Reality show Mediaset per prof precari, impazza la polemica

By on aprile 12, 2011
reality show prof mediaset

text-align: center;”>reality show prof mediaset Foto

Cercansi prof precari per reality show. Da qualche giorno sulle reti Mediaset compare un annuncio che si rivolge agli insegnanti senza cattedra: centinaia di migliaia nel nostro Paese. Nel nuovo programma, i docenti selezionati dovranno occuparsi della preparazioni dei vip (o presunti tali) più ignoranti prodotti dal piccolo schermo. Questi ultimi, alla fine delle lezioni, sosterranno un quiz. Il test, secondo le indiscrezioni, dovrebbe essere simile a quello elaborato dall’Invalsi per verificare il livello dell’educazione scolastica negli istituti italiani.

Il requisito che gli aspiranti docenti devono avere, oltre naturalmente al titolo per insegnare, è quello di essere senza occupazione. Non dovrebbe essere un’impresa trovarne, soprattutto visti i recenti tagli alla scuola voluti dai ministri Giulio Tremonti e Maria Stella Gelmini. Non mancano le indiscrezioni sui conduttori del reality show. Il sito di “Orizzonte Scuola” fa sapere che saranno Nicola Savino e Barbara D’Urso. Quest’ultima, pare, sarà anche il dirigente della scuola!

Il compenso per i partecipanti? I docenti guadagneranno 10 anni di stipendio, all’incirca 150.000 euro. Non sono certo pochi. Ma, tanto per fare un raffronto, va detto che al vincitore del Grande Fratello va il doppio del denaro.

Ma come è stata presa l’iniziativa dai potenziali diretti interessati? Non bene. Anzi, ad essere precisi, sono letteralmente imbufaliti. Temono che il progetto di Mediaset serva solo a svilire la professione di insegnante e si augurano che il reality show venga boicottato.

A noi non interessa chi sia l’ideatore di un simile contenitore, vorremmo solo ricordare a lui (o loro) che la dignità del personale docente precario della scuola, tanto più se disoccupato, non è in vendita e non verrà sacrificato sull’altare del peggiore dei format televisivi tanto cari, purtroppo, alla società odierna, in crisi di valori e di punti di riferimento grazie anche a questo modello propinato su tutte le reti nazionali”: è quanto si legge nel comunicato diffuso da Forum Precariscuola e Forum CIPNA.

Non ci stiamo, pertanto, a far da fenomeni da baraccone in un contenitore vuoto e stucchevole in cui, magari, verrà fatto di tutto per alimentare il disprezzo dell’opinione pubblica verso la categoria, in modo da giustificare la fallimentare politica scolastica governativa fatta di tagli agli organici ed ai finanziamenti. Ci auguriamo – si conclude la nota dei precari – che nessun collega abbia la pessima idea di aderire ad un simile vergognoso spettacolo da circo e pertanto chiediamo a tutti i colleghi di rifiutarsi di fare parte di una simile e scandalosa baracconata e di lottare per ottenere soluzioni serie ai nostri problemi“.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

One Comment

  1. Pingback: Mediaset: salta il reality sui docenti precari | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *