Fiorello torna in tv e difende i reality show

By on aprile 15, 2011
fiorello

text-align: center;”>fiorello in tv Foto

Rosario Fiorello torna un tv. “Torna”, si fa per dire naturalmente. Visto che tra gli innumerevoli spot pubblicitari, la collaborazione con Sky e le apparizioni varie, lo showman siciliano, dal piccolo schermo, non si è mai allontanato. Stando a quanto scrive il settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, il programma di Fiorello, che andrà in onda su Rai Uno il prossimo autunno, dovrebbe prevedere sei puntate con una “formula fiction”, cioè due volte al mese.

Eppure, non molto tempo fa, il comico sembrava non volere avere a che fare il piccolo schermo. Ecco quanto riportava “la Repubblica” il 12 ottobre dello scorso anno. “Preferisco fare spettacoli dal vivo. In tv oggi che vado a fare? I tempi in televisione sono cambiati, c’è la crisi, si guarda ai costi, il varietà costa molto. Fare uno show come il mio Stasera pago io oggi sarebbe impensabile: hanno successo format molto meno cari che garantiscono una buona resa, e si tende a ripeterli per anni e anni. Il sabato sera è già impegnato, i preserali pure: e allora – aggiungeva Fiorello – meglio tenermi quello che ho”.

Le cose, si sa, cambiano. E allora ben venga un programma di Fiorello. D’altronde, mamma Rai non dice di no a nessuno. Poteva dirlo proprio a lui? Nei giorni scorsi il quotidiano fondato da Eugenio Scalfari ha pubblicato una sua nuova intervista, in cui spiega che era il pubblico stesso a volere che conducesse qualche programma in televisione.

Già, la televisione. Quanto piace a Rosario Fiorello? Molto, moltissimo. Sentite un po’ cosa ha detto a Repubblica: “Guardo tutto. Ho scoperto che Sposini tiene il cellulare acceso alla Vita in diretta e a Ballando con le stelle, lo faccio squillare e mi risponde… Sono il suo stalker. Poi cerco di indovinare le foto deformate del gioco di Papi, seguo la ghigliottina di Conti, ho visto la Ventura sull’Isola, Grande Fratello. […]

Non bisogna demonizzare i reality, ma lasciare la libertà a tutti di vedere quello che vogliono. Poi ci sono programmi interessanti: Fazio ha begli ospiti, gli elenchi di Vieni via con me erano geniali”.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *