Giorgia Palmas: l’Isola dei famosi un lavoro e io non sono una santa

By on maggio 13, 2011
giorgia palmas

tachment wp-att-22113″ href=”http://www.lanostratv.it/showgirl/giorgia-palmas-lisola-dei-famosi-un-lavoro-e-io-non-sono-una-santa/attachment/foto-palmas-giorgia-isola-dei-famosi/”>giorgia palmas FotoPer anni non si è saputo quasi nulla di lei. Ma l’Isola dei famosi, si sa, riesce a fare miracoli. Se non in termini di ascolti, oppure di termini di innovazione, almeno il reality riesce a far tornare alla ribalta gente data ormai per dispersa. Non ha fatto eccezione la vincitrice dell’Isola dei Famosi 8, Giorgia Palmas.

L’ex velina, scoperta da Antonio Ricci, è stata intervistata anche da Vanity Fair. Al prestigioso periodico ha spiegato che il reality show condotto da Simona Ventura, lei lo ha interpretato come un vero e proprio lavoro, dunque un modo per fare soldi. Con buona pace della retorica dell'”esperienza”. “È stato un processo graduale. Ho usato la parola “lavoro”, qualcosa che mia figlia Sofia conosce e capisce, perché ha sempre visto il padre uscire al mattino, e qualche volta, per i ritiri della squadra, anche restare fuori casa a lungo. Le ho spiegato che anch’io, prima che lei nascesse, lavoravo. E che era importante per tutti che tornassi a farlo. Poi – aggiunge Giorgia – ho cominciato con le favole dell’isola dove sarei andata, raccontandogliela come quella dei pirati di Pippi Calzelunghe. Ho promesso che le avrei trovato le conchiglie, forse anche un tesoro”.

All’ex velina di Striscia la Notizia è stato chiesto anche un commento Bunga Bunga come metodo per entrare a fare parte del mondo televisivo. La Palmas ha spiegato di non essere “una santa”. Lo ha detto anche il premier Berlusconi. Ma che vuol dire questa affermazione? Forse nell’immaginario collettivo la Palmas veniva accostata a Santa Rita? Mah. “Non sono certo una santa: ho bruciato anch’io tante tappe, e non mi sono limitata nel vivere. Ho fatto scelte diverse da quelle ragazze, però non mi sento di disprezzarle – aggiunge la Palmas. – Perché sono convinta che già facciano fatica a guardarsi allo specchio: non c’è bisogno di infierire“.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

One Comment

  1. Pingback: Per la serie: “In tv non tutte sono come sembrano!” | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *