Lamberto Sposini, aumenta l’ottimismo

By on maggio 4, 2011
Lamberto Sposini, malore

Aumenta – cautamente – l’ottimismo circa le condizioni di salute del giornalista Lamberto Sposini, ricoverato presso il reparto di Terapia Intensiva del Policlinico Gemelli di Roma dal giorno dell’ improvviso malore, il 29 aprile. Colpito da un’emorragia cerebrale, Sposini era stato portato d’urgenza in ospedale dagli studi Rai di Via Teulada, gli studi de “La Vita in Diretta”, per essere operato immediatamente. Ora il giornalista, dopo aver subito il tempestivo e impegnativo intervento volto a rimuovere l’ematoma causato dall’emorragia cerebrale, è ancora in coma farmacologico, ma le ultime notizie fanno sperare in una possibile, seppur lenta, ripresa del conduttore de “La Vita in Diretta”. Se già domenica non si parlava più di pericolo di vita e le condizioni di Lamberto Sposini potevano considerarsi stabili, dopo il weekend i medici del Policlinico Gemelli hanno affermato che gli esami – Tac e angiografia cerebrale – al quale il giornalista è stato sottoposto non solo hanno “confermato il buon esito dell’intervento neurochirurgico effettuato venerdì”, ma soprattutto  “evidenziano un decorso post-operatorio soddisfacente“. Per questo, come si legge dall’ultimo bollettino medico, “il paziente rimarrà ancora in sedazione farmacologica per almeno 48 ore”, dopodichè il personale del Policlinico provvederà a diminuire i sedativi somministrati al giornalista in modo che egli possa uscire dallo stato di coma indotto in cui si trova dal giorno dell’intervento.

Lamberto Sposini emorragia cerebrale FotoLe ultime notizie sono dunque tranquillizzanti e aumentano l’ottimismo e la speranza in quanti – e sono tantissimi – sono rimasti colpiti dalla vicenda di Lamberto Sposini e seguono con affetto il suo decorso post-operatorio. Milly Carlucci, una provatissima Mara Venier, Massimo Giletti, Enrico Mentana, Michele Cucuzza sono solo alcuni dei colleghi che in questi giorni si sono recati al Gemelli per esprimere il loro affetto al giornalista e che hanno rilasciato pubbliche (e spesso commosse) dichiarazioni di stima nei suoi confronti. Ora non resta che aspettare, perchè per conoscere quali sono – se ci sono – i danni causati dall’ematoma è necessario attendere che Lamberto Sposini esca dal coma.

About Chiara Negro Cusa

Nata in provincia di Milano nel 1985, dove vive tuttora e prosegue la sua esistenza da orgogliosa “teledipendente”. Il cinema e, soprattutto, la televisione sono le sue passioni. Dopo la Laurea Triennale in Linguaggi dei Media (classe Scienze della Comunicazione), ha proseguito gli studi presso l’Università Cattolica di Milano, percorso terminato da pochissimo con il conseguimento della Laurea Magistrale in Filologia Moderna grazie ad una tesi sulla critica televisiva di Beniamino Placido (relatore Chiar.mo prof. Giorgio Simonelli). Approda a “Lanostratv.it” dopo aver già collaborato con il blog “Formattv.it” ed è prontissima a cimentarsi in questa nuova esperienza professionale!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *