Uno a zero per Italia’s got Talent, che batte lo show di Raiuno Me lo dicono tutti

By on maggio 8, 2011
Italia's Got Talent Canale5 Scotti De Filippi Zerbi

Uno a zero per l’esordio della seconda edizione di “Italia’s got Talent”, che ha battuto la prima puntata del varietà di Raiuno “Me lo dicono tutti”, condotto da Pino Insegno e con la regia curata nientemeno che da Jocelyn (sì, proprio lui, l’autore – tra le altre trasmissioni – del “Grande gioco dell’Oca”). Maria De Filippi, Rudy Zerbi, Gerry Scotti (e i conduttori Geppi Cucciari e Simone Annicchiarico che certo non sono le colonne portanti del talent show) hanno vinto il prime time di sabato 7 maggio con il 19,89 % di share (circa 4 milioni di spettatori), mentre il nuovo varietà presentato da Pino Insegno ha ottenuto uno share del 18,57 %. Nonostante i prestigiosi ospiti scomodati in occasione della primissima puntata di “Me lo dicono tutti” –  la crème de la crème delle “scuderie Rai”, ovvero Lino Banfi, Barbara De Rossi, Tosca D’Aquino, Fabrizio Frizzi e Manuela Arcuri – il varietà di Raiuno non è riuscito a bissare il successo di ascolti di “Ballando con le stelle” che ha chiuso i battenti sabato scorso con uno strepitoso 32,45 % (quasi sei milioni e mezzo di spettatori). Da notare anche che ieri è stata la serata dell’importante match Roma-Milan, partita che si è conclusa con l’assegnazione del 18simo scudetto al Milan che ha parzialmente condizionato il prime time nonostante fosse trasmessa solo da Sky e da Mediaset Premium.

Pino Insegno attoreSe “Italia’s got Talent” si avvale di una formula ormai conosciuta e collaudata nella quale i tre giudici De Filippi-Scotti-Zerbi diventano i veri protagonisti di un improbabile (il più delle volte) talent show a metà tra “X Factor” e “La Corrida”, “Me lo dicono tutti” è un candid show in cui i Vips si prendono gioco delle – cosiddette – persone comuni. In sostanza, la trasmissione di Jocelyn si compone di varie candid nelle quali i personaggi famosi ospiti in studio recitano la parte di “non-famosi” (per dirla con le parole di Simona Ventura): Manuela Arcuri diventa così una toelettatrice per cani (molto poco credibile), Gabriele Cirilli il proprietario di un’autorimessa (le gag più riuscite sono sicuramente le sue), Barbara De Rossi una parrucchiera, eccetera.

Ridateci “Il Grande gioco dell’Oca”, please!

About Chiara Negro Cusa

Nata in provincia di Milano nel 1985, dove vive tuttora e prosegue la sua esistenza da orgogliosa “teledipendente”. Il cinema e, soprattutto, la televisione sono le sue passioni. Dopo la Laurea Triennale in Linguaggi dei Media (classe Scienze della Comunicazione), ha proseguito gli studi presso l’Università Cattolica di Milano, percorso terminato da pochissimo con il conseguimento della Laurea Magistrale in Filologia Moderna grazie ad una tesi sulla critica televisiva di Beniamino Placido (relatore Chiar.mo prof. Giorgio Simonelli). Approda a “Lanostratv.it” dopo aver già collaborato con il blog “Formattv.it” ed è prontissima a cimentarsi in questa nuova esperienza professionale!

8 Comments

  1. Andrea

    maggio 8, 2011 at 17:52

    L’analisi in questione la trovo molto superficiale e soprattutto non equa…
    Innanzitutto si paragona lo show di raiuno con il finale di ballando con le stelle in modo abbastanza improprio…. Me lo dicono tutti! è uno show mai testato prima, neanche con un numero zero e paragonarlo ai risultati di un ballando con le stelle che da 7 edizioni regala successi sinceramente è fuoriluogo…..e cmq anche se si voleva fare questo paragone lo stesso doveva avvenire per italia’s got talent e la corrida…invece non è stato detto nulla perchè probabilmente significava ammettere che tra questi ultimi due show praticamente non c’era differenza a livello auditel nella media di canale5….
    il che non è molto positivo considerando soprattutto l’esordio dell’anno scorso di italia’s got talent, ovvero ben 6 milioni e il 27%!! Insomma ci si aspettava una vittoria schiacciante invece lo show di canale5 ha perso moltissimo rispetto allo scorso anno…
    Poi si sottolineano i valori assoluti di Italia’s got talent e non quelli di me lo dicono tutti…forse ci si dimentica che sono pari infatti 3.9 per entrambi…..
    Insomma credo che questo risultato penalizzi soprattutto canale5, al di fuori di questa analisi che tenta di far credere il contrario!

  2. Chiara Negro Cusa

    maggio 8, 2011 at 23:04

    L’articolo fa riferimento semplicemente ai dati d’ascolto di sabato 7 maggio, serata nella quale hanno debuttato sia la seconda edizione di “Italia’s got Talent” che la primissima puntata di “Me lo dicono tutti”. La notizia riportata è che “Italia’s got Talent” ha ottenuto uno share del 19,87% battendo – se così si può dire – “Me lo dicono tutti”. E’ per questo motivo che l’articolo rientra nella categoria “Ascolti TV” ed inoltre non è e non vuole essere una recensione né del talent di Canale 5 né dello show dell’autorevolissimo Jocelyn. La battuta conclusiva è, ovviamente, ironica: nessuno “parteggia” per una rete o per l’altra, per una trasmissione o per l’altra.

  3. Fra

    maggio 9, 2011 at 06:56

    Certo Chiara certo! Come no! 😉 non sembra così imparziale ma forse è una nostra impressione.

  4. Chiara Negro Cusa

    maggio 9, 2011 at 11:45

    Forse, come si dice, sto perdendo colpi… :)! Proprio non capisco quali siano le ingiuste critiche rivolte a “Me lo dicono tutti” e quali le ingiuste lodi riservate a “Italia’s got Talent”.Qualcuno me lo spiega?

  5. ele

    maggio 9, 2011 at 15:12

    bè…anche secondo me non è imparziale… 🙂

  6. Pingback: Italia’s Got Talent: cosa accadrà nella seconda puntata? | LaNostraTv

  7. Pingback: Ascolti Tv: Italia’s Got Talent stravince, tra Uccio Show e i politici nudi | LaNostraTv

  8. alfredo

    giugno 12, 2011 at 09:06

    … per quanto mi riguarda non vedo tutta questa “parzialità” che viene espressa nei precedenti commenti… a me pare semplicemente una giusta analisi sul debutto di due trasmissioni televisive, per cui ringrazio comunque Chiara del tempo dedicato all’articolo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *