Calcioscommesse: giornalista Italia Uno aggredito da fans Atalanta

By on giugno 2, 2011
cristiano doni

In queste ore lo scandalo scommesse sta scuotendo il mondo del calcio. Già 16 persone sono state arrestate, tra esse l’ex giocatore della Lazio e della nazionale Giuseppe Signori. Altre persone, però, sarebbero coinvolte. Tra esse Cristiano Doni (nella foto), capitano dell’Atalanta, e Stefano Bettarini, ex giocatore della Fiorentina.

I tifosi bergamaschi sono infuriati. Temono che la loro squadra possa subire pesanti penalizzazioni da questa vicenda. (l’Atalanta, ricordiamolo, è stata appena promossa in Serie A). A fare le spese della rabbia dei supporters, uno che certamente non ha nessuna colpa: un giornalista di Studio Sport, il notiziario sportivo di Italia Uno. Il cronista, dopo il collegamento dallo stadio Azzurri d’Italia, è stato aggredito, insultato, minacciato e ha ricevuto degli sputi. A riferirlo è la redazione di Sportmediaset, che poi spiega come il giornalista sia riuscito a raggiungere la propria auto, allontanandosi dagli enurgumeni. Un episodio davvero inquietante, che si commenta da solo.

Intanto tutte le persone accusate di avere combinato partite di A, B e Lega Pro si difendono. Questo il comunicato stampa del capitano dell’Atalanta, diffuso dall’Ansa: “Alla luce delle notizie di stampa relative ad un suo coinvolgimento nelle indagini di Cremona  Cristiano Doni, nella certezza di aver sempre agito nel rispetto delle regole, ripone la massima fiducia negli organi di giustizia ordinaria e sportiva che è certo appureranno la sua assoluta estraneità a ogni fatto in contestazione”.

Anche l’opinionista di Quelli che il calcio, Stefano Bettarini, si dichiara innocente: “Ho appreso dalla stampa che sarei indagato in un procedimento penale avanti la Procura della Repubblica di Cremona insieme a molte altre persone alcune delle quali ex calciatori come me e che conosco per questa ragione – ha detto detto all’Ansa l’ex marito di Simona Ventura. – Non c’entro nulla con qualsiasi azione volta a truccare i risultati delle partite e non so nulla di cosa facessero le altre persone coinvolte nell’indagine”.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

One Comment

  1. stud

    giugno 3, 2011 at 12:40

    Ottimo post spiega bene il marciume che gira nel calcio considerato il gioco più bello al mondo.
    ciao

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *