Esami di Maturità 2011: al via il conto alla rovescia

By on giugno 21, 2011
Esami di Maturità 2011 MIUR

Parte domani la grande maratona del Ministro dell’Istruzione e dei suoi “dipendenti”: gli studenti italiani che dovranno affrontare la prova più ardua del loro percorso di studi, l’Esame di Maturità. Tra ansia, paure, incertezze e dubbi, ormai manca pochissimo alla prima prova e in rete impazza il totoesame. Troppo scontata la traccia sul 150° dell’Unità d’Italia: il Ministero potrebbe ricollegarsi, invece, a Garibaldi o Mazzini nello specifico. Ma è pur vero che il 2011 è un stato un anno di celebrazioni, gite e manifestazioni per celebrare il nostro 1861. Come traccia storica potrebbe esserci la Beatificazione di Giovanni Paolo II tenutasi a Roma il 1° Maggio: automatico è il collegamento con il crollo del muro di Berlino e dei regimi comunisti a cui contribuì papa Wojtyla. Infine – sempre in questi ultimi mesi – il mondo è stato vittima di catastrofi naturali: il terremoto d’Abruzzo e il sisma in Giappone. Allora potrebbe non mancare il dibattito su energia nucleare e rinnovabili. Il 2011 è anche l’anno della biodiversità: e se ci fosse una noiosa e solita traccia su inquinamento ed ecologia?

La prima prova – quella di Italiano – è la meno temuta e la meno copiata: assemblare un discorso non è poi cosa impossibile, basta un minimo di cultura e una sufficiente padronanza della lingua italiana. Poi le fonti riportate sul testo del Ministero potrebbero essere di grande supporto. La seconda prova – quella specifica per ogni Istituto, per il Classico ad esempio è uscito Latino – è la più temuta. Anche il quizzone del 27 Giugno genera ansia e tanta paura di sbagliare, dimenticare o non sapere. L’ansia gioca sempre brutti scherzi.

Pronte anche le tesine che dovranno essere consegnate nei giorni degli scritti. Molti le scaricano dai siti internet, altri si dilettano ad ascoltare interviste, leggere giornali e libri, documentarsi nelle biblioteche, come fosse una tesi di laurea. C’è chi si limita a 5 pagine, chi esagera fino a 30. C’è chi mette da parte le proprie idee, c’è chi le fa valere. Sette i commissari, di cui 3 interni e 3 esterni, più il presidente. L’abbigliamento consigliato è quello non troppo vistoso e particolare: meglio jeans e maglietta o camicia. Curatevi e siate educati, non presentatevi in ritardo e non fatevi beccare mentre vi aiutate col vicino di banco. Questi sono solo alcuni dei consigli che la task force di siti internet, specializzati nel settore, stanno elargendo in queste ore: la stessa task force che già da domani sarà al lavoro per aiutare i maturandi durante queste prove.

About Fabio Giuffrida

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *