, come nella vita di tutti i giorni.C’è poca abitudine a sentire uno che dice quello che pensa. Ci sono molte persone non troppo lineari, c’è ipocrisia, ma va bene così, in fondo quelli troppo simpatici non li teme nessuno. Non sono capace di fare il finto umile. Io sono simpatico con chi è simpatico. Quello che faccio io – ha spiegato Mazzarri a Chiambretti – viene valutato diversamente”.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

One Comment

  1. Pingback: Piero Chiambretti diventa papà: è nata Margherita! | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *