Uman Take Control massacrato dalla critica

By on maggio 15, 2011
george leonard e luca tassinari

Proprio non è piaciuto, ai giornali, Uman Take Control, sospeso da Italia Uno giusto una settimana fa. Il reality show di Mediaset doveva essere “innovativo”, addirittura “rivoluzionario”. Di nuovo, in verità, c’è stata solo la durata, di appena pochi giorni. Per il resto ci è sembrato un remix tra “La pupa e il secchione” e il peggio di “Buona Domenica”. Gli unici momenti esilaranti li ha offerti Luca Tassinari, sempre più fenomeno mediatico, sempre meno matematico (nella foto, dalla pagina Facebook ufficiale del programma, è con George Leonard).

Che dire di Mago Forest e Rossella Brescia? Luca Tiraboschi, direttore di Italia Uno, li ha ringraziati ed elogiati per il lavoro svolto. Frasi che sono parse di facciata. La verità è che la coppia di conduttori non ha convinto neanche un po’. Se dalla Brescia non c’era da aspettarsi molto, il mago non ha fatto certo una bella figura. Troppo scontate le sue battute, soprattutto visti gli standard a cui ci aveva abituati. Forse non era l’uomo giusto nel posto giusto. Ma se ci chiedeste chi avremmo messo in luogo di Forest, non sapremmo rispondere. Qualche idea?Per “La Stampa” ad essere sbagliato era lo scopo stesso del programma, ovvero quello di “riumanizzare” e “moralizzare” i concorrenti, tutti ex partecipanti di reality show. “I partecipanti al programma dimostrano di essere fin troppo umani: lontanissimi dal primitivismo e dalla barbarie, anzi sensibili al minimo umore della società. Più che selvaggi in attesa di essere ri-umanizzati sembravano figuranti precari speranzosi in un rilancio d’immagine; una specie di seconda chance, per non dire minestra riscaldata – scrive Walter Siti sul quotidiano di Torino. – Quando nella seconda puntata sono apparse le stimmate inevitabili di ogni reality mediocre, le liti fatte di «sei una falsa» e «allora vediamo la registrazione», e poi perfino l’esecrabile macchina della verità, si è capito che avevano mollato, che si erano normalizzati per un brandello di audience. Che puntualmente non è arrivato perché ormai era una mezza cosa. Il difetto principale non è stato lo scarso ritmo, né il poco affiatamento dei conduttori; ma – conclude Walter Siti – che non hanno saputo mantenersi all’altezza della loro infamia”.

Nonostante le critiche unanimi da parte di tutti i quotidiani, anche di quelli più vicini al premier e proprietario di Mediaset, non mancano i telespettatori che sperano ancora. Sì, sperano che Uman Take Control possa ripartire, magari a settembre. Insaziabili. Verranno accontentati?

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

2 Comments

  1. Pingback: Uman Take Control, la sfortuna continua e ora colpisce anche Veridiana Mallmann | LaNostraTv

  2. Pingback: Nuovo appuntamento con “Plastik Ultrabellezza”, questa sera su Italia1 | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *