Torna “Mi manda Rai Tre”: a difesa dei cittadini. Il nuovo conduttore è Edoardo Camurri

By on aprile 29, 2011
foto-mi-manda-rai-tre

text-align: center;”>Foto Mi manda RaiTre

Ritorna stasera alle 21:05, “Mi manda Rai Tre”, storica trasmissione della terza rete Rai da sempre caratterizzata da programmi di “servizio e soccorso” ai cittadini indifesi e truffati. Anche questa quindicesima edizione (complimenti!) manterrà nel palinsesto la classica collocazione del venerdì, miscelando sapientemente tradizione e novità. La prima tra queste riguarda sicuramente la conduzione, affidata questa volta a Edoardo Camurri (vedi foto), giornalista e scrittore, laureato in Filosofia. Camurri prenderà il posto di altri volti noti passati per gli studi di Rai3.

Il primo presentatore fu Antonio Lubrano (da sempre specialista della tv di servizio), seppur il programma si chiamasse “Mi manda Lubrano” e non contenesse ancora il riferimento diretto al canale tv. Eravamo nel 1991. Dopo la fortunatissima conduzione di Lubrano, durata ben sette anni, si passa ad una breve reggenza di un altro giornalista campano, Luigi Necco che cederà però subito il microfono a Piero Marrazzo. Ha inizio la stagione dei conduttori “romani”. Dopo Marrazzo, passato alla politica ed eletto presidente della Regione Lazio con il centro-sinistra, è infatti la volta di Andrea Vianello, già messosi in luce in radio e nella trasmissione Enigma. I due giornalisti romani condurranno il programma per complessivi tredici anni in cui mantenendo inalterati successi, audience e critica positiva e divenendo un format che farà presto scuola.

Come sempre, anche quest’anno, ad aiutare Camurri tra i districati casi da risolvere (per lo più truffe e cause civili), esperti di parte, ospiti e professionisti dei vari settori. Non mancherà lo storico centralino, pronto a smistare le decine di telefonate che solitamente inondano il programma e la redazione, pronta a selezionare i tanti casi evidenziati dai cittadini.

In attesa delle prime puntate, un grande ruolo dovrà giocarlo come sempre il conduttore perché alla fine si tratta sempre di un programma televisivo con tempi, linguaggio ed esigenze da show. I predecessori di Camurri se la sono cavati più che bene. Certamente a Camurri non manca l’esperienza, avendo alle spalle molte conduzioni in trasmissioni radiofoniche e televisive, tra le quali ricordiamo quelle di Omnibus Estate e Omnibus Weekend e in radio (Radio 3) Tabloid e Prima Pagina.

Adesso gli tocca cimentarsi con quest’altra esperienza dura ma sicuramente stimolante, una di quelle che ti possono cambiare (ancora in meglio)  la carriera. Suerte!

About Sabino Ferrucci

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *