Multa ai tg, Augusto Minzolini: non mi importa dell’Agcom

By on maggio 24, 2011
augusto minzolini

Il Tg1 si becca una multa da 258mila euro per il troppo spazio dato al premier? E chi se ne frega: io vado avanti per la mia strada. Questo il succo dell’intervista che Augusto Minzolini (nella foto) ha rilasciato a la Repubblica. Il direttore del Tg1, alle polemiche, è ormai abituato. Prima le dure critiche per gli editoriali filo-governativi, poi i licenziamenti di alcuni giornalisti poco graditi, il crollo degli ascolti, le spese folli con la carta di credito aziendale, ora anche le multe dell’Agenzia per le Comunicazioni: quella di ieri si somma a quella della settimana scorsa, che era di 100mila euro.

Ma l’ex notista politico de La Stampa rimane tranquillo. Si considera un intoccabile. “Se penso che la Rai possa scaricarmi? Non mi interessa – ha detto Minzolini a Repubblica. – Ho fatto il giornalista. E l’Agcom ha considerato i dati di un solo giorno, quello dell’intervista a Silvio  Berlusconi. Ma i numeri spiegano bene che il Tg1 non deve fare alcun riequilibrio e non viola le regole. Basta prendere i minutaggi dell’ultima settimana. Tutti hanno avuto il loro spazio, senza alcuna irregolarità. Per questo la multa mi lascia esterrefatto”.

C’è chi sostiene che dovrebbe essere lo stesso Minzolini a pagare la multa inflitta dall’Agcom. D’altronde, se lo Stato multa un’azienda statale e i suoi dipendenti non rispondono delle proprie azioni, che senso ha? L’Usigrai (il sindacato dei giornalisti della Rai, ndr) chiede che sia io a pagare la multaha detto il direttorissimo. – So bene come la pensano. Ma dov’è il problema? Se Repubblica ha un’intervista al premier o a Bersani la pubblica o la tiene nel cassetto? La pubblica, glielo dico io. Io ho fatto quello che avrebbero fatto tutti gli altri direttori“.

Se Minzolini ritiene la multa dell’Agcom ingiusta, i direttori di Tg4, Tg5 e Studio Aperto parlano di vera e propria “intimidazione politica”. Secondo Emilio Fede l’obiettivo è chiaro: è quello di fare perdere le elezioni al centrodestra. Beato lui che ha queste certezze.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

4 Comments

  1. Pingback: Tg1, un’altra giornalista lascia: stufa di dare notizie false | LaNostraTv

  2. Pingback: Tg1, Minzolini attacca Marco Travaglio nel suo editoriale | LaNostraTv

  3. Pingback: Blitz di Paolini durante il Tg1: “Berlusconi pedofilo” | LaNostraTv

  4. Pingback: Il direttore del Tg1 Augusto Minzolini è un servo secondo l’IdV | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *