David di Donatello 2011: La polemica di Elio Germano e tutti i vincitori.

By on maggio 7, 2011
david-donatello-elio-germano

text-align: center;”>Elio Germano miglior attore non protagonista Foto

Vorrei ringraziare tutti i lavoratori dello spettacolo che continuano a valorizzare il nostro paese creando pensiero indipendente e crescita economica… Chiediamo che almeno le ricchezze prodotte dal nostro lavoro siano reinvestiti in missioni sociali, ricerca e cultura e non per favore, in missioni di guerra.” Ovviamente si riferisce alla guerra in Libano, Elio Germano che, con la sua solita forza d’animo, ha dato una scossa alla serata (presente anche Napolitano che chiede fiducia nel futuro). Se non fosse per queste parole pronunciate dall’attore, i David di Donatello 2011 sarebbero stati una noia mortale. Un soporifero Tullio Solenghi ha presentato la serata degli Oscar italiani, trasmessa ieri in seconda serata in diretta su rai1. Vari gli ospiti presenti e lo star system italiano sostanzialmente rappresentato ma troppi premi da consegnare e poco tempo a disposizione (che pena Violante Placido che ha detto solo ciao e il nome del vincitore). E’ evidente lo sforzo di quest’anno di aprire la gara anche a commedie e produzioni commerciali, come Benvenuti al sud e Nessuno mi può giudicare. Ma alla fine (e meno male) i vincitori rimangono i film drammatici e sociali. Dopo il salto, tutti i premi assegnati.

Film: Noi Credevamo che si porta a casa ben 7 statuette ed è il vincitore meritato della serata.

Attrice Protagonista: Paola Cortellesi in Nessuno Mi Può Giudicare, a sorpresa e inatteso per una attrice da commedia e che viene dalla tv.

Attore Protagonista: Elio Germano per La Nostra Vita. Bravissimo ma Kim Rossi Steward in Vallanzasca ha fatto un lavoro eccezionale.

Attrice Non Protagonista:Valentina Lodovini per Benvenuti Al Sud. Ottime potenzialità, ancora non del tutto venute fuori. Io avrei aspettato un po’.

Attore Non Protagonista: Giuseppe Battiston. Già vincitore nella stessa categoria due anni fa. Avrei azzardato Raoul Bova che sta finalmente imparando a recitare.

Film Straniero: Hereafter di Clint Eastwood. Snobbato in patria, trova gloria in terra italiana.

Regia: Daniele Lucchetti per La nostra vita.

Regia esordiente: Rocco Papaleo per Basilicata Coast To Coast. Produzione: Claudio Bonivento, Tilde Corsi e Gianni Romoli per il film 20 Sigarette. Sceneggiatura: Mario Martone per il film Noi Credevamo. Direttore Della Fotografia:Renato Berta per Noi Credevamo. Musica: Rocco Papaleo e Rita Marcotulli con Basilicata Coast To Coast. Canzone Originale: Mentre Dormi per Basilicata Coast To Coast. Scenografia: Emita Frigato per Noi Credevamo. Costumi: Ursula Patzak per Noi Credevamo. Trucco: Vittorio Sodano per Noi Credevamo. Acconciatura: Aldo Signoretti per Noi Credevamo. Montaggio: Alessio Doglione per 20 Sigarette. Fonico Di Presa Diretta: Bruno Pupparo per La Nostra Vita. Effetti Speciali Visivi Rabel Alliance per 20 Sigarette. Film Dell’Unione Europea:  Il Discorso Del Re di Tom Hooper. Documentario Di Lungometraggio: E’ Stato Morto Un Ragazzo di Filippo Vendemmiati. Cortometraggio: Jody Delle Streghe di Adriano Sforzi. David Giovani: Aureliano Amedei con il film 20 Sigarette. Infine,  David Alla Carriera a Ettore Scola tra applausi e standig ovation.

About Giordano Bassetti

Nato a Napoli nel 1982 è Laureato al DAMS di Roma. Nel 1995 ha intrapreso la carriera di attore ed è entrato a far parte della nota compagnia teatrale di Carlo Buccirosso. Nel 2008 ha diretto il cortometraggio dal titolo "Chissà come si divertivano"; nel 2009 "Il secchione" e nel 2010 "San Valentino". Ama scrivere ed ha pubblicato nel 2007 il libro "Queer tv".

2 Comments

  1. carmen

    maggio 9, 2011 at 23:56

    E’ vero, premi meritati, però concedimi un lieve disappunto quando scrivi che per fortuna alla fine i vincitori sono i film drammatici ed impegnati..Ho amato molto Benvenuti al Sud, film italiano per me intelligente e brillante, con un Claudio Bisio per me bravissimo (non capisco perchè l’unico premio del film sia stato quello per migliore attrice non protagonista) e testimonianza del fatto che anche una commedia può avere dentro di sè un messaggio, far ridere ma anche sorridere ossia riflettere..Comunque grazie Giordano per offrire sempre qualcosa d’interessante da leggere.

  2. Pingback: Paola Cortellesi: con i format la tv è tutta uguale | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *