Striscia la Notizia, tapiro d’oro per Zlatan Ibrahimovic

By on aprile 13, 2011
foto zlatan ibrahimovic

Mai tapiro d’oro fu più meritato di quello ricevuto da Zlatan Ibrahimovic, nella foto esultante con la maglia del Milan, quando le cose giravano per il verso giusto. A consegnarlo, naturalmente, l’inviato di “Striscia la Notizia”, Valerio Staffelli. Impresa decisamente ardua, quella del giornalista d’assalto, che ha dovuto lottare per qualche minuto con guardie del corpo e camerieri, prima di poter portare il poco ambito trofeo al calciatore svedese. Ibrahimovic, almeno stavolta, non ha usato le mani, né insultato. Così l’ex calciatore di Ajax, Juventus, Inter e Barcellona ha spiegato il cartellino rosso ricevuto contro la Fiorentina. “Ero arrabbiato perchè ho perso il pallone. Se a me hanno dato tre turni di squalifica – ha aggiunto lo svedese – altri andrebbero squalificati a vita“.

Per Zlatan decisamente un pessimo periodo. L’attaccante lanciato dall’Ajax non segna su azione da due mesi e mezzo. A marzo era stato espulso contro il Bari, a 20 minuti dalla fine, per una manata a Marco Rossi e si era beccato due giornate di squalifica. Ora la sanzione per Ibra è ancora più severa, anche perché si trovava già in diffida, anche se il suo club ha presentato ricorso.

Le cose, nel calcio, cambiano velocemente, si sa. Fino a inizio 2011 era giudicato, all’unanimità, uomo fondamentale per il Milan. Un vincente. Poi le cose hanno iniziato a girare per il verso sbagliato. Ibrahimovic ha cominciato a sbagliare gol facili, è parso a tratti svogliato, poco incisivo. In Champions League, dove il Milan è stato eliminato, Zlatan ha giocato le sue peggiori gare. A Firenze tutti si aspettavano la riscossa di Ibra, costretto a saltare il derby contro l’Inter. Macché. Si è divorato due gol a tu per tu col portiere e ha lasciato ancora in 10 la squadra per un insulto al guardalinee.

Il tapiro d’oro di “Striscia la Notizia” è niente rispetto alle parole (naturalmente smentite) che il numero uno del Milan Silvio Berlusconi avrebbe detto su di lui: “Ibrahimovic? Forse ho buttato i soldi”.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *