E’ tornata “Non è la rai”, la discoteca “MuccaAssassina” di tutti gli adolescenti anni 90′

By on aprile 5, 2011

E’ tornata ieri in grande spolvero sul canale 34 del digitale terrestre (Mediaset Extra) , la terza edizione del programma cult degli anni 90′: “Non è la rai“. A condurlo una Ambra Angiolini che da adolescente si ritaglia alla perfezione il ruolo dell’antipatica di turno, per poi, ergersi oggi, ad attrice impegnata. E’ curioso rivedere in televisione il programma dopo 20 anni (sono passati 20 anni, incredibile!) perchè ti scorre tutta la tua adolescenza in un attimo davanti agli occhi e non ti rendi nemmeno conto che è passato tutto questo tempo. La spensieratezza di quelle ragazze che ballano e cantano ricorda un pò la tua di spensieratezza dell’adolescente che eri. Sedute da casa le stesse ragazze di “Non è la rai” (lo testimonierà la stessa Pamela Petrarolo nella sua pagina Facebook) si rivedono in televisione quando erano appena adolescenti e lo rifanno oggi con le proprie figlie o con i rispettivi mariti. E’ incredibile davvero come il tempo sia passato e come “Non è la rai” scandisca inesorabilmente questo tempo trascorso. La puntata di ieri si è aperta con la sigla “Affatto deluse” cantata da tutte le ragazze, in risposta al brano “Delusa” che il cantante Vasco Rossi aveva dedicato loro, in un certo senso criticandone la “filosofia del programma” e citando lo stesso Boncompagni nel testo della canzone. Ambra Angiolini non ci penserà due volte a cantare successivamente proprio il brano “Delusa“, cambiando all’interno alcune parole della canzone e chiamando in causa questa volta proprio Vasco Rossi. A provocazione si risponde con provocazione, no?!ilaria galassi, valentina abitini, shaila risolo FotoPoi sarà la volta di Ilaria Galassi, la lolitina per eccellezza del programma che si esibirà nel brano “0303456“, accompagnata dalle piccolissime (avevano 12 anni) Valentina Abitini (oggi ha lasciato il mondo dello spettacolo) e Shaila Risolo (oggi fa la giornalista). Poteva mancare un brano cult della Carrà? Certo che no!

Non è la rai è stata la discoteca “MuccaAssassina” di tutti gli adolescenti con brani che oggi senti suonare nella serata più trasgressiva della Capitale, quella stessa serata che vide protagonista indiscusso quel Vladimir Luxuria, prima parlamentare e oggi opinionista all’Isola dei famosi. Rivediamo Lucia Ocone e Sabrina Impacciatore, entrambe alla prova di conduzione nel programma e oggi attrici di successo. non è la rai talk show FotoLa Impacciatore farà raccontare in una sorta di piccolo talk show quelle che sono le nuove ragazze del programma evidenziando come il fenomenoNon è la rai” fosse anche multietnico, grazie alla scelta nel cast di ragazze provenienti da ogni parte del Mondo, dalla cinesina Gu Shen (oggi sposata e con prole), alle sorelline di colore Letizia Bouphouele (oggi attrice che ha scelto un nome d’arte chiamandosi “Sedrik”) e Priska (laureata in Scienze della comunicazione).

Lucia Ocone, nella conduzione del suo gioco, mostrerà, invece tutta la sua “vis comica“, dote che poi ha fatto la sua fortuna grazie a partecipazioni come “Quelli che il calcio e..”. lucia ocone FotoRivediamo anche Roberta Carrano, che, io stesso mai e poi mai, avrei dato per dispersa televisivamente, visto che nella conduzione del gioco, anche rivedendola oggi, appare piuttosto spigliata e molto televisiva. roberta carrano non è la rai FotoLa prima puntata di “Non è la rai” si chiuderà con la sigla ballata e cantata da tutte le ragazze che non sono “affatto deluse” Il bilancio è positivo e sarà curioso capire come verrà accolto il programma dalle generazioni che non lo conoscevano. Anche per loro diventerà un piccolo cult?!

About Giuseppe Marco

Autore, redattore, giornalista. In una parola "un creativo" della televisione. Si laurea in Scienze della Comunicazione. Al lavoro di analista tv, affianca la frequentazione del Master per autori tv e ha modo di studiare con E. Menduni e C. Freccero. Firma come autore due edizioni dell’Annuario della televisione e in seguito arriva l’esperienza con “Moltomedia”, il laboratorio creativo di Mediaset. Il suo “format crossmediale” viene selezionato dal team Mediaset come uno dei progetti vincitori e inizia il suo percorso di lavoro come autore, che porterà alla realizzazione di un prototipo del progetto. Attualmente lavora in trasmissioni televisive delle reti Mediaset.

5 Comments

  1. salvatorluong

    aprile 5, 2011 at 16:02

    Giuseppe io ti ammiro tantissimo quando scrivi questi artikoli sai perchè?Si vede tantissimo ke parli col cuore io quadno leggo qualkosa di tuo lo rivivo mi sembra di vederlo nn è da tutti davvero un bellissimo articolo,spero davvero ke possa piacere anke alle nuove generazioni,mika sai cm sta andando in termini di ascolto?Grazie davvero ciao!

  2. Giuseppe Marco

    aprile 5, 2011 at 19:20

    @Salvatore: Ti ringrazio per le belle parole. aSpetto almeno la prima settimana per fare un bilancio degli ascolti:)

  3. salvatorluong

    aprile 6, 2011 at 19:41

    Grazie Giuseppe x avermi risposto, ringrazio te invece alla prossima ciao!

  4. Pingback: Non è la rai (in replica) e il bilancio settimanale degli ascolti. Gli “adolescenti 2000″ accolgono bene le ragazze anni 90′, mai fuori moda | LaNostraTv

  5. Pingback: Giorgia Palmas riabilita le veline. Ecco perchè ha vinto l’isola dei famosi | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *