Femme fatale, il nuovo disco di Britney è un clamoroso flop

By on aprile 28, 2011

Prima c’è stato il video di Hold it against me giudicato troppo confusionario e pieno di pubblicità. Poi quello di Till the world ends, uscito in fretta e furia per salvare il salvabile, con un ritornello supercafonal da stadio e una presunta controfigura più magra scoperta in rete. Ancora Enrique Iglesias che, prima accetta di partire con lei in tour per poi scaricarla. Infine, le deludenti performance di lancio, rigorosamente in playback, al programma Good morning America, con lei non proprio in forma. Insomma, sembra proprio che l’ ex reginetta del pop (a questo punto mi sembra giusto definirla ex) Britney Spears non se la stia passando bene. E il problema più grande non sono le numerose polemiche, che da sempre seguono la carriera della star ma le vendite del suo ultimo lavoro. Femme fatale infatti, suo settimo album di inediti preparato in due anni, ha venduto circa 400 mila copie in tre settimane, con una caduta vertiginosa negli ultimi giorni del 45% e discesa dei singoli sotto la decima posizione. Per darvi un metro di paragone, basta dire che Baby One more time ha venduto oltre i venticinque milioni di dischi. E non è tutto. Dalla collaborazione con Rhianna alla scelta del prossimo singolo, passando per le dichiarazioni di Laura Pausini, le news non finiscono qui. 

Il terzo singolo estratto da Femme fatale sarà Big fat bass che vanta la collaborazione di Will.I.am, con un ritmo martellante che ti entra in testa ma che, a mio parere, non riuscirà a risollevare le sorti del disco.  Una boccata d’aria arriva invece, dalla collaborazione con Rhianna che l’ha voluta per un duetto nel remix di S&M. La canzone è tuttora nelle prime posizioni della Billboard chart (classifica americana singoli) e Britney non esclude la possibilità di una performance live o di un video (ma guardando il fisico di Rhianna io ci penserei bene). Altra magra consolazione, il successo on line di Hold it against me, reinterpretato dai marines in Afghanistan che, tra polemiche e consensi, sta facendo il giro del mondo. Intanto, Laura Pausini, in merito alle ultime performance dal vivo, difende la collega statunitense su facebook scrivendo: ““Non lo faccio mai ma non posso sopportarlo! Ma come fanno a dire che ha problemi di peso? Ma la vogliono lasciare in pace? E poi… se uno scrive che lei è grassa chi lo è veramente come si può sentire? I giornalisti stanno davvero esagerando”. Cara Laura,  non sentirti parte in causa. Sarai anche un po’ rotonda ma sei una cantante con una grande voce. Se a Britney le levi la sua immagine cosa rimane?

About Giordano Bassetti

Nato a Napoli nel 1982 è Laureato al DAMS di Roma. Nel 1995 ha intrapreso la carriera di attore ed è entrato a far parte della nota compagnia teatrale di Carlo Buccirosso. Nel 2008 ha diretto il cortometraggio dal titolo "Chissà come si divertivano"; nel 2009 "Il secchione" e nel 2010 "San Valentino". Ama scrivere ed ha pubblicato nel 2007 il libro "Queer tv".

42 Comments

  1. Andrea

    aprile 28, 2011 at 12:52

    Per darvi un metro di paragone, basta dire che Baby One more time ha venduto oltre i venticinque milioni di dischi….

    Ahahaha che bel paragone….un album di 12 anni fa…altri tempi…altra discografia…quelle cifre non le fa più nessuno! Peccato che quando si parla di vendite bisognerebbe essere ben informati e non è il caso di chi ha scritto questo post…..Infatti probabilmente ci si dimentica del fatto che le vendite di Femme Fatale sono praticamente in media le stesse di qualsiasi altra popstar attualmente in circolazione….Da Katy Perry a Rihanna o agli stessi Black eyed Peas e mi riferisco alle recenti uscite ma questo vale anche per gli altri parlando soprattutto di fenomeni commerciali di chart e radio e tralasciando il boom del momento di Adele….
    Inoltre questo album non è stato mai pubblicizzato, se non 2 performance in America e praticamente ZERO nel resto del mondo…..
    Il periodo di uscita….chi conosce le vendite dovrebbe sapere che il periodo invernale\natalizio è molto favorevole alle vendite dei dischi e sicuramente chi pubblica in quel periodo ha un vantaggio in più le prime settimane, è STATISTICO!! in questo caso un album uscito a Marzo non ha la stessa spinta…….Insomma le attenuanti per Britney ci sono eccome!!!
    Riguardo il duetto con Rihanna….S&M versione originale non era mai arrivata cosi in alto nelle charts….grazie al remix con Britney è balzato in testa alla classifica statunitense…..quindi…chi deve ringraziare chi??? ahahaha
    E per finire….Till the world ends nonostante tutto non è crollato visto che era al 9 posto e adesso all’11, e potrà usufruire nelle prossime settimane dell’appoggio del remix insieme a Nicki Minaj e Kesha…..quindi è ancora presto per parlare di crollo dei singoli…..
    E sinceramente…associare al successo di Britney di 11 anni di carriera dopo aver venduto oltre 100 milioni di dischi, semplicemente la sua IMMAGINE è una considerazione cosi banale, patetica e qualunquista che potessi leggere e che conferma l’attendibilità di un post che ha poco a che vedere con la realtà..!

    • Anna

      aprile 28, 2011 at 13:18

      Grande!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Elena

      aprile 29, 2011 at 09:37

      Bravissimo andrea!!!!
      Ma che cavolo parla l’autore del post di britney se non sa manco come si scrive Rihanna!!

    • Mirylittlemonster98

      agosto 7, 2011 at 18:07

      Cmq ha venduto pokissimoooooooo!!!!

  2. Claudia

    aprile 28, 2011 at 13:23

    Ahaha ma chi ha scritto questo post?Britney Spears che fa flop?Ahahah ma voi in Italia veramente non capite niente!

  3. Emanuele

    aprile 28, 2011 at 13:54

    effettivamente, l’articolo non regge, certo non sono più i tempi di baby one more time, ma li parliamo del 99, pesino madonna nel 98 vendette 20 milioni di copie di ray of light e hard candy nel 2008 ne ha venduti 4 di milioni, ma ciò non toglie che hard candy è arrivato al numero 1 in 37 paesi del mondo …. britney regge bene nel mercato odierno e continua a mandare singoli in vetta… poi la pausini… che fai prima a saltarla che girarle intorno… su dai!!

  4. bartolo

    aprile 28, 2011 at 17:06

    SCUSATE ma bisogna dire che 12 anni fa scaricare musica illegalmente era molto + difficile di ora…ora la puoi scaricare solo scrivendo su google… Titolo canzone mp3 download -.-” 12 anni fa si vendevano molti piu cd di ora…

  5. aiuto

    aprile 28, 2011 at 18:11

    è ancora in top5 in USA, alla 1 in vari paesi tra i quali il Messico e in top 20 nel resto del mondo. E’ ovvio che le vendite nn sono quelle del 1998 ma non vuol dire che sia un flop, inoltre in questo periodo nessuno brilla di grandi numeri.

  6. ernia

    aprile 29, 2011 at 09:58

    cioe’ uno puo anche non apprezzare la spears per carita’ ma scrivi cose sensate,in una forma sensate…

  7. Giordano Bassetti

    aprile 29, 2011 at 11:26

    Bè, quanto meno ho appurato che i fans di Britney sono ancora molto tenaci. Grazie per tutti i vostri commenti, non ne mai ricevuti tanti per un mio articolo.
    Viva Brit!

    • Andrea

      aprile 29, 2011 at 12:41

      Io invece ho appurato che questo articolo è un tentativo di racimolare qualche commentino in più…visto che probabilmente gli altri non se li filava nessuno…..

      • Andrea

        aprile 29, 2011 at 13:17

        Ma in questo blog c’è anke la censura….non mi pare di aver offeso qualcuno definendo ridicolo “un tentativo” attraverso questo post….boh vabè XD

    • barloto

      aprile 29, 2011 at 14:59

      SIAMO MOLTO TENACI e odiamo le persone che scrivono come te!!! e’ al 5 posto sulla billboard 200 quindi tanto flop non è!

  8. ernia

    aprile 29, 2011 at 12:26

    be che britney non ci sta dentro quello lo penso anche io che la seguo..

  9. Jacopo

    aprile 29, 2011 at 15:46

    “Clamoroso flop”???
    Cioè, un album debuttato alla n.1 negli Stati Uniti, in Canana e in numerosi altri paesi..
    un singolo di lancio che ha fatto sfraceli la prima settimana (con il record assoluto di vendite digitali fino a quel momento, anche se poi battuto in seguito da Lady Gaga).. una secondo singolo che sta andando molto bene.. Una collaborazione di successo con Rihanna (dalla quale, come è stato sottolineato, è stata quest’ultima a guadagnarci e non viceversa).

    Mi piacerebbe sapere quali risultati occorre ottenere per essere considerati una cantante di successo.

  10. Giordano Bassetti

    aprile 29, 2011 at 17:06

    Circus (solo due anni fa) primo giorno 219.000 copie. Prima settimana 500.000.

    Femme fatale prima settimana 276.000 copie. (stabile nelle ultime due settimane a 45.000 copie)

    La matematica non è un opinione.

    Ma davvero pensate che queste erano le cifre che si aspettavano?

    • Andrea

      aprile 29, 2011 at 18:52

      Femme Fatale uscita 29 marzo
      Circus uscita 2 dicembre, tra l’altro era stato creato un evento mediatico in quanto stesso giorno del suo compleanno con tanto di promozione molto più massiccia di femme fatale…e sicuramente il periodo natalizio ha aiutato…..
      Detto questo….un conto è dire che ci si aspettava di più…un altro invece è proclamare FLOP FASULLI!!!
      Un vero flop ad esempio è quello di Christina Aguilera che la prima settimana ha venduto 100 mila copie ed esordì al 3 posto della classifica…..ma non certamente questo di Britney…..
      ma veramente esiste cosi tanta disinformazione!?!?!?!?

  11. parliamone

    aprile 29, 2011 at 19:07

    In informatica, e più propriamente nel gergo di internet, un blog (blɔɡ) è un sito internet, generalmente gestito da una persona o da un ente, in cui l’autore (blogger) pubblica più o meno periodicamente, come in una sorta di diario online, i propri pensieri, opinioni, riflessioni, considerazioni ed altro, assieme, eventualmente, ad altre tipologie di materiale elettronico come immagini o video.

    Questa è la definizione di “blog” per cui direi che chi legge un blog dovrebbe quantomeno essere al corrente di trovarsi in uno spazio in cui non si sono verità assolute rivelate, ma opinioni soggettive da cui è evidentemente possibile anche dissentire ed è anche per questo che viene data la possibilità ai visitatori di commentare… proprio perchè, esattamente come il blogger, possano dire la loro.
    Quello che però mi fa molta tristezza è che appena viene lasciata la libertà di esprimersi.. questa viene automaticamente trasformata da qualcuno in libertà di offendere…
    Non credo sia il caso attaccare personalmente un opinionista… usando espressioni come “merdate” o “odiamo le persone come te” ecc…
    Io credo che bisognerebbe sempre evitare gli attacchi personali… involgariscono la discussione e non sono assolutamente utili a sostenere la propria tesi, anzi sono spesso controproducenti.
    Detto ciò, entrando nel merito della questione, credo che, con tutto il rispetto per i fan più sfegatati, sia sotto gli occhi di tutti il declino di Britney Spears quantomeno come icona giovanile della musica.. il “personaggio Britney”.
    Il web è pieno di articoli sulle sue performance live deludenti degli ultimi periodi, è evidente che la sua forma fisica non sia proprio delle migliori… ed è evidente che per una come lei reggere il mercato non qualcosa di cui potersi accontentare. Si può dissentire sull’espressione flop… quanto si vuole… neanche io sono troppo d’accordo… ma non trovo in questo articolo una sola ragione per scagliarsi contro l’autore… anche il paragone con baby one more time… credo fosse solo esemplificativo di una parabola discendente dell’artista che, ripeto, non è un’artista come tante o quantomeno non lo è stata, di certo non ci si aspetta quelle stesse cifre… ma neppure che lentamente i risultati peggiorino di anno in anno…
    Insomma… amatela quanto vi pare… difendetela anche se credete… ma rispettiamo chi liberamente può anche voler stroncare un prodotto che reputa scadente.
    w i blog!

    • Andrea

      aprile 29, 2011 at 20:41

      Scusa ma di quali blog stai parlando???????
      E’ ovvio che chiunque può aprirsi un blog e scrivere quello che vuole….
      In questo blog, se avrai notato, in ogni articolo c’è una piccola presentazione dell’autore….insomma per far capire che chi scrive non è il primo preso per strada, ma evidentemente una persona con determinate conoscenze e\o esperienze in vari ambiti dello spettacolo..
      Io da lettore se leggo certe premesse mi aspetto un articolo che rispecchi la realtà…e non delle analisi raggirate e x nulla obiettive…
      Tra l’altro visto che si sostiene che chi risponde a questo articolo è un FAN di Britney….io da ciò che ho letto, posso benissimo dire che chi ha scritto l’articolo invece è un anti-Britney, non la sopporta e probabilmente è un fan delle sue “rivali”!!!
      Riguardo il discorso legato all’articolo io non vedo nessuna parabola discendente…Femme Fatale ha avuto un buon apprezzamento dalla critica e ottime recensioni…Blackout è stato ritenuto come l’album più influente nella musica pop negli ultimi anni e sto parlando di un certo Rolling Stone, insomma non uno qualsiasi come in questo caso…..
      E per finire..il paragone con baby one more time non era esemplificativo di un bel nulla, ma era un confronto a livello di vendite e quindi ha toppato alla grande!!

  12. roberta

    aprile 29, 2011 at 19:48

    Sinceramente credo che un ragionevole dubbio sulla bravura di britney spears sia più che plausibile.
    Sicuramente baby one more time è stato un gran successo, ma ora praticamente non ha più voce, i suoi ultimi cd sono tutti computerizzati; e una cantante che canta solo in playback non penso che possa essere paragonata a una madonna o una christina aguilera, che per quanto possano aver venduto pochi dischi hanno una VOCE, e in genere una cantante dovrebbe essere valutata soprattutto per questo e non solo sull’immagine; ma nel momento in cui il successo si basa in particolar modo su questo, bhe..dopo aver perso anche la sua forma fisica ( e non solo a livello estetico, ma anche a livello di performance) credo che l’autore non abbia tutti i torti.
    E in ogni caso concordo con “parliamone” quando scrive che tutto questo è molto triste, in quanto anche se qualcuno parla male di un cantante che amo, questo non significa che sia un attacco personale a tutti i suoi fans.

    • Andrea

      aprile 29, 2011 at 20:50

      Giustamente si dice che non si dovrebbe offendere l’autore del post…ma neanche i fans di Britney dovrebbero essere offesi….
      pensi veramente che la gente spenda dei soldi x comprare un album solo xkè Britney ha una bella immagine? Quindi Britney vende 100 milioni di dischi xkè ci sono persone talmente stupide evidentemente che comprano l’album xkè gli piace la copertina, o gli piace xkè balla nei video o xkè è una bella donna???
      Io questo lo ritengo molto triste…..tu comprerai l’album della Aguilera xkè ti piace la sua voce…beh evidentemente chi compra l’album di Britney piace la sua musica…è cosi difficile ammetterlo?? Questa barzelletta dell’immagine non regge più…..

      • roberta

        aprile 29, 2011 at 22:28

        sinceramente non mi sembra di aver visto alcuna offesa ai suoi fans, ma in ogni caso non si può negare che il suo successo sia dovuto anche alla sua immagine; e non mi riferisco solo all’aspetto fisico, in quanto credo che chi vada ad un suo concerto non si aspetti di sentirla solo cantare, ma di assistere ad una sorta di spettacolo ( ovviamente nel senso buono del termine).

  13. alex8998

    aprile 29, 2011 at 22:10

    infatti è disco di platino

  14. David Bovo

    aprile 29, 2011 at 22:48

    TALMENTE FLOP KE È APPENA STATO DIKIARATO DISCO DI PLATINO IN AMERICA E NN SOLO!

  15. parliamone

    aprile 29, 2011 at 23:59

    dire che l immagine è una barzelletta vuol dire non conoscere una buona fetta dei criteri di marketing dello spettacolo e in generale dell’industria audio-visiva… quindi prima di attribuire mancanza di competenze ad altri cerchiamo di stare attenti a ciò che noi stessi diciamo. Baby one more time era la nuova “Stairway to heaven”? la nuova “Imagine”? o forse forse la scolaretta sexy del video ha fatto arrapare milioni di persone in tutto il mondo? Ok era una bella canzone.. ma davvero pensate che in quel caso più che un singolo si sia venduto, un personaggio? il prodotto commerciale Britney Spears? Se davvero pensate questo allora davvero non c’è discussione. Si pensa davvero che Beyoncé fosse finita in fanciullezza sotto un trattore e fosse stata poi rimontata a caso avrebbe avuto lo stesso successo che ha avuto solo perchè è effettivamente una bravissima artista…?
    E ancora… qualunque fan la può e la deve amare quanto vuole… ma voler sostenere che lei è ancora sulla cresta dell’onda come era prima di raparsi a zero e pensare di essere l’anticristo…. beh a me pare questa l’impresa disperata…
    Magari ci tornerà.. glielo auguro e ve lo auguro… ma… per ora… direi che è il caso di guardare alla cosa con più obiettività…
    Inoltre… basta con sta storia dei dischi di platino… il disco di platino l ha vinto marco carta in 4 giorni con “la forza mia”… abbiate pazienza… e questo nn vuol dire che la gente sia stupida come sostiene qualcuno… ma che la gente, non da ora, si fa influenzare dal mercato e dai media… e quindi i dati di vendita non sempre, anzi quasi mai sono un criterio di valutazione attendibile.
    Ad ogni modo quello che vorrei far capire è che neanche io sono d’accordo che sia un flop… in senso oggettivo… ma… rispetto al personaggio Britney va detto che è un prodotto che vivacchia… è normale che i singoli siano hit per qualche settimana in radio… ma un successo, in ambito musicale, è un’altra cosa… abbiate pazienza…
    Concludo dicendo che indipendentemente dalle competenze di un blogger.. il blog è cmq uno spazio d’opinione e di critica e non il sito di repubblica o del corriere della sera.. quindi per cercare l’informazione oggettiva e scientifica non è su un blog che si va..
    Un critico critica.. a te nn piace.. non lo stimi.. tutto ok… puoi non seguirlo… o puoi seguirlo e contestarlo.. ma perchè continuare con “hai toppato” o “moriteeee”‘ Questo io continuo a non capirlo… Fate valere la vostra opinione senza denigrare… nessuno di voi è stato denigrato… neanche Britney… che è stata altresì criticata.. come accade a tutti i personaggi del suo calibro e della sua fama.

    • Andrea

      aprile 30, 2011 at 11:15

      E’ una barzelletta nel momento in cui si da solo ed esclusivamente all’immagine Britney Spears il peso del successo come è stato detto….questo significa non avere proprio idea della variabili che costituiscono un successo commerciale\musicale che nel caso di Britney sono molteplici e non sono legate soltanto al marchio Britney Spears….
      Sarebbe stato giusto dire che la sua immagine ha aiutato ed è sicuramente un fattore determinante…ma dire che tolta l’immagine non rimane nulla, o che è stato venduto solo un prodotto e non un singolo allora sono affermazioni fuori ogni logica e realtà….
      E la dimostrazione più concreta è proprio nell’anno 2007 quando la sua immagine tanto decantata è stata infangata dagli scandali della sua vita privata ma anche dalla disastrosa performance agli mtv video music awards e il video Gimme more criticato da mezzo mondo! In quel caso di prodotto commerciale, di immagine e di marketing non c’era proprio nulla anzi la casa discografica Jive ha insistito nella pubblicazione dell’album solo x contratto fregandosene dello stato di Britney che in quel momento non poteva sostenere un progetto musicale…. eppure l’album Blackout uscito proprio nel 2007 i suoi 3 milioni e mezzo di copie le ha vendute……questo xkè nonostante tutto LA SUA MUSICA in quel momento rappresentava qualcosa di diverso e di nuovo nel panorama della musica pop!
      Come ho già detto all’inizio, a livello musicale Britney è sulla cresta dell’onda e non ha niente di meno rispetto alle altre in circolazione…se dobbiamo fare un discorso più ampio legato alle sue performance e al fatto che c’è stato un regresso nel promuovere i propri lavori allora posso essere d’accordo….
      Tra l’altro vedo che i paragoni sono molto facili qui…..il platino in Italia si ottiene con 70 mila copie, in America certamente no e cmq se viene certificato significa che le vendite che in questo post vengono definite FLOP evidentemente tanto flop non lo sono a prescindere da quello che può rappresentare una certificazione simile…
      In ogni caso, se un critico fa una critica dovrebbe perlomeno farlo con cognizione di causa, e non sparare a zero raggirando le notizie prese quà e là creando un casotto senza nè capo nè coda, con una tesi che fa acqua da tutte le parti………..

  16. parliamone

    aprile 30, 2011 at 00:03

    errata corrige:
    RIGA N°5: ma davvero NON pensate che in quel caso…

  17. Giordano Bassetti

    aprile 30, 2011 at 16:35

    Per parliamone: E dovresti leggere i commenti che il moderatore ha tagliato. 😉

    Per Andrea: Non sono anti-brit. Ho preso delle news sul suo conto e le ho pubblicate a modo mio, tutto quello che ho scritto è vero…. forse ho adoperato un titolo troppo forte ma, come ha detto parliamone, questo è un blog e fa parte del gioco. Detto questo ti stupirai di sentire che Britney è una delle poche che ancora mi sta simpatica. La prendo in giro sulla sua forma fisica ma mi diverte il suo stile trash, il suo grattatino e i mugolii. Trovo femme fatale superiore a Blackout ma inferiore a Circus. Gli errori sono molteplici:
    Come hai detto tu poca pubblicità e poca disponibilità da parte dell’artista a promuovere il suo lavoro.
    La scelta opinabile dei singoli e big fat bas continua a non essere la scelta giusta.
    Il disco ha poca innovazione ed è schiavo del motivetto accattivante. Ce ne sono talmente tanti che sembra di ascoltare qualcosa di già sentito. In altre parole, dopo il secondo ascolto già le conosci e ti sei stancato.
    Salvo le tracce Upside Down e Criminal, particolari nel ritmo e arrangiamento ma di sicuro non diverranno mai singoli.
    A questo punto, se non mi offendi, mi piacerebbe conoscere la tua idea su Femme Fatale.

    • Andrea

      maggio 1, 2011 at 16:20

      Britney ha dichiarato in un’intervista:
      “Volevo fare un potente disco dance dove ogni canzone ti fa venir voglia di alzarti e muovere il corpo in modi diversi. Questo album è per le discoteche, o comunque quel tipo di album che ascolti prima di uscire la sera”
      Queste parole rispecchiano pienamente il contenuto dell’album….non mi sembra che si parli di innovazione, del disco della svolta, o della sperimentazione di un nuovo sound….ma un album evidentemente senza troppe pretese, tipicamente dance che Britney ha fatto a modo suo….
      La scelta dei singoli finora la ritengo corretta, tranne il terzo singolo….credo invece che ci siano diversi possibili estratti dall’album come Inside Out, I wanna go, How I roll e Criminal…..l’unica cosa che contesto è che purtroppo ci sono 2\3 canzoni che assomigliano ad altre…ad esempio Seal it with a kiss mi sembra un evoluzione di California Gurls della Perry (stessi produttori) Till the world ends richiama molto lo stile di kesha….big fat bass sembra uno scarto dell’ultimo album dei black eyed peas….ed è la canzone più deludente proprio xkè realizzata da uno come will I am dove solitamente ci si aspetta qualcosa di più..ad esempio con Cheryl Cole in 3 words ha fatto secondo me un lavoro splendido….
      A parte questo, lo ritengo superiore a Circus e inferiore a Blackout….!

      • Giordano Bassetti

        maggio 1, 2011 at 17:59

        😉

  18. Anna

    aprile 30, 2011 at 16:49

    Vi posso chiedere un favore? INFORMATEVI PRIMA DI SCRIVERE SOLO PERCHE’ NEL PAESE IN CUI, A VOLTE MI VIENE DA DIRE PURTROPPO, VIVIAMO VA DI MODA PARLARE MALE DI BRITNEY!
    detto questo, adieu 😀

  19. itmik

    aprile 30, 2011 at 17:35

    Abbastanza ridicolo questo articolo.Rihanna si scrive cosi’ e nessuno ha mai confermato il titolo del terzo singolo.
    PS: la prossima settimana Brit sarà molto probabilmente alla 2 della Bellboard200 con l’album e in top five nella Hot100 col singolo.

  20. parliamone

    maggio 1, 2011 at 01:19

    il nostro paese ha problemi ben più seri di dove si colloca britney spears sulla scena musicale… cercavo di fare una conversazione pacate e sui contenuti… ma sembrate degli invasati… e i toni di abbassarli proprio nn vi va… Mollo…

  21. Andrea

    maggio 5, 2011 at 12:29

    Till the world ends alla numero 3 della classifica americana!
    Io l’avevo scritto all’inizio del post che era troppo presto per parlare di crollo dei singoli e che il remix avrebbe aiutato…..infatti ecco i risultati..
    e femme fatale sale alla 4!
    Giordano Bassetti dopo questi risultati, dovresti ritrattare le tue considerazioni….

  22. Giovi

    maggio 8, 2011 at 11:36

    Ma ha venduto 32 milioni di copie..non mi pare tanto un flop ò_ò

  23. Pingback: Britney vs. Lady Gaga, chi sarà la regina dell’estate? | LaNostraTv

  24. Cristpoher

    maggio 18, 2011 at 18:59

    L’articolo non regge, io ti consiglierei di eliminarlo, non per altro, ma non mi sembra corretto diciamo…… em.. ” infangare il nome Britney Spears “, visto che in Italia non è alle stelle..
    Cmq non è un flop. Non c’è promozione ecco perchè.

  25. michele

    maggio 22, 2011 at 19:11

    posso solo aggiungere che gli autori di questo articolo farebbero bene a nascondersi!!!!….se già si paragonano le vendite di “Baby One More Time” risalenti a 12 anni fa con quelle di oggi, si da prova della propria ignoranza in materia!!!!! Punto!!!!!!

  26. marta

    maggio 25, 2011 at 23:45

    Che paragone, eh eh! Con B O M T! Signor Giorgio Basetti sa cosa significa Flop? LE VENDITE SONO CERTAMENTE PIU’ BASSE RISPETTO AGLI ALBUM PRECEDENTI, Ma da qui a dire che è un flop ce ne passa!

  27. marta

    maggio 25, 2011 at 23:47

    Giordano, non Giorgio mi scusi. Se continua a scrivere in modo così avventato ne riceverà ancora di più.

  28. Pingback: Britney Spears in I wanna go manda aff… la stampa | LaNostraTv

  29. Alex

    ottobre 15, 2011 at 16:50

    Perchè dite che il fatto che siamo nel 2011 sia un attenuante? Guardate che Adele ha venduto oltre 10 milioni di copie, e Lady Gaga l’anno scorso oltre 12 milioni! Per non parlare dei singoli…ragazzi guardate le classifiche e poi darete ragione all’autore! Britney non va più! Lei non vende, raccimola.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *