Paragone vs. Buscaglia, è polemica sui troppi telefilm di rai2

By on
foto di Gianluigi Paragone vicediirettore rai2

C’è preoccupazione tra i fans delle serie tv americane. Gianluigi Paragone, vicedirettore di Rai2 e conduttore del talk show L’ultima parola (sullo stesso canale il Venerdì sera), ha le idee molto chiare. La linea editoriale del direttore Liofredi (rimarrà in carica ancora per poco) non gli piace e se fosse lui a succedergli, su Rai2 si vedrebbero più produzioni italiane e meno serie straniere. In un intervista radiofonica al programma Un giorno da pecora di Radiodue, Paragone ha dichiarato ““Non so se sarei meglio dell’attuale direttore, ma di sicuro non metterei tutti questi telefilm nel palinsesto: sembra un po’ di vedere Fox con un anno di ritardo… Ci sono tanti, troppi telefilm, è un’esagerazione“. Ha inoltre aggiunto che della rete in cui lavora gli piacciono Santoro e L’isola dei famosi, soprattutto perché è un programma che fa funzionare il centro Rai di Milano che con i suoi professionisti, ha un grosso potenziale che andrebbe sfruttato di più. Infine, alla domanda sulla programmazione settimanale di Rai2, ammette di non conoscere cosa va in onda il Mercoledì e il Sabato e minimizza, ritornando sulla polemica: “Ci saranno sicuramente dei telefilm”. Sembra proprio che Paragone miri alla conquista della cattedra di Rai2, soprattutto adesso che Susanna Petruni del tg1 dovrebbe ricevere la direzione del Tg2, posto al quale anche lui era candidato (lui dalla Lega e lei dal Pdl). Le provocazioni di Paragone non sono passate inosservate ai vertici rai e la repentina risposta è arrivata dal responsabile cinema e fiction, Giorgio Buscaglia.

Fox è un canale per pochi intimi. Rai2 è, per tradizione, “la casa delle serie” con un pubblico ampio e altamente fidelizzato. NCIS, all’ottavo anno, raccoglie una media di più di 3 milioni di telespettatori, con uno share dell’ 11%.

E poi la maggior parte delle serie in onda sono in esclusiva, dunque in prima visione, ad eccezione di Criminal Minds e Ghost Whisperer che lunedì sera (4 aprile) ha raccolto più di 2 milioni di telespettatori. Possono sembrare pochi rispetto ai 9 di Montalbano o ai 6 del Grande Fratello, ma la mission di rai2 è offrire un’alternativa alle grande fiction di rai1 e allo show di canale5. Con il direttore, Massimo Liofredi, abbiamo creato un palinsesto vincente, come dimostrano i dati: il nostro competitor è Italia Uno e, alla quattordicesima settimana dall’inizio dell’anno, possiamo dichiaraci soddisfatti dei nostri risultati. Con qualche sofferenza il venerdì sera… La serata del venerdì, finora, è stata per noi la più difficile: in concorrenza con Dr. House e Grey’s Anatomy, ma anche con Zelig e Quarto Grado. Ma da venerdì prossimo – senza di loro  si vedrà…”

Queste le parole di Buscaglia in risposta alla polemica di Paragone.  Vedremo in futuro se il palinsesto di rai2 subirà degli stravolgimenti oppure no. Nel frattempo, il pubblico dei serial può stare sereno perché nei prossimi mesi sono tanti i titoli in programma. Come dichiara lo stesso Buscaglia nel proseguimento dell’intervista è previsto il ritorno di Squadra Speciale Cobra 11 (in anteprima assoluta), Supernatural, Private practice, Brothers and sisters e Numb3rs (ultima stagione). Al pomeriggio torneranno, come ogni estate, One tree hill e Squadra speciale Stoccarda. Nessuna notizia invece, per la terza serie di 90210 e il nuovo Melrose Place, comprato in esclusiva da rai2, già doppiato ma di difficile collocazione, in quanto chiuso dopo la prima stagione.

About Giordano Bassetti

Nato a Napoli nel 1982 è Laureato al DAMS di Roma. Nel 1995 ha intrapreso la carriera di attore ed è entrato a far parte della nota compagnia teatrale di Carlo Buccirosso. Nel 2008 ha diretto il cortometraggio dal titolo "Chissà come si divertivano"; nel 2009 "Il secchione" e nel 2010 "San Valentino". Ama scrivere ed ha pubblicato nel 2007 il libro "Queer tv".
Articolo aggiornato il

One Comment

  1. Pingback: I ritorni di raidue: Criminal Minds, N.C.I.S. e Hawaii Five-0 | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *