Addio Hannah Montana, quando una sitcom ti fa quadagnare 120 milioni di dollari

By on giugno 28, 2011
US actress Cyrus arrives for the German film premier 'Hannah Montana' in Munich

Direte voi: “E’ solo una stupida sitcom per ragazzine“. E per certi versi, avreste anche ragione. La serie che racconta di una teenager che di giorno e’ una semplice studentessa e di sera una cantante affermata, non e` certo un programma di geniale invetiva o fine realizzazione. Intanto pero`, Hannah Montana, che questa settimana ci saluta definitivamente con il gran finale della quarta ed ultima stagione su Italia1, raccoglie migliaia di fans in tutto il mondo, vanta una omonima trasposizione cinemografica di successo e soprattutto, ha lanciato la star nascente Miley Cyrus nel panorama holliwoodiano. La giovane protagonista del programma, non solo incide dischi e gira film al cinema ma, alla tenera eta` di 19 anni, e’ gia` la teenager piu` ricca d’America. La notizia viene rilasciata dalla rivista  M Magazine che pone la nostra eroina al primo posto con l’esorbitante cifra di 120 milioni di dollari (seguita dall’altro astro nascente Justin Bieber con soli 60 milioni). Ho sempre rabbrividito di fronte a questi piccoli mostri che generalmente, Hollywood crea e poi distrugge. Il passato e’ pieno di esempi molto tristi di come il successo e i soldi in eta` prematura, rappresentino un macigno di responsabilita` e aspettative troppo grosso e pesante per un bambino che deve rimanere in equilibrio. Con questo non voglio dire che Miley Cyrus perdera` la testa e finira` nel dimenticatoio ma, ecco… ci penserei su, prima di invidiarla.

Macaulay Culkin, celebre protagonista di Mamma ho perso l’aereo, ha solo quattordici anni quando viene arrestato per eccesso di velocita` e possesso di marijuana, mentre il padre sperpera tutto il suo patrimonio. Drew Barrimoore ne ha solo 12, quando entra in clinica per tossicodipendenza e alcolismo. Questi sono solo alcuni esempi di bambini prodigio che abbracciano atteggiamenti di autodistruzione,  schiacciati dal peso del successo e cresciuti prima del tempo. E’ una banalita` dire che i soldi non fanno la felicita` ma quando si tratta di minori, la questione e` molto delicata. Intanto, Miley ha gia` cominciato a far parlare di se per le sue presenze assidue ai club notturni in abiti succinti e atteggiamenti volgari. Che sia solo una fase di crescita o l’inizio del declino? E, mentre la Disney annuncia un probabile prequel di Hanna Montana con protagonista la sorella minore Noah Cyrus, noi auguriamo a Miley una bella carriera e soprattutto, una stabilita` emotiva. Perche` per lei, giovane star milionaria, adesso viene la parte più difficile.

About Giordano Bassetti

Nato a Napoli nel 1982 è Laureato al DAMS di Roma. Nel 1995 ha intrapreso la carriera di attore ed è entrato a far parte della nota compagnia teatrale di Carlo Buccirosso. Nel 2008 ha diretto il cortometraggio dal titolo "Chissà come si divertivano"; nel 2009 "Il secchione" e nel 2010 "San Valentino". Ama scrivere ed ha pubblicato nel 2007 il libro "Queer tv".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *