Italialand: Maurizio Crozza su la7 è un successo

By on maggio 21, 2011
maurizio crozza

Avete presente il Maurizio Crozza (nella foto) di Ballarò? Bene, mettetelo per un po’ da parte perché quello su la7 è molto più frizzante, divertente e incisivo. Ieri sera è andata in onda la prima puntata di Italialand. Ed è andata più che bene. Sia in termini di qualità (davvero in forma il comico), sia in termini di ascolti (perché di quelli non si può non tenere conto, specie se sei su una tv privata). Italialand ha ottenuto 2 milioni e 400mila telespettatori, sfiorando il 10% di share. Numeri importanti, insomma. Basti pensare che Ci tocca anche Vittorio Sgarbi, costato milioni e milioni di euro, ha avuto appena 2 milioni di telespettatori e un misero 8% di share. Di fatti, come sapete, il programma di Rai Uno è stato sospeso già alla prima puntata.

I romani si sono arrabbiati con la Lega – ha detto Crozza nel suo bel monologo – poi però hanno fatto pace. Hanno mangiato assieme fuori da Montecitorio. Non è un segnale che adesso a Montecitorio si mangia anche fuori? Si mangia dentro e fuori, non è bellissimo? Io con tutte queste assurdità ho pensato: ma se fossimo tutti vittime di un esperimento scientifico? Stanno testando il nostro livello di sopportazione. Hanno preso una simpatica canaglia, un eccentrico pianista (intanto compare una foto di Berlusconi e la gente scoppia a ridere, ndr), lo hanno messo al governo e stanno testando il nostro livello di sopportazione. Io mi immagino i due scienziati che sono lì a condurre l’esperimento. Livello uno: barzallette. Sopportano. Alza il livello, livello due: barzellette con bestemmia. Sopportano. Livello tre: barzellette con bestemmie più bunga bunga. Sopportano

Si parla ancora di Berlusconi. “E’ lui la mascotte d’Italia. Dice sempre le stesse cose. Sono il cancro, le toghe rosse, comunisti, cancro…Sembra uno di quegli alberelli che, appena gli passi davanti, cantano: Merry Christmas”. Immancabili le battute sul caso Ruby. “Berlusconi dice di averla pagata per evitare che facesse la prostituta. E’ come pagare un piastrellista, ma senza farti fare il bagno. E’ come pagare un taxi per non portarti all’aeroporto. Berlusconi dice di essere intervenuto su Ruby per evitare problemi diplomatici con l’Egitto. Ma chi ci può credere? Chi? Trecento parlamentari.”

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

2 Comments

  1. Pingback: Italialand, Maurizio Crozza: non riesco a imitare Scilipoti | LaNostraTv

  2. LEONARDO

    maggio 29, 2011 at 22:50

    BRAVO CROZZA…..MA DOPO VOYAGER, QUANDO TOCCA AD ULISSE,SUPER QUARK
    E GEO? BEN INTESO, PER PAR CONDICIO,ANCHE A QUELLI DELLE RETI MEDIASET(SEMPRE AMMESSO CHE SI RICORDINO CHE ESISTE LA NATURA E NON SOLO IL GOSSIP)…… GIA’ CHE CI SEI… PUOI DIRE A RENZI CHE LA TRAMVIA SERVE A TUTTI, DAI LAVORATORI AI TURISTI E CHE SAREBBE UTILE CHE CI SI DESSE UNA MOSSA A FARE ANCHE ALTRE LINEE…..PERCHE’ IO(E COME ME TANTI ALTRI, SI RISPARMIEREBBE UN BEL PO’ DI EURI(O SI DICE EURO?MA TANTO SEMPRE SUDORE E FATICA SONO PER MOLTI,MA NON PER TUTTI )

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *