Annozero, Santoro a Berlusconi: non determino le elezioni

By on giugno 3, 2011
silvio berlusconi

Ennesimo duello a distanza, ieri sera ad Annozero, tra il conduttore Michele Santoro e il presidente del consiglio Silvio Berlusconi (nella foto). L’altro ieri il capo del governo aveva ancora una volta attaccato (minacciato?) il giornalista, reo di avergli fatto perdere le  amministrative. “Uno dei motivi per cui il centrodestra non ha vinto  le elezioni è stato la serie di programmi televisivi della Rai come Annozero, trasmissioni micidiali che hanno dato una visione distorta della realtà di Milano e delle città in cui si votava“,  aveva tuonato il premier, aggiungendo che ci impegneremo in Parlamento affinché questo non possa più accadere“.

Pronta e scontata la replica del giornalista televisivo più odiato dai politici nostrani: “Scusi presidente Berlusconi, non le sembra esagerato dire che ha perso elezioni per colpa di Annozero? La verità è che un giornalista non determina  i risultati elettorali, ma interpreta, anche prima dei politici, lo spirito del tempo”.

Poi Santoro si diverte a prendere in giro Berlusconi: “A furia di leggere fino allo sfinimento Erasmo da Rotterdam, forse dovrebbe trovare il tempo per leggere qualche pezzettino di Camillo Benso di Cavour perchè le avrebbe fatto capire che l’unico limite che ci può essere alla libertà di stampa è la credibilità dei giornalisti. Se avesse ragione lei che bastano pochi minuti di un servizio per quanto micidiale di Annozero per mettere sotto la credibilità accumulata ogni giorno da Tg1, Tg2, Tg5, Tg4, Studio Aperto, allora viviamo veramente in un mondo alla rovescia. E insomma questo vorrebbe dire che una vignetta di Vauro è una bomba atomica, e invece un editoriale di Augusto Minzolini è una fetecchia“.

Alla puntata di Annozero di ieri, ha partecipato Adriano Celentano, che stavolta non si è limitato a telefonare. Il cantante ha invitato gli italiani a votare Sì al referendum, perché le “centrali nucleari causano la morte, le malattie, sono incontrollabili, hanno conseguenze disastrose per migliaia di anni. Gli italiani devono opporsi al nucleare anche per dare un messaggio all’Europa e in particolari ai paesi che producono energia così. Il fotovoltaico e le pale eoliche non sono il massimo per produrre energia, anche a livello estetico, ma bisogna scegliere il male minore”.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

One Comment

  1. Pingback: Referendum 12 e 13 giugno 2011, poca informazione in tv | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *