Lamberto Sposini: stabile e in coma farmacologico

By on maggio 1, 2011
Lamberto Sposini La Vita in diretta RaiUno

“Il quadro clinico di Lamberto Sposini è stabile ma rimarrà sedato, cioè in coma farmacologico, sino a Lunedì” si apprende da fonti mediche del Policlinico Gemelli di Roma, coordinato dai professori Giulio Maira e Rodolfo Proietti, luminari in neurologia. Le condizioni dunque sono stazionarie e inducono ad essere speranzosi sulle sorti del giornalista di RaiUno. L’intervento neurochirurgico è riuscito benissimo, Lamberto Sposini reagisce agli stimoli ed è attorniato da tutti i suoi più cari amici e colleghi (Michele Cucuzza, Mara Venier, Enrico Mentana, Bruno Vespa..) che gli infondo l’amore che in questo momento è fondamentale. Le visite sono state limitate solo ai famigliari per garantire massima tranquillità e pronta guarigione al paziente. Finora non c’è stata alcuna dichiarazione ufficiale dalla famiglia di Sposini che – ieri sera – avrebbe dovuto presiedere in qualità di giurato alla Finalissima di Ballando con le stelle condotto da Milly Carlucci. I due vincitori, Kaspar Capparoni e la maestra russa di 25 anni Julia Musikhina, hanno dedicato a Lamberto la loro vittoria: “Dedico questa coppa a Lamberto Sposini. Spero che l’energia che ho messo possa dargli forza” ha dichiarato Kaspar Capparoni, noto per  aver interpretato “Il commissario Rex”. E Milly Carlucci – in chiusura di programma – è stata ancora più esplicita: “Lamberto, ci vediamo qua alla prossima edizione di Ballando”.

Gli esperti neurochirurghi ed anestesisti hanno dichiarato ai colleghi dell’ANSA: “Il fatto che risponda agli stimoli dolorosi è un’indicazione positiva ma non decisiva ai fini della prognosi del paziente. Ci dice però che, in assenza del coma farmacologico indotto, il paziente non dovrebbe trovarsi in coma irreversibile. Lo stato di coma farmacologico serve per mettere il cervello a riposo, anche se l’individuo non è cosciente”. E sull’intervento al cervello chiariscono: “E’ finalizzato ad impedire un nuovo sanguinamento, se la causa dell’emorragia cerebrale è un aneurisma. Cruciali saranno le prossime 2-3 settimane“.

Milly Carlucci dal canto suo chiarisce perchè “Ballando con le stelle” è andato regolarmente in onda e augura una pronta guarigione al giornalista: “C’è bisogno di positività. Lo show è andato in onda per scelta industriale ma anche perchè non stiamo piangendo un uomo morto. Lui ha bisogno della nostra forza e, se ci sarà un’altra edizione di Ballando, Lamberto farà il giurato come sempre. Siamo certi che andrà tutto bene. Non abbiamo organizzato la festa finale di Ballando perchè la faremo quando lui uscirà dall’ospedale. In quell’occasione ci divertiremo tutti insieme a raccontarci il pericolo scampato. Lamberto è un fratello, una persona speciale, un grande professionista e un grande amico. L’ansia di notizie sfiora il macabro: ieri qualcuno l’ha dato anche per morto”. E poi ricorda che anche lei (Milly Carlucci) ha vissuto un’esperienza simile con sua madre: “Non finirò mai di ringraziare il professor Maira. La sua equipe di ricerca sul cervello e sulle neuroscienze sono un orgoglio italiano. Lamberto è vivo e deve solo recuperare. Questi sono momenti in cui si ha bisogno di un sorriso, senza lacrime. Non abbiamo bisogno di negatività nè di Marie Maddalene in pianto”. Chissà che il Papa Giovanni Paolo II – che oggi sarà beatificato a Roma davanti un milione di fedeli – da lassù possa aiutarlo..

About Fabio Giuffrida

One Comment

  1. Pingback: Lamberto Sposini: oggi risveglio dal coma indotto | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *