Avetrana. Michele Misseri: “Io colpevole? Fanno tutto loro”

By on giugno 2, 2011
Michele Misseri Avetrana

Dopo la pausa dal piccolo schermo, ritorna il Caso Scazzi. Archiviati – per il momento – Yara Gambirasio, Melania Rea e le gemelline svizzere, ritorna il caso che più ha fatto discutere l’Italia: l’uccisione di Sarah Scazzi. Come è stata uccisa la 15enne di Avetrana? Perchè e da chi è stata uccisa? E’ stato Michele Misseri o sua figlia Sabrina o sua moglie Cosima? E la figlia Valentina è a conoscenza dei fatti? Il motivo dell’uccisione è quello passionale, ovvero Sabrina era gelosa per il presunto flirt tra il suo ragazzo e Sarah? E perchè sono tutti in carcere, eccetto Michele che continua a dichiararsi colpevole? Allora Michele è innocente e sta cercando di coprire la sua famiglia addossandosi colpe che non ha? Cosima e Sabrina sono le vere autrici di questo terribile delitto? Oggi Michele Misseri, mentre curava il suo giardino, alla vista delle telecamere che ormai da quasi un anno presidiano ininterrottamente la sua casa, inizia a parlare a ruota libera: “Io colpevole? Fanno tutto loro” (riferendosi ai magistrati, ndr). Ma poi viene interrotto da sua figlia Valentina che, per tutelarlo, invita bruscamente i giornalisti a non fargli più domande e ad andare via. Non hanno più privacy, non possono più vivere serenamente. La loro casa è un set televisivo. I giornalisti sono assetati di novità, come la giornalista di Matrix che ha realizzato un’intervista esclusiva al contadino più chiacchierato d’Italia, Michele Misseri.

Michele Misseri è un fiume in piena e a Matrix mima come è avvenuto l’omicidio della piccola Sarah. Lui è convinto di essere il colpevole, ma l’indomani smentisce. Secondo alcune indiscrezioni,Concetta sarebbe stata adottata da una famiglia molto benestante, attirando a sè le invidie della famiglia Misseri, un nucleo di contadini che si “sono fatti da sè”, senza eredità e senza soldi piovuti dal cielo. Forse Cosima era gelosa di Concetta, forse Sabrina era gelosa della bellezza di Sarah o forse Sarah le aveva rubato il fidanzatino per una “scappatella” da un giorno. O forse Michele Misseri era talmente arrabbiato che, in un momento di follia, l’ha uccisa o forse l’ha violentata, attirata dal suo modo stravagante di vestirsi. Era una ragazzina di 15 anni. Michele, quindi, dopo essersi autoaccusato, ha accusato la figlia per poi tornare ad autoaccusarsi (“autocalunnia”). A Michele il carcere gli ha fatto bene: si è tenuto lontano dalle telecamere – tanto amate da Sabrina – e soprattutto è ingrassato.

Alla domanda “Quando porterai un fiore sulla tomba di Sarah”, Michele ha risposto seccamente: “Ci andrò quando uscirà il colpevole”. Quando giustizia sarà fatta. Ma non è già stata fatta, se lui si dichiara colpevole? L’uomo resta indagato per omicidio, vilipendio e soppressione del cadavere della nipote; mentre Sabrina e Cosima per concorso in omicidio e soppressione di cadavere. Concetta, nel frattempo, offesa dalle parole pronunciate in tv da Mr. Misseri, sceglie la strada del silenzio e si fa scortare dai bodyguard.

About Fabio Giuffrida

One Comment

  1. Pingback: Ascolti record per Quarto Grado, la rubrica d’approfondimento di Rete 4 | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *