Fabrizio Corona assolto: non diffamò Simona Ventura

By on maggio 23, 2011
simona ventura

Chissà se Fabrizio Corona cambierà idea sulla giustizia italiana, su cui ha sempre espresso pareri poco lusinghieri. Il giudice monocratico Anna Calabi, del Tribunale di Milano, lo ha assolto dopo che era stato querelato da Simona Ventura (nella foto) per “diffamazione aggravata”. Non si conoscono ancora le motivazione del verdetto, sappiamo solo che “il fatto non sussiste”.

Ma cos’era accaduto tra il fidanzato di Belen Rodriguez e la conduttrice di Quelli che il calcio? Lo scorso 26 agosto veniva pubblicata una lettera dal settimanale Chi indirizzata alla Ventura: il tutto due settimane dopo la lite tra i due a Porto Cervo. Nella missiva il fotografo di origine siciliana usava toni assai poco concilianti: “Quanti pranzi e quante cene abbiamo condiviso in dodici anni di frequentazione che entrambi abbiamo avuto con Lele Mora? Potrei scrivere un libro sulla Simona segreta e tu lo sai bene, molto bene. E anche Lele – aggiungeva Corona – potrebbe farlo“.

Il fidanzato di Belen aveva precisato, nel corso del processo, che la sua non era una minaccia, né un ricatto, in quanto non possiede materiale (video o foto) che potrebbe compromettere la reputazione della Ventura. Davide Steccanella, legale della presentatrice tv, fa capire che la vicenda giudiziaria (e gossippara) probabilmente non avrà un seguito. “Rispettiamo la decisione e ci riserviamo solo all’esito della lettura della motivazione di presentare eventuale appello. Quello che conta – ha aggiunto l’avvocato della presentatrice – è che il processo è servito a fare definitiva chiarezza su Simona Ventura, visto che Fabrizio Corona ha pubblicamente dichiarato in dibattimento che in realtà non esisteva alcun segreto da raccontare”. Insomma, la vicenda è finita a tarallucci e vino. Pace ai protagonisti. Ora la Ventura può concentrarsi sul suo futuro. Al passato, probabilmente, è meglio non pensare, visti i bassi ascolti di Isola dei Famosi e Quelli che il calcio. Sarà ancora in Rai, oppure a Mediaset? E, soprattutto, sarà ancora in tv? Sì.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *