Ora ci tocca anche Sgarbi: attacca Lorenza Lei (Dg Rai) e grida alla censura

By on maggio 15, 2011
Vittorio Sgarbi Ora ci tocca anche Sgarbi

“Ora ci tocca anche Sgarbi” (ex “Il mio canto libero”) si intitola il programma tv che (forse) dal 18 Maggio ore 21.10 condurrà – rigorosamente in diretta tv e su Rai1 – Vittorio Sgarbi, uno dei personaggi più discussi degli ultimi tempi. La responsabilità editoriale è stata affidata al paciere Mauro Mazza, Direttore di RaiUno. Una risposta filogovernativa-berlusconiana ai grandi successi di Annozero e Vieni via con me. Il budget è circa di 8 milioni di euro. Il cachet per Sgarbi ammonta ad 1 milione di euro a fronte dei 50 mila euro incassati da Roberto Saviano per l’evento televisivo, “Vieni via con me”, che radunò davanti alla tv 9 milioni di telespettatori, autoproclamandosi come il programma più visto della scorsa stagione tv. Per Sgarbi, invece, il flop non è da escludere. Ed ecco il colpo di scena. Lorenza Lei non fa sconti a nessuno: basta reality show, no a Sgarbi in diretta. Il programma sarebbe dovuto essere registrato per evitare polveroni ma Sgarbi si è ribellato e ha gridato alla censura preventiva. Così è stato accontentato: andrà in diretta tv. Discutibile anche la scelta del conduttore di ispirarsi – per il suo studio televisivo –  a Villa Madama dove Berlusconi ha ricevuto Mr. Sarkozy.

“Il mio è un compenso omnibus per tutto l’anno e comprende anche altre ospitate.Ho ottenuto anche la tagliola della par condicio: chi ha detto che il sindaco di Salemi non può fare un programma culturale perchè si vota a Milano e Napoli?” ha dichiarato Sgarbi. La prima puntata, però, avrebbe dovuto parlare di Dio: tra gli ospiti il vescovo di Noto, Antonio Staglianò, Gianna Nannini e Patty Pravo. Ma il “male” della serata sarebbe stato il teologo americano Matthew Fox, ritenuto eretico dalla Chiesa ed espulso dall’ordine sacerdotale proprio da Ratzinger. E Lorenza Lei, vicina alle gerarchie ecclesiastiche e dunque agli alti palazzi del Vaticano, non ci sta, mette le mani avanti e censura. La prima puntata non parlerà di Dio, ma di Padre: quindi anche del padrino-padreterno-papi Silvio Berlusconi? Non mancheranno neppure i monologhi, palese scopiazzatura di “Vieni via con me”.

Ma Sgarbi vuole sfidare la Rai: “Morgan sarà ospite fisso e dirà la sua sui vari temi trattati”. E – dulcis in fundo – Vittorio Sgarbi scrive a Lorenza Lei, come in una vera fiction televisiva montata ad arte: “Gentile Direttore, ti scrivo perchè sento annunciate lettere con codici etici e di comportamento ai quali il Cda ti chiederebbe di richiamarmi. Risparmiami questa ulteriore mortificazione non della mia dignità, ma della mia ragione. Io non ho niente da rimproverarmi. Il mio comportamento è stato trasparente, il tuo estraneo alla logica aziendale e non contiguo a quello del tuo predecessore […] Ci manca solo che mi chiediate di cambiare sesso. Ritengo che tutto questo sia inaccettabile. Sconcertato ma non pentito di ciò che ho fatto, ti invio disorientati saluti”.

About Fabio Giuffrida

10 Comments

  1. sergio

    maggio 15, 2011 at 17:53:09

    Sgarbi è aggressivo, intemperante insofferente. ma vogliamo mettere la vergognosa faziosità di trasmissioni come annozero o ballarò? Scelta del pubblico che applaude a comando, preparazione di servizi e interventi minuziosamente pilotati e suggeriti (in particolare sull’immigrazione). Guardo Santoro per vedere fino a che punto uno pseudo-conduttore riesce ad essere fazioso: oltre ogni limite. E hanno il coraggio di parlare di mancanza di democrazia. Avrei terrore di essere governato da questa gente.

  2. Giulia

    maggio 16, 2011 at 15:24:31

    Articolo ridicolo ed estremamente fazioso. E’ inneagabile che il comportamento della Rai nei confronti di Sgarbi sia stato scorretto. Ma naturalmente il ruolo della vittima è consentito soltanto a Santoro. E ai suoi amici.

  3. Mauro

    maggio 16, 2011 at 15:33:18

    Bravo Fabio Giuffrida, bell’articoletto accomodante nei confronti di Santoro, Saviano & Company. Conviene sempre strizzare l’occhio ai Guru della Rete, non è vero?

  4. Fabio Giuffrida

    maggio 16, 2011 at 17:07:47

    Avere una propria idea non significa essere faziosi: l’importante è raccontare la verità senza “se” e “ma”. Io, invece, ho il terrore di essere governato da gente incompetente, filofascista o da mancate showgirl/igieniste dentali.

    Un articolo ridicolo, fazioso ed accomodante. Stasera, infatti, sarò a cena con Santoro e Saviano, giusto? Sono un corrotto, proprio come certi Direttori di Tg nazionali, magari “scodinzolanti” alla vista del Kapò.

  5. Pingback: Elezioni amministrative 2011: Pisapia in testa. Milano libera dalla Moratti? | LaNostraTv

  6. Pingback: I Liceali 3: Mercoledì la prima puntata, ecco i nuovi protagonisti. Già pronta la quarta serie | LaNostraTv

  7. pulp

    maggio 17, 2011 at 15:56:10

    Forza Sgarbi! Ecchè, colete solo santoro, floris e dandini? Non se ne può più della sinistra in tv! Basta!

  8. Pingback: Ci tocca anche Vittorio Sgarbi stasera su Rai Uno | LaNostraTv

  9. pier

    maggio 19, 2011 at 14:00:54

    Il programma ha messo in luce l’ipocrisia italiana dei benpensanti perbenisti che oggi sono al potere.Oggi l’ipocrisia è padrona dei potenti.predicano bene ma razzolano male,l’unica cosa che fanno è speculare su tutto,sull’ambiente,sul futuro dei giovani,sulla vita delle persone comuni.Quandro avranno “razziato” le ricchezze di tutto il popolo italiano e crederanno di aver raggiunto i loro scopi si accorgeranno di essere soli e che i derubati verranno a riprendersi il maltolto con le buone o con le cattive.Sgarbi con i suoi modi è discutibile,ma il programma non ha trattato banalità,purtroppo in italia la m,affia oramai è d’appertutto….

  10. Pingback: Fazio, Floris e Dandini, dicono NO alla Lei | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *