Elezioni amministrative 2011, Emilio Fede non vuol dire che Pdl ha perso

By on maggio 17, 2011
elezioni amministrative 2011

text-align: center;”>elezioni amministrative Milano

Dura ammettere la sconfitta di un amico, il presidente del consiglio Silvio Berlusconi. Emilio Fede ci ha messo ben 4 minuti, come ha cronometrato il sito di Repubblica (vedi foto), per dire che il Popolo delle Libertà ha preso una bella batosta alle elezioni amministrative che si sono tenute in vari comuni e province italiane. Il risultato più clamoroso, indubbiamente, quello di Milano. Ci si aspettava una vittoria piuttosto agevole del Sindaco uscente Letizia Moratti. Invece si andrà al ballottaggio e Giuliano Pisapia, candidato del centrosinistra, ha già un netto vantaggio. Per tutti i telegiornali, si tratta della notizia da dare subito. Il Tg4, però, ha preferito temporeggiare, facendo capire – quando erano ormai le 19,00 – che di dati attendibili non ce ne erano.

Queste le prime, confuse parole del direttore. “E’ un’edizione speciale del Tg4, dedicata in gran parte naturalmente…un vero risultato non c’è, ma quelli che sono gli orientamenti di questo voto per le amministrative. L’obiettivo all’attenzione…non sono soltanto le quattro grandi città…lo sono in questa fase…ma comunque non ci sono ancora risultati ufficiali, orientamenti, come li possiamo chiamare. Napoli, Torino, Bologna, Milano...”

Emilio Fede prende tempo. Presenta gli ospiti in studio, fa un collegamento esterno e tranquillizza la sua “base”: “Poche sezioni scrutinate, di dati ufficiali non c’è nulla“. Dopo tre minuti, il giornalista siciliano si convince che qualcosa sull’andamento delle elezioni amministrative si può dire. Inizia con l’affluenza, che è al 71%, due punti in meno rispetto alla precedente consultazione elettorale. Dopo 3 minuti e mezzo (secondo il cronometro di Repubblica), Fede è costretto a dichiarare che “in base alle proiezioni”, il candidato del centrosinistra, Piero Fassino, è in nettissimo vantaggio su quello del centrodestra, Michele Coppola. Nervoso e affranto, il giornalista siciliano chiama il partito di Vendola la “Sinistra ecologica”. Nessuno lo corregge, figurarsi… Poi la notizia più brutta, quella meno “ecologica” per il direttore. In pieno recupero, dopo 4 minuti, Fede dice che Pisapia è in vantaggio sulla Moratti. Ma ricorda: “Sono solo proiezioni“. O meglio: incubi.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

One Comment

  1. Pingback: Porta a Porta: Berlusconi si scaglia ancora contro Annozero | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *